Cosa vedere a Toronto, elegante città del Canada

Viaggio in Canada: cosa vedere a Toronto, città vivibilissima, piena di verde e a misura di bambino.

Vivibilissima, piena di verde e cultura e opportunità di svago e a misura di bambino, Toronto è la città più grande del Canada. Ma più che ad una frenetica metropoli americana somiglia ad un’affascinante città europea. Raggiungerla è agevole grazie al collegamento garantito con tanti aeroporti italiani.

Sono tante le cose da vedere nella capitale dell’Ontario, affacciata sul lago omonimo. Ma è difficile trovare una cartolina di Toronto priva della Cn (Canadian National) Tower il simbolo della città. Con i suoi 553 metri di altezza è al quinto posto tra le torri più alte del pianeta (è stata in vetta alla classifica per oltre trenta anni, prima che il Burj Khalifa la superasse).

La famosa torre di Toronto fu edificata nei primi anni ’70 del secolo scorso dalla tv canadese che aveva bisogno di un nuova antenna trasmittente e deve il nome allo sponsor che finanziò l’opera, cioè la Canadian National, l’azienda che gestisce le ferrovie canadesi. Grazie ad un ascensore trasparente si può arrivare agevolmente arrivare alla terrazza panoramica e i più coraggiosi potranno camminare spora il pavimento trasparente: vi sembrerà di volare a centinaia di metri da terra.

Per vedere Toronto dall’alto, salite di altri venti piani: qui troverete un ristorante girevole che ogni ora e mezza compie un intero giro rispetto all’asse della torre. Il piano più alto accessibile (il 147esimo) si trova a 447 metri: qui si può godere di una vista mozzafiato della città e degli specchi d’acqua che abbelliscono la pianura circostante. E perfino gli Stati Uniti d’America.

L’altro gioiello architettonico di Toronto è Casa Loma, un castello in stile neogotico, strategicamente posizionato sopra una collina che sovrasta la città. La dimora, risalente ai primissimi anni del secolo scorso, appartenne al milionario imprenditore Henry Pellatt e fu progettata dall’architetto E. J. Lennox: per realizzarla lavorarono oltre 300 operai. Il castello è distribuito su 4 diversi livelli: bellissimi gli arredi e i differenti giardini, con le sculture e le fontane. Il castello è stato utilizzato per musical hollywoodiani.

Cosa vedere nei musei a Toronto? Il Royal Ontario Museum, detto ROM, è il museo più importante del Canada ed è tra i più interessanti musei del pianeta tra tutti quelli dedicati a storia, cultura e scienze naturali; sono oltre sei milioni i pezzi in esposizione permanente. Le gallerie sono una quarantina: famosissime quelle dedicate ai dinosauri, alle culture dell’Asia e alle oltre 600 gemme, cristalli e gioielli. Tante le mostre temporanee (molte delle quali all’avanguardia e innovative) e gli eventi in programma, oltre a film, concerti e spettacoli teatrali offerti nel museo.

E c’è poi l’Art Gallery of Ontario, il museo di Toronto dedicato alle opere d’arte sia antiche che moderne e contemporanee, dove vengono esposti i capolavori di mostri sacri come Magritte, Degas, Monet, Picasso Warhol, ecc. Fu fondata nei primi anni del XX secolo e inizialmente venne chiamata “The Grange”; negli anni ’70 ci fu una prima ristrutturazione e la successiva, molto recente, si deve all’archistar Frank Gehry. La collezione si è impreziosita ulteriormente dopo le donazioni dello scultore Henry Moore.

Il St. Lawrence Market secondo il National Geographic è un’altra cosa da vedere a Toronto perché è la struttura dedicata al commercio degli alimenti migliore del mondo. Il mercato è suddiviso in tre spazi: c’è quello riservato agli agricoltori il sabato e agli antiquari la domenica. Il secondo è quello destinato agli oltre cento produttori alimentari di frutta, verdura e latticini e che ospita anche luoghi destinati ad accogliere spettacoli e ristoranti. L’ultimo è la St. Lawrence Hall, location privilegiata per i ricevimenti nuziali, eventi e spazi commerciali.

Fuori Toronto a un’ora e mazza di viaggio in auto, c’è una delle attrazioni turistiche più visitate al mondo: le cascate del Niagara, maestoso spettacolo della natura tra l’Ontario e lo Stato di New York. Sulle cascate circola una leggenda, quella della principessa Lelawala costretta a nozze combinate contro il proprio volere, anche se innamorata di He-No la divinità dei tuoni e dei fulmini. La fanciulla raggiunse le cascate con una pagoda e dalla disperazione si lanciò nel vuoto, ma fu catturata da He-No durante il volo. I loro spiriti sopravvivono, secondo il mito, nel vapore delle acque che oggi avvolge le cascate e attrae ogni anno milioni di turisti.

Cosa vedere a Toronto, elegante città del Canada