Mancia: dove si deve dare e dove no

Un mini vademecum che può risultare utile a tutti

Paese che vai, mancia che lasci: a volte i fastidiosi extra li trovi inclusi nel conto, altre volte sono da inserire nel piattino, altre volte sono obbligatori, altre ancora di cortesia. Sono davvero un enigma. E spostandosi per il mondo, a volte, non si sa proprio come comportarsi.

Cosa che non accade per un europeo su due che, secondo un recente sondaggio di TripAdvisor, quando viaggia è preparato perfino sulle mance da dare: in un Paese diverso dal proprio il turista rispetta le consuetudini del posto sull’elargire mance in locali, alberghi e taxi. Sono gli italiani i più consapevoli, anche se sarebbero più favorevoli a eliminare le mance per includerle direttamente nel conto. Ecco perché un mini vademecum può risultare utile a tutti.

Nei Paesi a stelle e strisce le mance sono un must: ammontano a circa il 10-15% del conto, e sono una parte importante della paga di un cameriere. Stessa percentuale, e stessa consuetudine, anche in Inghilterra e Irlanda. In Asia funziona al contrario, in particolare in Giappone e Cina. Qui non si contemplano le mance perché sono percepite come mancanza di rispetto per il personale di alberghi e ristoranti.

In Francia funziona proprio come in Italia, con le mance incluse nel conto, anche se nel Belpaese sempre più spesso si usa elargire un extra, un gesto di apprezzamento a fronte di un servizio gradito. A discrezione dei clienti sono le mance in molti altri Paesi europei, come Spagna, Germania, Austria, Grecia, Portogallo, Turchia, ma anche extra europei, come Marocco, Egitto, Australia e India.

In una precedente indagine più di un viaggiatore europeo su tre aveva dichiarato di dare sempre la mancia, ma i più propensi ad elargire sono i francesi che, con il loro 47% di generosità, battono gli anglosassoni (43%) e gli spagnoli (37%). I più avari sono gli italiani: solo il 20% di intervistati si dichiara propenso ad elargire mance vacanziere ed il 13% dichiara di non dare  “extra”, contro la media europea del 7%.

Le mance vanno bene, ma solo se ben guadagnate: il 21% dei viaggiatori europei si sente in dovere di dare la mance “perché è giusto”, mentre la maggioranza degli intervistati (47%) lascia un extra solo quando le aspettative sono state pienamente soddisfatte. Quelli più esigenti sono i francesi, che nel 42% dei casi dichiarano di ricompensare camerieri e staff solo in casi di servizio eccellente, come condiviso anche dal 35% degli spagnoli, dal 28% degli inglesi e dal 10% degli italiani.

Mancia: dove si deve dare e dove no