I borghi di mare più belli d’Abruzzo

Sulle cime dei monti a ridosso del mare abruzzese sorgono alcuni borghi molto pittoreschi

L’Abruzzo è una regione conosciuta per i parchi, i monti e il suo entroterra, ma ha anche una costa affacciata sul mare lunga ben 130 chilometri. Il territorio montuoso abruzzese si interrompe bruscamente per gettarsi nelle acque del Mar Adriatico e sui cucuzzoli dei monti si possono scorgere alcuni dei borghi più belli dell’Abruzzo con vista sulla costa e le acque turchesi.

I borghi vista mare più belli dell’Abruzzo

Ecco quali sono i borghi abruzzesi più belli con vista sul mare.

San Vito Chietino

San Vito Chietino si erge su uno sperone roccioso affacciato sulla Costa dei Trabocchi. Il trabocco più antico è quello di Punta Turchino, descritto anche da Gabriele d’Annunzio in uno dei suoi più celebri romanzi, Il trionfo della morte.

Il borgo racchiude numerosi punti di interesse, come l’eremo dannunziano o l’eremo delle Portelle, dove soggiornò s’Annunzio nell’estate del 1889. Da vedere anche la cinta muraria, il sito archeologico di Murata Bassa, numerose chiese e alcuni splendidi palazzi monumentali come Palazzo Tosti, Palazzo Renzetti, Palazzo d’Onofrio, Palazzo Altobelli e alcune case Liberty.

Città Sant’Angelo

Più che un borgo, Città Sant’Angelo, nella lista dei Borghi più belli d’Italia, è una cittadina e bisogna cercare il centro storico facendosi largo tra gli edifici più recenti sorti sulla collina. Da un belvedere naturale su cui è stato costruito il borgo, si gode di una vista magnifica sui monti della Maiella, del Gran Sasso e sulla costa di Pescara.

Con una pianta a spina di pesce, è il classico borgo medievale dalle stradine chiamate “ruve”, che intersecano il lungo corso che taglia in due il centro storico.

Rocca San Giovanni

Il borgo di Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti, sorge tra collina e mare ed è circondato da uliveti, vigneti e aranceti affacciati sulla Costa dei Trabocchi.

Il borgo spunta su uno sperone roccioso ed è circondato da mura del XIII secolo ancora in parte visibili e su cui è possibile passeggiare grazie a un delizioso camminamento. Nel centro storico si visitano la Chiesa di San Matteo, in stile Romanico, dove sono visibili le originarie arcate gotiche; l’ottocentesco Palazzo comunale e il torrione medievale che fa parte della cinta muraria.

Il borgo ha interessanti edifici ottocenteschi, come Palazzo Colizzi, quasi tutti con grandi giardini interni e qualcuno con balconi di ferro battuto affacciati sui vicoli.

Ortona

Ortona se ne sta sulla sommità di un rilievo roccioso e domina dall’alto tutto il territorio circostante. Si affaccia sulla Costa dei Trabocchi, dove bellissime spiagge e un mare limpido accolgono ogni estate centinaia di turisti. Questo piccolo borgo di 24 mila abitanti è una delle località balneari più apprezzate d’Abruzzo e vanta splendide spiagge come Lido Riccio e Lido dei Saraceni.

Il simbolo del centro storico è Castello Aragonese, oggi sede di una famosa azienda vinicola produttrice di vini locali.
Da vedere la chiesa di Santa Caterina e la chiesa di Santa Maria di Costantinopoli.

Colonnella

Il borgo di Colonnella è uno dei posti più belli da visitare in Abruzzo con le sue intricate e tortuose stradine e scalinate che ricamano il centro storico. La borgata si trova in provincia di Teramo e offre ai turisti punti panoramici incantevoli, tante piccole piazzette e edifici storici di grande valore, come la chiesa dei Santi Cipriano e Giustina che conserva opere d’arte preziose, come la Statua Lignea della Madonna del Suffragio.

Passeggiando per il centro storico, è possibile ammirare la torre dell’orologio, la Fonte Vecchia – situata in contrada Giardino – la Fonte Ottone e gli antichi palazzi nobiliari Volpi, Marzi, e Pardi.

Ogni anno, nella seconda domenica di luglio, ha luogo la Festa dei Manoppi, una celebrazione religiosa in onore della Madonna Santissima del Suffragio che prevede la processione della statua ma anche una parte più gogliardica e divertente con la sfilata dei carri addobbati con covoni di grano trainati da buoi agghindati da nastri colorati e chiassosi campanacci.

Martinsicuro

Martinsicuro è un piccolo borgo di mare situato nella Val Vibrata, chiamata anche la Valle dell’Eden. Fa parte di quelle che vengono definite le sette sorelle, le località della costa di Teramo (Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina e Martinsicuro).

Qui ci sono alcuni degli stabilimenti balneari meglio attrezzati della costa teramana con spiagge dalla sabbia dorata e bagnate dall’acqua cristallina del Mar Adriatico. Il cuore cittadino si trova nel centro storico, dominato dal cinquecentesco Torrione di Carlo V al cui interno è stato allestito l’Antiquarium di Castrum Truentinum, un interessante museo archeologico che conserva reperti archeologici risalenti alla preistoria. Ed è proprio intorno a questo storico edificio che si sviluppa tutto il borgo di Martinsicuro.

Per chi ama la vita all’aria aperta, questo piccolo borgo marittimo d’Abruzzo è attraversato dal Corridoio Verde Adriatico, un percorso ciclabile ancora in corso di realizzazione che collegherà la foce del Po alla Puglia.

 

I borghi di mare più belli d’Abruzzo