Divieti in spiaggia: ecco le regole da rispettare

In spiaggia non si può fare quello che si vuole, ma bisogna rispettare delle leggi ben precise

Arriva l’estate e le persone iniziano a passare i propri weekend in spiaggia: ma eravate a conoscenza di queste regole da rispettare?

Andare al mare è un piacere per chiunque, ma per far sì che resti tale c’è bisogno che tutti stiano attenti a rispettare poche, semplici regole. Se ognuno dovesse fare come vuole, infatti, in spiaggia regnerebbe il caos e addirittura l’incolumità delle persone potrebbe essere compromessa. Per questo esistono delle leggi che bisogna conoscere per sapere se quella determinata attività che si vorrebbe tanto fare è lecita oppure no. Partiamo dalla più famosa (e osteggiata): ossia la norma che impedisce di fare i falò in spiaggia. Ogni Ferragosto orde di adolescenti tentano il colpaccio, ma sono prontamente fermati dalla polizia che controlla i lidi per scongiurare il rischio d’incendi.

Un altro divieto in spiaggia è quello di improvvisarsi massaggiatori e chiedere del denaro in cambio della propria prestazione. Questo, infatti, è assimilato a una terapia medica e farlo nel modo sbagliato potrebbe compromettere la salute dei bagnanti. Senza contare che il massaggio si verificherebbe in condizioni igienico sanitarie non adeguate al tipo di trattamento.

È vietato anche lasciare l’ombrellone in spiaggia per ritrovarlo già montato il giorno dopo. Questa comodità, unita al fatto che blocca dei posti potenzialmente fruibili da altre persone, è punibile con multe di centinaia di euro. Dato che le spiagge sono uno spazio demaniale, infatti, occuparle arbitrariamente va contro l’articolo 1161 del Codice della Navigazione.

Non è possibile pescare nelle ore in cui le spiagge sono piene di bagnanti, mentre è consentito farlo la mattina presto o la sera quando i lidi sono vuoti. In alcuni posti non è permesso nemmeno giocare a pallone, portare animali, bere alcolici o fumare. Non si può piantare la tenda e fare campeggio libero, e non è concesso acquistare gadget dai venditori ambulanti. Un’altra regola molto particolare è quella che impedisce di raccogliere conchiglie dal bagnasciuga: queste, infatti, fanno parte dell’ecosistema ed è severamente proibito alterarlo per portare a casa un souvenir.

Certo, come tutti sanno, le regole sono fatte per essere infrante. E ogni anno qualche intrepido bagnante cerca di contravvenire alla legge, a volte riuscendoci, altre no.

Divieti in spiaggia: ecco le regole da rispettare