Ryanair, parte oggi la nuova politica sul bagaglio a mano

I passeggeri senza priority boarding potranno caricare gratuitamente in stiva i bagagli a mano

Novità importante per i viaggiatori che scelgono Ryanair per i propri voli. La compagnia aerea low cost ha infatti predisposto a partire da oggi una facilitazione per tutti i passeggeri che non hanno acquistato la priority, pacchetto aggiuntivo che dà la possibilità di portare il bagaglio a mano in cabina e di imbarcarsi con priorità rispetto agli altri passeggeri. Poiché la maggior parte dei passeggeri della compagnia aerea non era abituata a pagare il priority boarding, è stata pensata una nuova politica che consentirà di imbarcare in stiva il bagaglio a mano gratuitamente.

A partire dal primo luglio, infatti, come comunicato a tutti gli aeroporti serviti dalla Ryanair, i passeggeri potranno consegnare sia il bagaglio da stiva che quello a mano ai banchi del common check-in della compagnia aerea presidiati dal personale BIS (Bgy International Services). I bagagli a mano, a fronte di una mancanza di priority boarding, potranno essere etichettati e imbarcati senza alcun costo aggiuntivo e ritirati al momento dell’arrivo sul nastro bagagli dell’aeroporto di destinazione.

Resta comunque valida l’opportunità di saldare il pagamento della priority per tutti coloro che effettuano il check-in con una prenotazione che riguardi anche il bagaglio da stiva, ottenendo così il diritto di portare con sé in cabina il bagaglio a mano. Coloro che invece preferiscono non pagare la priority, possono etichettare il bagaglio a mano durante le procedure al gate di imbarco e consegnarlo al personale di handling, deputato poi del posizionamento in stiva.

Il vettore low cost aveva recentemente rivisto le proprie politiche di viaggio, modificando il check-in online e annunciando importanti novità in vista dell’estate. Con il nuovo regolamento, è infatti possibile effettuare il check-in online gratuito quattro giorni prima della partenza, indicando una preferenza relativa al posto e selezionando il priority boarding per portare il bagaglio a mano in cabina.

Durante i periodi con flussi maggiori di utenti, la compagnia aveva già fatto registrare per questo motivo qualche rallentamento di troppo e pubblicato alcuni consigli per non perdere tempo in aeroporto, ma la Ryanair ha voluto ugualmente offrire la possibilità ai propri viaggiatori di non pagare alcuna tassa aggiuntiva. A questa politica, la compagnia ha affiancato il programma “Always Getting Better”, che abbassa le franchigie relative ai bagagli registrati, il cui peso sale da 15 a 20 chili. In questo modo, si evita l’introduzione di un numero eccessivo di bagagli a mano, altra criticità che ha sempre contraddistinto i voli Ryanair e che da diversi mesi è diventata opzionale con l’introduzione del priority boarding.

Ryanair, parte oggi la nuova politica sul bagaglio a mano