Viaggio in Brasile: qual è il periodo migliore per visitare le zone del Paese

Vediamo quali sono le motivazioni e il miglior periodo per fare un viaggio in Brasile

Il Brasile è sempre stata per gli italiani e non solo, una terra ricca di fascino che nasce dalla presenza, in questi territori, di diversi fattori interessanti. Questa nazione ha un territorio sconfinato ed è caratterizzata da sole, mare e spiagge bellissime e conosciute da tantissime persone. Inoltre sono presenti città importanti come Rio de Janeiro, San Paolo, Fortaleza, Brasilia, Salvador ed altre ancora.

Oltre queste attrazioni ci sono da citare alcune zone come Mato Grosso, la immensa foresta dell’Amazzonia, le cascate di Iguazù, luoghi unici al mondo che lasciano senza fiato per la loro grandiosa bellezza.

Il Brasile oltre ad un clima favorevole presenta anche altre caratteristiche interessanti, la cultura totalmente differente da quella europea, l’amore viscerale per le feste, la musica, il carnevale e il calcio. Le stagioni brasiliane sono opposte rispetto alle nostre e vista la vasta estensione del territorio, il clima risulta diverso a seconda delle zone. La zona delle coste è generalmente la più calda e umida tutto l’anno, le piogge cadono nei mesi tra giugno e settembre.

Nelle zone delle città di Sao Luis e di Fortaleza, il periodo secco va dal mese di agosto a quelli di novembre o dicembre. Nelle zone di Natal e Recife ad esempio il periodo più caldo va da febbraio a luglio, mentre quello più piovoso va da ottobre a gennaio. Nella zona di Bahia il periodo caldo dura praticamente tutto l’anno, con clima tropicale; nella zona di Rio de Janeiro la stagione più secca è quella invernale che corrisponde al periodo che in europa va da giugno ad agosto, la nostra estate. Nella zona sud del Brasile invece le temperature più elevate si registrano nel periodo tra dicembre e marzo, mentre nel periodo invernale che va da giugno a settembre è facile imbattersi in temperature rigide spesso vicine allo zero.

Nella zona centrale del Brasile vicino alla capitale Brasilia e la zona del Mato Grosso, le stagioni sono particolarmente piovose, calde e umide, mentre gli inverni sono secchi e non molto rigidi. Facendo un piccolo riassunto, il periodo migliore per visitare il Brasile è l’inverno australe, ossia l’equivalente del nostro periodo estivo, il più fresco, meno piovoso e soleggiato.

Per viaggiare e visitare questo grande stato è importante oltre al clima, conoscere quali sono le zone più pericolose delle città. Le Favelas ad esempio, oltre ad essere note per la presenza di un’estrema povertà, sono rinomate anche per essere sede di grandi organizzazioni criminali.

Immagini: Depositphotos

Viaggio in Brasile: qual è il periodo migliore per visitare le zone d...