Cosa vedere a Portofino e nei dintorni: arte, natura e mare

Viaggio sulla costa ligure: cosa vedere nel Parco naturale di Portofino; una sosta sulle spiagge di Paraggi e la bella San Fruttuoso.

La riviera ligure accoglie ogni anno migliaia di turisti, sia italiani che straniere, nei sui stupendi borghi affacciati sul mare, tra i più belli d’Italia. In questa guida, andremo alla scoperta di Portofino, uno di questi bei borghi marinari della Liguria, attraverso un tour sui sentieri naturali del Parco regionale in cui è immersa e tra le spiagge e le ricchezze artistiche che si trovano nei dintorni.

Nel borgo più antico di Portofino si trova la bella chiesa di san Martino, una chiesa molto cara agli abitanti della cittadina. Venne costruita intorno al XII secolo in onore del grande san Martino di Tours. Per raggiungere l’entrata dovrete salire la bella scalinata che si trova di fronte alla facciata.

Non è una chiesa molto grande, ma è finemente decorata, sia lungo le pareti, dove si possono ammirare bei quadri, sia nello splendido soffitto, abbellito da affreschi molto colorati. Gustate ogni sua parte, proseguendo fino alla zona del presbiterio, per fare tesoro dei colori e dell’arte dei genovesi, alcune opere dei quali sono qui custodite.

Iniziate una bella escursione nel Parco naturale regionale di Portofino, che salvaguarda e valorizza i territori dei comuni di di Portofino, di Camogli e di Santa Margherita Ligure. Dal centro città si apre una via che conduce in primo luogo alla tipica chiesa di san Giorgio.

Il luogo di culto venne eretto nel XII secolo e costruito in stile romanico, nei pressi di una piccola cappella che si pensa risalga all’epoca dei Longobardi. La riconoscerete per la facciata di color arancione acceso e la facciata laterale in pietra grigia. All’interno vi colpirà la tonalità color oro del crocifisso e dell’altare in un ambiente dove il bianco domina e fa risaltare ogni sfumatura di colore.

Proseguendo l’escursione, raggiungerete dopo pochi minuti il Castello Brown, una chicca architettonica, storica e panoramica di Portofino. Da qui potrete ammirare da una posizione vantaggiosa il Golfo di Rapallo e la costa opposta. Si tratta di una posizione privilegiata ed è per questo che tanti la scelgono quale location per matrimoni o ricevimenti.

Visitate il castello di Portofino: il primo piano presenta alcuni arredi originali; salendo ammirate poi lo splendido giardino, sul terrazzo, camminando su una scala molto bella contornata da maioliche che arredano le pareti, come spesso si può vedere nel mondo arabo. In alcuni periodi potrete visitare anche le diverse mostre d’arte che questo castello accoglie.

Fate ancora qualche scatto da quassù per poi incamminarvi lungo l’ultimo tratto di sentieri, un po’ più lungo del precedente, e arrivate al noto faro di Portofino. È posto sulla sommità di un promontorio a strapiombo sul mare, sul punto più estremo di Portofino.

Una volta arrivati qua potrete godere di una delle viste migliori di tutta la città; dirigetevi verso la spiaggia libera vicina o fermatevi al panoramico Faro Lounge Bar, dove si gustano golosi gelati e ottimi drink osservando le onde del mare, da una posizione assolutamente unica.

Per quanto riguarda le spiagge dei dintorni di Portofino, ve ne indichiamo qualcuna sia in città che nei pressi, ma in ogni caso facilmente raggiungibili. Partendo dal nord, potete calpestare la sabbia fine delle spiagge della Baia di Paraggi, situata nel comune omonimo di Paraggi. È una rarità trovare delle spiagge non sassose in Liguria, quindi approfittatene per trascorrere una giornata di sole e di mare.

Qui si può fare snorkeling lungo le pareti rocciose che circondano la baia, in acqua dai colori verde e azzurro. Se poi avete voglia di passare una serata elettrizzante, potete fermarvi prezzo Le Carillon, un noto locale di Paraggi dove troverete sia una zona ristorante, per gustare un’ottima cena a base di pesce, magari accompagnata da un  vino locale ligure, e anche una discoteca, per valorizzare la vostra serata estiva.

Una seconda zona marittima dove fare il bagno è la costa di San Fruttuoso, raggiungibile attraverso il mare (informatevi presso l’attracco delle imbarcazioni a Portofino) oppure in auto. Il tragitto via terra è di circa 9 chilometri (un po’ scomodo perché bisogna risalire prima verso nord, fino a Santa Margherita Ligure). Un’altra possibilità è quella di fare una bella escursione a piedi nel Parco regionale e percorrere un tratto di circa 5 chilometri.

A San Fruttuoso potrete fare il bagno nelle splendide acque della baia e i più intrepidi subacquei possono nuotare in profondità fino ad ammirare l’affascinante statua del Cristo degli abissi, collocata proprio sul fondale marino.

Alle spalle della spiaggia è però impossibile non notare la grande Abbazia di San Fruttuoso, un’abbazia benedettina costruita nel 1100 e degna assolutamente di una visita. Essa fu originariamente un luogo di preghiera; divenne poi abitata da marinai e, sotto la famiglia Doria, vennero ricostruite alcune sue parti. Da un po’ di anni il FAI sta curando questo gioiello culturale e architettonico per renderlo accessibile e fruibile al meglio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa vedere a Portofino e nei dintorni: arte, natura e mare