Ponte di Legno: le attività da fare in inverno

Cerchi nuove idee per le tue vacanze invernali? Scopri cosa vedere e cosa fare ad alta quota

Ponte di Legno, comune italiano situato all’estremità settentrionale della Valle Camonica, è una delle mete invernali preferite dagli amanti dello sport. Ponte di Legno, infatti, è una località molto rinomata per lo sci e vanta il titolo di prima stazione italiana di turismo e sport invernale da parte del Turing Club italiano.

Può stupirci scoprire che proprio Ponte di Legno è una delle località più amate da un famoso attore hollywoodiano. È stato Edward Norton a rivelare questa sua predilezione, nel corso della presentazione del suo ultimo film Motherless Brooklyn alla Festa del Cinema di Roma. La suggestiva destinazione turistica è, a suo dire, il luogo perfetto per ricaricare le batterie tra un film e l’altro, ed è qui che ha trascorso alcune vacanze con la sua famiglia – sua moglie e i loro due figli.

L’ubicazione di Ponte di Legno è davvero singolare, in quanto la località si trova tra il corso d’acqua torrenziale del Narcanello e quello del Frigidolfo; proprio per la notevole presenza di acqua, questa zona, è stata spesso soggetta ad opere di bonifica per favorire l’agricoltura e, successivamente, il turismo. Storicamente parlando, Ponte di Legno, fu dapprima sotto il controllo dei Romani e, più tardi, venne invasa dai Longobardi, i quali fecero una grande opera di cristianizzazione. Sotto il controllo di Federico Barbarossa, poi, il Passo del Tonale divento il punto strategico utilizzato dal re per controllare ogni genere di passaggio. In inverno, le nevicate in Val Camonica sono molto abbondanti e frequenti; spesso la neve resta sulle vette più alte anche per lunghi periodi.

In estate, invece, la località è molto ventilata, ragione per cui questo luogo accoglie milioni di turisti tutto l’anno. Sotto il punto di vista turistico, la ragione per la quale i visitatori scelgono di raggiungere questa località, è chiaramente l’amore per lo sci: questo comune è infatti uno dei primi fra le più importanti mete sciistiche in Italia ed è dotato di ottime piste che collegano Ponte di Legno al Passo del Tonale. Sciare a Ponte di Legno è un must, non a caso è proprio questa la sede sciistica più importante e famosa a livello internazionale di tutta la Lombardia: le piste si estendono oltre 80 km, con la possibilità, anche per i meno esperti, di poter imparare a sciare. Dunque, l’inverno a Ponte di Legno, è perlopiù all’insegna dello sport e del divertimento: che si tratti di snowboard o di sci alpino troverete sicuramente l’attività più adatta a voi.

Tutte le attività invernali da svolgere a Ponte di Legno

Grazie anche alle frazioni del Passo del Tonale e dell’adiacente comune di Temù, Ponte di Legno vanta dagli 80 ai 100 km di piste attrezzate con moderni impianti di risalita e, oltre allo sci, è possibile praticare ciclismo, sia in ambito professionale che dilettantistico, lungo i percorsi che conducono al Passo Gavia. Il comune di Ponte di Legno è infatti famoso per essere stato attraversato, in più occasioni, dal Giro d’Italia, senza dimenticare l’organizzazione di corse sportive su strada.

Il Passo del Tonale, infatti, offre la possibilità agli amanti dello sport di praticare lo scii, grazie agli infiniti km di piste. Esso è uno dei più importanti valichi alpini e divide le Alpi dell’Aadamello e della Presanella da quelle dell’Ortles, mettendo in comunicazione l’Alta Valle. In inverno la zona del Passo del Tonale è l’ideale per chi pratica lo sci in discesa grazie alle piste del consorzio Adamello Ski, il quale identifica il comprensorio turistico dell’Alta Val di Sole e della Valle Camonica, fra Trentino e Lombardia. Lo Skipass permette inoltre di usufruire di tutti gli impianti dell’area, comprese le scuole di sci con lezioni dedicate anche ai più piccoli.

Questo polo sciistico offre una vasta gamma di percorsi suddivisi in molteplici livelli di difficoltà, dalle discese lungo il Ghiacciaio Presena, fino alle piste che conducono alla località di Ponte di Legno. Dal Passo del Tonale, in inverno, partono poi diversi itinerari escursionistici di grande interesse e bellezza, i quali permettono ai turisti di godere di panorami mozzafiato e di assaporare l’atmosfera delle Alpi Retiche. Moltissime sono le escursioni, come per esempio quelle che da Ponte di Legno conducono Precasaglio, Pegrà, la Val Sozzine, Val Canè e al lago del Montirolo.

Uno degli itinerari più noti è sicuramente è il “sentiero dei fiori”, molto impegnativo da intraprendere; si sviluppa fino a 3.000 metri di quota ed offre una vista spettacolare sulle vette dell’Adamello e dell’Ortles-Cevedale. Da menzionare è sicuramente anche il “sentiero della pace”, il quale permette di toccare con mano le difficoltà, ma anche le bellezze naturali di questo luogo. È molto interessante ricordare che proprio qui, ancora oggi, sorge un antico ospizio con tanto di monastero dedicato a San Bartolomeo. Per secoli, le vaste distese verdi del Tonale, furono luogo di transumanza di grande importanza per i pastori camuni e solandri. Inoltre, fu campo di battaglia durante la prima guerra mondiale tra le armate francesi del generale McDonald e le truppe imperiali tirolesi, con la vittoria di quest’ultime.

