Benvenuti nell’Eden: paradisi terrestri dove vivere un sogno

Se è una vacanza in un paradiso terrestre quella che desiderate (e meritate) c'è solo una destinazione da raggiungere: le spiagge delle Isole Vergini Britanniche

La sete di esplorazione di un viaggiatore giramondo non si esaurisce mai, eppure, nonostante la voglia di andare alla scoperta di città, paesi e borghi, monumenti iconici, musei e attrazioni celebri, ogni tanto c’è bisogno di concedersi una pausa.

Non dai viaggi, intendiamoci, perché è proprio attraverso quelli che possiamo concederci una vacanza all’insegna del dolce far niente, in quelli che sono dei veri e propri paradisi terrestri.

E se è l’Eden che cerchiamo, allora la nostra prossima destinazione non può essere che l’arcipelago vulcanico nel mar dei Caraibi: le Isole Vergini Britanniche. È qui che esistono le spiagge più belle del mondo, dove ogni esperienza vissuta sembra un sogno a occhi aperti. Pronti a scoprire le più belle?

Tortola

Tortola

Isole Vergini Britanniche: come in un sogno

Acque cristalline che bagnano delicatamente spiagge finissime di sabbia bianca, distese infinite di vegetazione tropicale che si perdono a vista d’occhio, un sole caldo e scintillante che fa brillare tutto intorno e un tramonto che infuoca le meraviglie selvagge che appartengono a queste terre: è forse così che ci immaginiamo il paradiso?

Se la risposta è sì, allora non ci resta che scegliere le Isole Vergini Britanniche come nostra destinazione di viaggio. I motivi sono facilmente intuibili anche da chi sull’arcipelago caraibico non ci è mai stato. Bastano le foto a far comprendere quanta bellezza sconfinata caratterizza questi territori, anche se per quanto suggestive le immagini non potranno mai restituire la vera essenza di quello che è questo paradiso terrestre.

Ma se avete deciso di vivere il vostro sogno lasciandovi accarezzare dalle onde del Mar dei Caraibi, allora, non potete perdervi quelle che sono le spiagge più iconiche di tutto l’arcipelago. Quelle in cui prendere il sole e rilassarsi, nuotare, immergersi e perdersi tra l’infinita bellezza. Ce ne sono 60, di isole e isolotti, e queste sono quelle da non perdere.

Virgin Gorda

Virgin Gorda

Isole Vergini Britanniche: le spiagge da non perdere

Iniziamo il nostro viaggio tra i paradisi caraibici con Tortola, una delle isole principali dell’arcipelago nonché tra le più conosciute. Un vero e proprio Eden per tutti gli amanti delle immersioni e dello snorkeling. Qui ci sono alcune delle spiagge più belle del mondo come Cane Garden Bay o Smugglers Cove.

Ci spostiamo ora su Virgin Gorda, tra le meraviglie naturali di quest’isola paradisiaca. Tra i luoghi da non perdere troviamo il Baths National Park, con i suoi giganteschi massi di granito che formano piscine naturali nel mare, e le spiagge sabbiose di Spring Bay e Savannah Bay.

A Jost Van Dyke, invece, troviamo paesaggi che lasciano senza fiato e colorate barriere coralline immerse nelle acque cristalline. Le spiaggia assolutamente da non perdere è quella di White Bay, una lunga distesa di sabbia bianca bagnata dalle mille sfumature di azzurro del Mar dei Caraibi.

Troviamo poi le spiagge di Cooper Island, l’isola considerata il paradiso per antonomasia dei sub. Attraverso suggestive immersioni, infatti, è possibile andare alla scoperta di numerosi relitti sottomarini. Ma si tratta anche di un lembo di terra spensierato e felice: con il suo microbirrificio e le distillerie di rum è il luogo ideale per chiunque cerca una vacanza all’insegna del relax e del divertimento.

Ultima, ma non per importanza, è Anegada. Scogliere, grotte sottomarine e antichi relitti di navi che giacciono sui fondali rendono questo luogo incantato. Tra le spiagge da non perdere segnaliamo Loblolly Bay e Big Bamboo e Cow Wreck, entrambe caratterizzate da un litorale di sabbia bianca circondato da una barriera corallina.

Anegada

Anegada