Cosa vedere a Bolsena oltre alla Festa Medievale

Famoso per la sua Festa Medievale, Bolsena è uno splendido borgo del Lazio costruito sull'omonimo lago: ecco cosa ha da offrire

Bolsena, poco più di 4000 abitanti in provincia di Viterbo, è soprannominata “la città del miracolo eucaristico“: si dice che sia iniziata qui la solennità del Corpus Domini. Ma, quest’angolo del Lazio, ha moltissimo da offrire. A cominciare da una Festa Medievale unica nel suo genere.

In programma ogni anno ad agosto, la Festa Medievale di Bolsena è tutto un susseguirsi di rievocazioni storiche, spettacoli folcloristici e cene con menù a tema per le vie del borgo, costruito sulle rive dell’omonimo lago. Cosa rievoca, la festa? L’assedio della città per mano di Ludovico IV, detto “Il Bavaro”, il 10 agosto 1328: l’imperatore volle assaltare la Rocca Monaldeschi, ma i cittadini resistettero con tenacia e con coraggio e lo costrinsero ad arrendersi dopo soli cinque giorni.

Tuttavia, Bolsena offre molto di più della sua Festa Medievale. Costruito sulle rive del lago di Bolsena – il più grande lago vulcanico d’Europa -, questo borgo d’origine etrusca ruota attorno al Castello Monaldeschi, ottimamente conservato e sede oggi del Museo Territoriale del lago di Bolsena, con la sua collezione di reperti archeologici atti a documentare l’evolversi delle civiltà qui nate e vissute. Il principale monumento della cittadina è però la Collegiata di Santa Cristina, che ingloba quattro chiese d’epoca diversa: è nella sua parte più antica che, nel 1263, avvenne il miracolo del Corpus Domini, ancora oggi celebrato – ogni anno – con una processione.

Bolsena

Ci sono poi, a Bolsena, le catacombe, i teatri, un acquario d’acqua dolce. Ma, soprattutto, c’è la possibilità di esplorare il territorio circostante con splendide passeggiate ed escursioni in bicicletta, e di vivere quel suo lago spettacolare che è il quinto più grande d’Italia, e che si è formato oltre 3000 anni fa dal collasso calderico di alcuni vulcani dei monti Volsini. È lungo le sue acque, che sorgono alcuni tra i più bei borghi del Paese, imperdibili da visitare in caso si decida di trascorrere una vacanza a Bolsena: Capodimonte, Montefiascone (da cui godere del più bel panorama sul lago), Marta col suo porto di pescatori, Gradoli (costruito su uno sperone di tufo, all’interno del recinto craterico), Grotte di Castro.

Dalla forma ellittica, il lago di Bolsena è perfetto per la pesca. Che, qui, avviene secondo metodi antichi: i pescatori, rimanendo in piedi su vecchie barche, si muovono utilizzando remi asimmetrici che fanno anche da timone (anche se oggi sono ampiamente diffuse le barchette a motore). Vederli all’opera ha un che di magico, come ogni cosa in quest’angolo del Lazio.

Lago di Bolsena

 

Cosa vedere a Bolsena oltre alla Festa Medievale