In inverno, a Ponte di Legno, è molto diffuso anche il cosiddetto “sladdog”, le attività con slitta trainate dai cani, oltre alle lunghe ciaspolate lungo tutto il tratto alpino. Se invece volete rilassarvi e godervi il panorama montano, la seggiovia è sicuramente ciò che fa al caso vostro: potrete raggiungere fino a 2.500 metri di quota e gustarvi un piatto caldo in uno dei tanti rifugi della zona! E per gli amanti del golf, Ponte di Legno mette a disposizione anche in inverno, un campo dove praticare questo sport oltre alla pallacanestro, pallavolo, tennis e karate.

Si tratta di un circuito adatto a tutti i tipi di giocatore, dotato di 18 buche a 1.500 metri di altezza. Anche la mountain bike è un’attività molto diffusa tra i turisti a Ponte di Legno: in Val Camonica, infatti, vi è una pista ciclabile inaugurata nel 2012 che collega il paese a Vezza D’Oglio, estendendosi lungo l’omonimo fiume per circa 12 km. Un’ occasione imperdibile per trascorrere un pomeriggio in mezzo alla natura!

Cosa fare a Ponte di Legno: i parchi e la gastronomia tipica

Per chi invece desidera trascorrere una vacanza più tranquilla e all’insegna del relax, il Parco naturale Adamello Brenta ed il Parco dello Stelvio costituiscono l’alternativa ideale. Quest’ultimo, in particolare, è uno dei più antichi Parchi d’Italia in quanto fu istituito nel 1935, con lo scopo di preservare la flora e la fauna locale. Questo Parco organizza molteplici attività destinate a turisti e residenti: si spazia da conferenze tenute da esperti ad escursioni condotte dalle Guide del parco, fino a laboratori didattici per famiglie presso le strutture del luogo.

Tutte queste attività permettono ai visitatori, grazie alla voce degli esperti, di godere della bellezza del Parco e di entrare in stretto contatto con la natura. Se ci si vuole concedere una pausa dalla routine montana, è possibile rimanere in paese, qui la noia non esiste: numerose sono le piscine coperte e le moderne palestre che si trovano nel cuore dell paese e altrettanti sono i locali tipici dove gustarsi un aperitivo tutto italiano con i tipici sapori del luogo.

Il centro conta anche con molti negozi ormai storici, non solo di abbigliamento, ma anche vecchie gastronomie, gelaterie, panetterie che hanno aperto i loro battenti negli anni d’oro. Sebbene ad oggi questa località sia diventata quasi un lusso per pochi, risulta essere davvero il luogo ideale per concedersi una pausa dallo stress cittadino, lontano dal caos. E per coloro che desiderano deliziare il proprio palato con le specialità del luogo, è bene sottolineare che Ponte di Legno e la Valle Camonica offrono una cucina degna di nota.

Dimenticatevi il fast-food e lasciatevi trasportare dall’inconfondibile profumo dei piatti tipici del posto! Da provare, senza ombra di dubbio, la polenta di grano saraceno, lo stinco di maiale ed i succulenti affettati di ogni tipo, forma e colore. Tra i salumi spiccano chiaramente quelli realizzati con la carne di capriolo e suino, più precisamente la salsiccia. Ma anche trippa, minestra d’orzo, casoncelli, formaggi di vario tipo e gnocchi sono all’ordine del giorno nei locali tipici di Ponte di Legno e nei rifugi ad alta quota.

Fra le produzioni tipiche vogliamo menzionare anche quella dell’olio d’oliva, di origine antica, e le produzioni di pasta e cereali, dalle quali deriva poi la tradizionale polenta di grano saraceno. Altra produzione tipica è quella del miele d’acacia, ricavato dai fiori di obinia pseudoacacia, di colore giallo chiaro e dal sapore delicato.

Gli eventi da non perdere a Ponte di Legno

Infine, tra gli eventi che si tengono a Ponte di Legno, vi sono quelli di tipo folkloristico: in occasione del 2 novembre, ogni anno, per la commemorazione dei defunti, avviene la distribuzione gratuita del sale. Da non dimenticare sono le passeggiate eno-gastronomiche per gli amanti del cibo, le sfilate di moda, i concerti e l’appuntamento fisso con la manifestazione “Ponte di Legno Sky Night”, la quale coniuga il panorama della montagna con lo sport, perfetto anche per trascorrere il Capodanno.

Nella frazione di Pezzo, in alta Val Camonica, si svolge il Palio delle contrade: tutti i quartieri si sfidano in varie gare per aggiudicarsi il trionfo in città. Sempre in questa località, molto sentite sono le feste in onore della Madonna della Neve e dei Santi Pietro e Paolo, con relativa sagra. Si tratta di feste e manifestazioni molto importanti per gli abitanti della zona, in quanto mantengono vivo lo spirito della città di un tempo, nonostante la modernizzazione e le evoluzioni tecnologiche siano ormai arrivate anche ad alta quota!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ponte di Legno: le attività da fare in inverno