Mussomeli, piccolo borgo che ha conquistato gli stranieri

Case a 1 euro per salvare la storia del paesino nel cuore della Sicilia

Nel cuore della Sicilia, in cima alle colline che svettano a circa un’ora dalla costa meridionale, e dal mare cristallino, c’è un borgo in cui il tempo sembra essersi fermato. Qui c’è voglia di rivincita e desiderio di rinascita, per questo stanno nascendo progetti di ripopolamento che tanto piacciono agli stranieri. Stiamo parlando di Mussomeli, in provincia di Caltanissetta, uno dei tanti paesi della Sicilia che ha rigenerato il suo centro storico vendendo case abbandonate agli stranieri al prezzo di un caffè. Un euro e, stando a qualche semplice regola imposta dal Comune, la casa è tua, purché conservi la storia e l’essenza del luogo. Tra le condizioni per poter avere una dimora nel meraviglioso centro siciliano, è necessario mantenere la facciata originale delle abitazioni, e il processo di pianificazione è strettamente controllato in modo che i nuovi proprietari non possano apportare modifiche non in linea con l’area.

La rinascita di Mussomeli: case a 1 euro

Agli stranieri, si sa, l’Italia entra facilmente nel cuore. Se poi, con un esborso di 1 euro si può avere addirittura un appoggio nel pieno centro storico di un ameno paesino arroccato sulle colline siciliane e circondato dalla macchia mediterranea, il gioco è fatto. Grazie il piano di “case a 1 euro”, a Mussomeli è stato possibile avviare un iter di rigenerazione urbana del tessuto cittadino, proprio qui dove, dalla seconda guerra mondiale, la gente partiva e lasciava case abbandonate senza far più ritorno.  Mussomeli ha così incantato gli stranieri: si trova a 700m sul livello del mare. Quasi ogni casa del centro storico gode di una vista incantevole. Il sole non manca mai: piove solo 20 giorni l’anno e il panorama è unico. Il recupero del centro storico consentirà di dare impulso alle attività produttive locali,

Cosa vedere a Mussomeli

Il centro storico, un susseguirsi di case in pietra che sembrano comporre un presepe, vanta origini puniche. Si suppone che già in epoca pre-ellenica qui ci fossero insediati Sicani e Siculi. I siti archeologici nei dintorni di Mussomeli, che possono essere visitati come il sito di Polizzello, passeggiando tra i sentieri nella macchia mediterranea, lo testimoniano. Dopo aver fatto qualche passo tra le viuzze del centro storico, si raggiunge il magnifico Castello dei Chiaramonte, che domina la valle da uno sperone roccioso di 778 metri. In stile gotico-normanno,è stato  costruito su una precedente fortezza araba, ed è soprannominato “Il nido D’Aquila”. Da ammirare anche Palazzzo Trabia, Palazzo Langela, Palazzo Minneci e Palazzo Sgadari (quest’ultimo adibito a museo archeologico, con resti da Polizzello e da Raffe). Meritano una visita la chiesa madre di San Ludovico ed il Santuario dedicato a Maria SS. dei Miracoli, e l’attiguo chiostro.

Veduta del bel borgo

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mussomeli, piccolo borgo che ha conquistato gli stranieri