5 cose da fare in Islanda, dalle luci del Nord alla natura selvaggia

Un viaggio nella terra del ghiaccio e del fuoco, benvenuti in Islanda. Ecco le 5 cose da non perdere.

Isola dell’estremo nord, l’Islanda è nota per le sue bellezze naturali. Chi decide di intraprendere un viaggio verso questa destinazione sa già che si troverà davanti paesaggi mozzafiato, vulcanici, sicuramente molto diversi dalla nostra Italia. L’ideale è pianificare un itinerario a tappe in auto (anche se sembra sia molto sicuro perfino fare l’autostop), pochi bagagli…giusto l’essenziale per un’avventura ai confini del mondo seguendo le indicazioni per percorrere il celebre Circolo d’Oro. Ecco le 5 cose da fare immancabilmente una volta lì.

Visitare Reykjavik

È la capitale dell’Islanda nonché la città più popolosa di tutta l’isola. Situata in prossimità del circolo polare artico, è inevitabilmente il vostro punto di partenza e merita una visita. Girarla a piedi è un’ottima soluzione, forse la migliore per poterne scoprire ogni angolo. Da non perdere la chiesa Hallgrímskirkja che con la sua torre, oltre a essere il simbolo di Reykjavik è anche l’edificio più alto di tutto il Paese. In aggiunta ai particolarissimi Perlan e Harpa, due costruzioni che per la loro architettura catturano l’attenzione dei turisti, concedetevi un giro al mercato delle pulci generalmente organizzato durante il weekend vicino al porto.

Rilassarsi a Blue Lagoon

La Blue Lagoon è un suggestivo lago artificiale a circa 40 km da Reykjavik che accoglie le acque dell’area geotermale. È considerata una delle maggiori attrazioni d’Islanda nonché una delle più instagrammabili. Il colore blu intenso è dovuto a una forte presenza di silice, un toccasana per la pelle. Ricordate che vista la forte affluenza di pubblico è bene prenotare in anticipo. Occhio all’igiene: poiché la piscina non è disinfettata col cloro, la doccia è indispensabile e – bando alla vergogna – è obbligatorio farla spogliandosi integralmente. È possibile acquistare dei pacchetti con diversi servizi tra cui l’esclusivo massaggio in acqua.

Vedere la Gullfoss

La Gullfoss è una delle cascate più belle del Paese ed è formata da due salti che scompaiono in un canyon. Il suo essere così spettacolare le è valso il soprannome di ‘regina di tutte le cascate islandesi’. Ad averla resa celebre è anche una curiosa storia legata a una diatriba tra una coraggiosa contadina e una società inglese che voleva costruirvi una diga per alimentare la centrale idroelettrica. Se desiderate saperne di più, una volta sul posto avrete modo di scoprirne i dettagli. Per raggiungerla, seguite i sentieri e potrete camminare in tutta sicurezza verso questa meraviglia.

Assaggiare lo skyr

Anche il palato vuole la sua parte, pertanto chi visita l’Islanda non può esimersi dall’assaggiare lo skyr, un formaggio morbido simile allo yogurt, la cui produzione risale a più di mille anni fa. Pare che già i vichinghi ne fossero golosi consumatori. A oggi, oltre alla versione più classica, ne esistono diverse varianti a base di frutta e aromi, in più fa anche bene all’organismo. Come tirarsi indietro?

Ammirare l’aurora boreale

L’aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più incredibili al mondo ed è visibile solo in prossimità dei due poli terrestri. L’Islanda è una delle mete ideali per ammirarla e sebbene il posto più famoso per gli avvistamenti sia la laguna degli iceberg Jökulsárlón, questa terra è ricca di innumerevoli luoghi scarsamente illuminati perfetti per lasciarsi sedurre da questo spettacolo fatto di bagliori e colori capaci di rendere il cielo teatro di una magia. Indimenticabile.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 cose da fare in Islanda, dalle luci del Nord alla natura selvag...