Valensole: la “valle del sole” dove brillano le lavande

Visitando Valensole a passeggio fra i campi di lavanda, gustando la vista e i profumi di questa perla della Provenza

Piccolo villaggio situato nei pressi del fiume Durance, nel dipartimento delle Alpi dell’ Alta Provenza, Valensole è conosciuto in tutto il mondo per il suo ambiente circostante caratterizzato dal Plateau, un altopiano a poca distanza dalle conosciute Gole del Verdon. Il terreno fertile di questa zona favorisce la semina di girasoli e lo sviluppo di numerosi campi di lavanda, regalando meravigliose distese color viola molto spesso immortalate da fotografi e pittori per descrivere la bellezza della Provenza. Piccolo villaggio situato nei pressi del fiume Durance, nel dipartimento delle Alpi dell’ Alta Provenza, Valensole è conosciuto in tutto il mondo per il suo ambiente circostante caratterizzato dal Plateau un altopiano a poca distanza dalle conosciute Gole del Verdon. Il terreno fertile di questa zona favorisce la semina di girasoli e lo sviluppo di numerosi campi di lavanda, regalando meravigliose distese color viola molto spesso immortalate da fotografi e pittori per descrivere la bellezza della Provenza.

Una leggenda provenzale narra che un tempo una fata di nome Lavandula nata nella montagna di Lure e dai capelli biondi e dagli occhi azzurri cercasse un luogo dove poter vivere. Sfogliando un libro di paesaggi per trovare un luogo che le si addicesse, vide un’illustrazione riguardante le valli spoglie e aride della Provenza e davanti alla tristezza di quel territorio si commosse: così le sue lacrime cadendo sulla pagina la macchiarono di sfumature azzurre come i suoi occhi. Per porre rimedio al danno fatto, la fata Lavandula prese un pezzo di cielo azzurro e lo stese sulla Provenza. Da quell’episodio sempre secondo la leggenda, la lavanda cresce rigogliosa e le ragazze della regione hanno gli occhi blu con sfumature color lavanda che si notano maggiormente sul calar della sera.

Lasciando per un attimo il fascino fiabesco a favore di un concreto bagaglio culturale, occorre dire che questo borgo conta all’incirca 2.500 abitanti. Valensole dicono significhi “Valle del sole”: il nome è calzante e lo si constata quando il sole caldo dell’estate regala favolosi giochi di sfumature brillando sui campi di lavanda, varaibili a seconda dell’ora della giornata.

Oltre ai bellissimi panorami vi incuriosirà anche per alcune perle storico-artistiche che la rendono affascinante ed elegante. Inoltrandoci nel centro storico di Valensole, il Castello de Bars  costruito nel 1627 vi accoglierà con la sua imponenza. Inoltre, troverete la fontana della Piazza Thiers,: è a forma circolare e ha una scultura centrale da cui i getti d’acqua si tuffano nella vasca sottostante. La fontana considerata monumento storico è datata 1734.

Meritevole di una visita la chiesa parrocchiale di Saint Denis alla quale apparteneva anche un chiostro di cui purtroppo rimangono pochi resti; mentre sono ben conservate le fonti battesimali dichiarate anch’esse monumento storico. La navata della Chiesa ricostruita tra gli anni 1789 e 1790 è inserita in una facciata in stile romanico e completata da un coro del XIV. Tutte le abitazioni del centro storico rappresentano il tipico stile provenzale, alcune delle quali risalgono al XVIII secolo.

Sarà piacevolissimo cercare una fra le tante distillerie di Valensole e acquistare il miele alla lavanda, davvero gustoso, oppure un formaggio aromatizzato alla lavanda e ancora il gelato che neanche a dirlo è al gusto di questa meravigliosa pianta: le signore non resisteranno all’idea di farsi coccolare dal sentore dei saponi, delle acque e delle essenze, e magari per portare a casa anche solo un sacchettino per inebriare la casa di questo intenso profumo.

L’occasione più rappresentativa per vivere in pieno lo spirito di Valensole è la “Festa della lavanda”, che permette ai turisti di conoscere i molteplici usi di questa pianta. Inoltre, le signore del luogo indossano costumi tradizionali d’epoca. Passeggiando per le vie del borgo e porgendo mazzolini di lavanda invitano a visitare le coltivazioni e le distillerie. Troverete il simpatico mercatino dove poter acquistare prodotti a base di lavanda e squisitezze gastronomiche. Questa festa che vede arrivare visitatori da tutta la Francia e anche dall’estero, si svolge la terza settimana di luglio, mentre a giugno un altro evento che Valensole offre ai suoi turisti è la “Fete De La Saint-Eloi”, ovvero una giornata interamente dedicata ai cavalli e alle loro attività. Ad agosto invece “Espace du Livre” riunisce scrittori del posto e non, per la presentazione delle loro opere .

L’estate a Valensole è calda e secca, in primavera il clima è mite e l’inverno è freddo ma le temperature non sono mai rigide (oscillano tra i 3°C. e i 13°C). Le piogge sono molto scarse e questo aspetto è molto invitante per i numerosi turisti che scelgono di venire a visitarla. Tuttavia è possibile ritrovarsi sotto un temporale improvviso; ma solitamente sono brevi e una volta passati il sole si leverà sulle distese di lavanda mostrandovi questi piccoli fiori imperlati di gocce pronti nuovamente a farsi baciare dal caldo tepore.

Valensole: la “valle del sole” dove brillano le lavande