Ponti in arrivo: 10 idee originali per le tue gite fuoriporta

Un 25 aprile e un 1° maggio diverso dal solito? Scegli tra queste particolari alternative sparse per tutta Italia

25 aprile e 1° maggio sono sempre più vicini e, come ogni anno, si presenta la solita domanda: come trascorrere il ponte in maniera divertente e – se possibile – originale? Un dubbio che spesso viene risolto dai più in due direzioni: grigliata o pic-nic. Ma bando alla banalità: quest’anno le occasioni per trascorrere un ponte davvero particolare e indimenticabile non mancano.

Cominciamo con qualche proposta all’insegna dell’avventura o del mistero. A Cesano Maderno (MI) il 1° maggio si terrà un’affascinante caccia al tesoro a Palazzo Arese Borromeo: un gioco a squadre da non perdere all’interno del palazzo seicentesco alla ricerca dei suoi tesori. Un modo per trascorrere in maniera unica la giornata di festa imparando qualcosa di nuovo su luoghi e personaggi della nostra storia.

Per chi preferisce la classica gita fuori porta, perché non concedersi un viaggio all’interno di un borgo fantasma? In Calabria c’è Pentedattilo (RC), paesello abbandonato dagli abitanti (ne è rimasto ufficialmente solo uno!) ma in cui resistono le casette incastonate nella pietra adornate dai fichi d’India.

Sul Gran Sasso potreste scoprire invece una perla in Santo Stefano di Sessanio (AQ): pesantemente colpito dal terremoto del 2009, ora il borgo è un “albergo diffuso” con tantissime soluzioni di alloggio, ristoranti e locali tipici che vi faranno sentire per un giorno di essere finiti nel Medioevo.
A solo mezz’ora di cammino, poi, si trova Rocca Calascio: qui troverete il castello diroccato già visto nei film “Ladyhawke” e “Il nome della rosa”. Esattamente uguale a come lo avete visto al cinema.

Spostandosi al nord, è incomparabile l’atmosfera di Consonno (LC): perso nei boschi, il borgo fu concepito negli anni ’60 come una sorta di Paese dei Balocchi con castello, spa, zoo, luna park, pagoda, casinò e pista automobilistica. Una frana nel 1976 isolò il paese, che da allora in pochi anni fu abbandonato. Ora è raggiungibile a piedi ed è possibile vedere i resti di ciò che sarebbe potuto essere e non fu mai: una Las Vegas in Brianza.

Soluzione bucolica, invece, quella di Castello Quistini, dimora storica di Rovato (BS) in cui vi troverete a camminare in un labirinto di ortensie, peonie, frutti antichi e oltre 1.500 rose. Coloratissima anche la proposta sello spazio SET, a pochi passi da Villa Borghese (Roma): qui troverete centinaia di farfalle libere di volare in un enorme giardino, in un percorso naturalistico che vi permetterà di bere un tè in un’atmosfera da fiaba.

Suggestiva anche la soluzione proposta da Cervia (RA), che dal 20 aprile al 1° maggio ospita il Festival Internazionale dell’Aquilone: forme e colori che riempiranno il cielo romagnolo e la vostra giornata.

Altro genere? A Bomarzo (VT) c’è il Parco dei Mostri, anche detto Villa delle Meraviglie: un parco naturale risalente al XVI secolo con incredibili sculture che ritraggono animali mitologici, divinità e mostri. Ancora più suggestiva la processione di Cocullo (AQ), che ogni anno si ripete il 1° maggio: è il giorno dei serpari, con la statua di San Domenico viene portata in processione per le vie del paese addobbata e ricoperta da decine di… serpenti. Questa usanza proteggerebbe la popolazione da varie malattie, soprattutto ai denti. Ma lo spettacolo, per il turista, è assicurato.

Ponti in arrivo: 10 idee originali per le tue gite fuoriporta