Cosa fare a Sanary sur Mer, borgo marino della costa provenzale

Itinerario di visita di Sanary sur Mer, splendido borgo marino di Provenza famoso per le spiagge, il surf e… gli scrittori e letterati tedeschi!

Sanary sur Mer è una splendida cittadina di 17.000 abitanti situata nel cuore della Costa Azzurra a circa 40 chilometri da Marsiglia e 110 da Nizza, all’interno del dipartimento francese della Provenza. Questa località di mare è considerata una delle città più soleggiate di tutta la Francia, con una media di soli 61 giorni di pioggia annui, e un clima che ricorda quello della Sicilia.

Le caratteristiche meteorologiche e la splendida costa provenzale, fatta di suggestive calette, piccole spiagge e acque pulitissime rendono Sanary sur Mer un’ambita meta per il turismo balneare di tutta Europa. Inoltre, la particolare conformazione della costa fa sì che il vento di Maestrale proveniente dalla valle del Rodano si incanali sulla costa creando le condizioni perfette per sport acquatici come il surf, il windsurf e il kite surf.

Oltre queste attrazioni turistiche legate al mare, Sanary sur Mer è famosa per essere stata la città adottiva di numerosi scrittori, letterati e intellettuali tedeschi in fuga dal nazismo durante gli anni Trenta del Novecento. Sanary sur Mer divenne una vera e propria piccola capitale letteraria ospitando personalità come Bertolt Brecht, Egon Erwin Kisch, Thomas Mann, Ludwig Marcuse, Joseph Roth, Franz Werfel e sua moglie Alma Mahler vedova di Gustav Mahler, Lion Feuchtwanger e Arnold Zweig.

Con lo scoppio della seconda guerra mondiale il governo francese guardavo con sospetto questa enclave tedesca nel suo territorio al punto che alcuni vennero persino internati in campi di concentramento. Quando la Francia venne invasa dalla Germania nazista nel 1940 il gruppo di intellettuali era già stato costretto a fuggire e gli unici rimasti vennero catturati e deportati nei campi di lavoro in Polonia.

Dopo un lungo oblio questa avvincente storia della piccola repubblica delle lettere di Sanary sur Mer negli anni Trenta venne riscoperta solo negli anni Novanta e in onore di quegli illustri ospiti è stata dedicata una grande lapide nei pressi dell’ufficio del turismo della città.

In questa guida scopriremo le mete da non perdere e le attrazioni più interessanti in un viaggio a Sanary sur Mer. E una visita a Sanary sur Mer non può iniziare che dal suo suggestivo porticciolo, situato in una insenatura naturale che rientra per parecchie decine di metri dalla costa.

Il lungomare del porto è la passeggiata più bella di tutta la regione circostante, dove si possono ammirare le tipiche barche dei pescatori colorate di sgargianti livree e cariche di banderuole che si gonfiano al vento. Sul lungomare si affacciano anche i migliori ristoranti della città, il bell’edificio neoclassico del Municipio e la graziosa Place de la Liberté, la principale piazza cittadina dove potersi sedere ad ammirare il mare.

Per scoprire il volto più autentico di Sanary sur Mer bisogna svegliarsi presto la mattina e aspettare che i pescatori tornino al porto sui loro pointus, le piccole imbarcazioni tradizionali, carichi di pesce appena pescato per venderlo ai ristoratori locali.

Un’altra attrazione da non perdere in questo senso è il mercato settimanale, che si svolge ogni mercoledì sotto la splendida cornice dei platani che circondano Place estienne d’orves. In questo mercato si possono trovare i deliziosi prodotti tipici della produzione gastronomica provenzale, soprattutto formaggi di alta qualità.

L’attrazione principale di Sanary sono le sue belle spiagge sabbiose, il luogo ideale dove passare una splendida giornata all’insegna del relax, dei tuffi in un mare meraviglioso e degli sport acquatici. La spiaggia più celebre e frequentata della città è la splendida Plage de Portissol, situata appena oltre il promontorio alla bocca del porticciolo, e perfetta soluzione per chi vuole ammirare il meglio della Costa Azzurra. Durante le giornate estive, in alta stagione, la spiaggia tende ad essere affollata, ma la sua bellezza vale il prezzo di svegliarsi presto e godersi un po’ di pace.

Le altre spiagge da non perdere a Sanary sur Mer si trovano nella zona ad est rispetto al porticciolo, dove inizia una lunga distesa di sabbia che prosegue per oltre un chilometro seguendo la dolce curva della costa. Queste spiagge sono intervallate da piccoli moli che si allungano verso il mare e permettono di avere punti perfetti per la pesca o per ammirare le evoluzioni dei surfisti che sfidano le onde nelle giornate più ventose.

Buona parte delle spiagge è ad accesso libero e solo nella spiaggetta più esterna rispetto alla città si trovano alcuni stabilimenti balneari. Questa zona è molto comoda poiché ad un passo dalla spiaggia si è già in pieno centro storico dove si possono trovare tutti i servizi turistici, bar e numerosi locali.

Tornando al centro storico di Sanary sur Mer vale la pena fare un breve tour delle sue attrazioni storiche e culturali più rilevanti: Chapelle Notre-Dame-de-Pitié, Église Saint-Nazaire, la Tour Romane e il Musée Frédéric-Dumas.

La Chapelle Notre-Dame-de-Pitié e l’Église Saint-Nazaire sono le chiese principali della città, la prima si trova su una collina a poca distanza dal centro, da dove si può ammirare una splendida vista di tutta la costa ed è una delle più interessanti testimonianze del Cinquecento in Provenza; mentre la seconda è una suggestiva costruzione neogotica, realizzata nel Novecento sul sito dell’antica chiesa distrutta durante la guerra.

La Tour Romane è una struttura difensiva risalente al XIII secolo, oggi inglobata in edifici di epoche successive, che testimonia il passato di una città sotto la continua minaccia degli attacchi dal mare. All’interno della torre è ospitato il suggestivo Musée Frédéric-Dumas, con una ricca collezione di reperti ritrovati nel corso di scavi sottomarini effettuati nel porto di Sanary sur Mer e una mostra dedicata all’attrezzatura usata nella storia per immergersi nelle profondità del mare.

Cosa fare a Sanary sur Mer, borgo marino della costa provenzale