Perché andare a Parigi nel 2018: gli eventi mese per mese

Ogni mese è quello giusto per visitare la Ville Lumière dove c'è sempre qualcosa di speciale da fare o da vedere.

Il 2018 è l’anno giusto per andare a Parigi. Ogni mese c’è qualche evento o qualcosa di nuovo da vedere. Anche se l’avete visitata mille volte, non ne avrete mai abbastanza di questa splendida città. Ecco cosa fare quest’anno a seconda del mese in cui decidete di andare.

Gennaio: la parola d’ordine è shopping. L’evento del mese è la Fashion Week (dal 16 al 22): le sfilate sono riservate ai professionisti, ma tutta la città si trasforma in una grande passerella su cui sfilano modelle, celebrity, stilisti e curiosi appassionati di haute couture, in particolare intorno al Grand Palais o al Palais de Tokyo. E se vi viene voglia di fare acquisti, il periodo è quello giusto. ll mese di gennaio si apre con il lancio degli attesissimi Soldes invernali, che partono ufficialmente mercoledì 10, per sei settimane di imperdibili occasioni.

Febbraio: chi va a Parigi dal 2 al 4 febbraio e vuole vivere un’esperienza insolita deve prendere nota di questo nome: Paris Face Cachée. In occasione di questo evento, infatti, vengono aperti al pubblico un centinaio di luoghi solitamente vietati e chiusi, vengono proposte avventure insolite in luoghi pubblici e spettacoli in posti atipici, come la torretta della Gare de Lyon. Storia, arte, fisica, scienza, innovazione, gastronomia… ce n’è per tutti i gusti, basta scegliere il tema, ma il programma rimane caché fino all’ultimo.

Marzo: dal 16 al 19 marzo si svolge Livre Paris, il Salone del Libro, di Porte de Versailles è l’occasione giusta per immergersi nell’affascinante mondo dell’editoria. L’evento letterario più famoso di Francia, che si tiene da più di trent’anni, ha già attirato oltre 1.200 editori e 4.500 scrittori e dato risalto al libro in tutte le sue forme: romanzi, saggi, volumi sull’arte, fumetti, libri per bambini, guide di cucina. È ricchissimo anche il programma gratuito di eventi paralleli, con mostre, laboratori e passeggiate letterarie lungo la Senna.

Aprile: con l’arrivo della primavera, non c’è niente di meglio che uscire all’aria aperta per una corsetta. A Parigi è il momento della maratona. La Marathon de Paris, che si terrà l’8 aprile, parte niente meno che da Avenue des Champs-Elysées per poi proseguire per 42,195 chilometri lungo le strade più belle della città. Conosciuta per essere una delle maratone urbane più suggestive, la corsa passa accanto ad alcuni dei monumenti più emblematici della Capitale francese, toccando Rue de Rivoli, il Louvre, Place de la Bastille e poi lungo le rive della Senna e attraverso il Bois de Vincennes e il Bois de Boulogne.

Maggio: in questo memse nella Ville Lumière fiorisce il design con il Festival du Design – D’Days, un evento gratuito che dura 12 giorni (dal 2 al 14) e che celebra il design francese e internazionale con mostre, workshop e incontri. Il tema di quest’anno è Let’s Play: concentrandosi sulla dimensione del gioco, si metterà in evidenza la capacità del design di reinventare le regole, mescolare le carte e rivedere il nostro “modo di essere” nel mondo, in un’ottica partecipativa e collaborativa.

Giugno: quando arriva l’estate è tempo di musica all’aperto. A giugno la Fête de la musique trasforma Parigi in un enorme palcoscenico. Per tutto il giorno e tutta la notte, un ricco programma prevede l’esibizione di artisti famosi e giovani talenti in tutte le zone della città: strade, musei, giardini, ristoranti, bar, chiese: la musica è ovunque.
Dal 22 al 24 giugno il divertimento musicale continua nel parco Bois de Boulogne con il Festival Solidais: ogni anno le principali star internazionali si esibiscono durante questo evento con l’obiettivo di raccogliere fondi a favore della lotta all’AIDS.

Luglio: a Parigi è il mese della festa nazionale. Il 14, da mattina a sera, la città pullula di iniziative eccezionali che rendono questa commemorazione un momento di festa particolarmente coinvolgente. Uno dei momenti più belli è il grande concerto che si tiene ai piedi della Tour Eiffel, con l’Orchestra nazionale francese, il Coro dei Cantori di Radio France e grandi artisti internazionali. A seguire, intorno alle 23, sguardi all’insù per lo splendido spettacolo pirotecnico a tema, diverso di anno in anno, che conclude alla grande una giornata ricca di emozioni.

Agosto: torna protagonista la grande musica, al Domaine National de Saint-Cloud, con Rock en Seine (dal 24 al 26). Giunto alla XVI edizione, questo appuntamento è imperdibile per gli amanti del rock in tutte le sue sfaccettature, dal punk al metal, passando per pop-rock, new-wave e britpop. Grandi gruppi internazionali e giovani talenti si ritrovano a suonare in un grande mix di ritmi e stili, per far divertire gli oltre centomila appassionati che si danno appuntamento qui ogni anno.

Settembre: Fête de la Gastronomie e Tous au Restaurant sono gli appuntamenti da segnare in agenda per chi passa da Parigi nel mese di settembre. La Festa della Gastronomia è promossa dal Ministère de l’Économie et des Finances in collaborazione con il Ministère de l’Agriculture et de l’Alimentation per celebrare la gastronomia francese, dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Pubblico e professionisti si riuniscono tra degustazioni, pic-nic, workshop e conferenze per rendere omaggio a questo elemento unico (e unificante) della cultura francese. Tous au Restaurant è, invece, la ghiotta occasione per regalarsi un’esperienza culinaria d’eccellenza, senza spendere una fortuna. Il concetto è semplice: per ogni menu acquistato, un altro è in regalo. Per 15 giorni, i ristoranti di Parigi accolgono i loro clienti con una carta a prezzo fisso preparata appositamente per l’occasione.

Ottobre: è tempo di vendemmia e all’originalissima Fête des vendanges di Montmartre partecipano oltre 40 bar e ristoranti del XVIII arrondissement, uniti dalla voglia di celebrare l’antica tradizione vinicola della collina parigina dove da anni si coltivano le vigne e si produce dell’ottimo vino. La vendemmia è accompagnata da degustazioni, balli, passeggiate, concerti, visite e mostre.

Novembre: con l’inverno, a Parigi, arriva la febbre della fotografia. Infatti c’è Foto Fever, la fiera internazionale di fotografia contemporanea al Carrousel du Louvre che permette al grande pubblico e ai collezionisti di conoscere il mondo della fotografia contemporanea, andando alla scoperta di nuovi artisti, nuove tecniche e nuovi orizzonti artistici.

Dicembre: trascorrere il mese delle festività natalizie nella Ville Lumière è sempre una buona idea. Qui il Natale è ancora più magico. Gli Champs Elysées si colorano di luci, giostre e caroselli a ingresso libero, deliziosi mercatini di Natale vendono prodotti artigianali da portarsi a casa come souvenir, le vetrine dei grandi magazzini si vestono a festa per offrire uno spettacolo che incanta e tutta la città accoglie a braccia aperte i visitatori per lasciare in loro un ricordo indelebile.

Perché andare a Parigi nel 2018: gli eventi mese per mese