Sta per partire la prima compagnia aerea vinicola al mondo

Unire viaggi ed esperienze enologiche: è questo l'obiettivo di Invivo, la prima compagnia aerea vinicola al mondo, che sta per debuttare in Nuova Zelanda

L’idea di viaggiare in giro per il mondo con un buon calice di vino in mano non è solo utopia: è da poco nata la prima compagnia aerea vinicola, che unisce il piacere dell’esplorazione alla passione per i più pregiati prodotti enologici. A lanciare quest’idea è l’azienda vinicola Invivo Wines, che presto partirà con il suo volo inaugurale.

Invivo Air, la prima compagnia aerea vinicola

In un periodo di grandi difficoltà per il turismo, con tante restrizioni che ci hanno impedito di viaggiare per molto tempo, la Nuova Zelanda ha in mente un’ottima iniziativa per ripartire. Il progetto è dell’azienda vinicola Invivo Wines, fondata nel 2007 e oggi produttrice di alcune varietà di vini tra le più pregiate al mondo – vanta persino una collaborazione con la splendida Sarah Jessica Parker, indimenticabile star di Sex & the City. Per festeggiare la fine del lockdown, che nel Paese è stato rigorosamente adottato sino a poco prima delle vacanze di Natale, la società ha voluto fondare la propria compagnia aerea.

Invivo Air è la prima al mondo ad occuparsi del settore enologico. In che modo? Semplice: proponendo voli nazionali che coniughino sia un viaggio mozzafiato che la degustazione di alcuni vini rinomati. Per il momento si tratta solo di un esperimento, visto che l’azienda sta organizzando il suo volo inaugurale. “È stato un periodo difficile, in particolare per i nostri clienti di bar e ristoranti nell’isola del Nord e in quella del Sud, che dipendono fortemente dal turismo locale” – ha spiegato Tim Lightbourne, co-fondatore di Invivo – “Organizzare un volo per l’isola del Sud è un modo per mostrare al pubblico che il Paese è di nuovo aperto al turismo interno, e al contempo supportare chi ha trascorso momenti particolarmente difficili”.

Il primo volo dedicato al vino

La Invivo Air sta dunque per decollare: il suo primo volo è previsto per l’inizio del 2022, anche se una data precisa non è ancora stata annunciata. Il viaggio avverrà a bordo di un aereo Saab da 34 posti, alcuni dei quali sono già stati riservati. La compagnia ha infatti selezionato degli ospiti speciali ai quali donare questa esperienza, un’iniziativa volta a dare il proprio contributo per risollevare la Nuova Zelanda dopo il lockdown. I posti gratuiti sono stati destinati ad alcuni operatori del settore turistico, particolarmente colpito dalle restrizioni locali, e ai residenti che non hanno più avuto modo di vedere i propri familiari a causa della chiusura delle frontiere.

Il volo, in partenza da Auckland, farà rotta verso Queenstown ed è pronto ad accogliere altri passeggeri oltre a quelli che usufruiranno del viaggio gratuito. Per candidarsi come ospiti di questa splendida iniziativa è necessario avere compiuto almeno 18 anni ed essere residenti in Nuova Zelanda. Chi possiede questi requisiti deve registrarsi online entro il 14 gennaio, e solo in seguito verranno informati delle procedure che l’azienda seguirà per selezionare i futuri passeggeri della Invivo Air. Ma cos’ha di speciale questa compagnia aerea?

“Siamo come ogni altra compagnia aerea, solo con del vino migliore” – afferma la Invivo. Eppure, la sua idea è davvero geniale: oltre ad offrire assaggi graditissimi a bordo, per i suoi passeggeri sono previste attività molto interessanti, che non terminano certo nel corso del breve volo. Si tratta infatti di un’esperienza di 24 ore, che include visite ai vigneti di Queenstown e alle sue aziende vinicole, oltre al pernottamento presso l’Hilton Queenstown. E questo è solo l’inizio: se l’operazione avrà successo, probabilmente la compagnia organizzerà altri voli in futuro. Magari con destinazioni più lontane, ma soprattutto accessibili anche ai turisti stranieri.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sta per partire la prima compagnia aerea vinicola al mondo