Inghilterra: la prigione più spaventosa del Paese apre ai turisti

È sicuramente un’esperienza riservata agli animi più coraggiosi, quella offerta dalla Somerset’s Shepton Mallet Prison: una notte tra le sue celle, e i suoi fantasmi

Fonte: Instagram

 

In Inghilterra c’è una prigione spaventosa. Le sue stanze sono anguste, le sue mura ricche di segreti. Si dice che sia abitata dai fantasmi, e che – entrandovi – sia come essere catapultati sul set di un film dell’orrore. È la Somerset’s Shepton Mallet Prison, conosciuta anche come Cornhill. Una prigione che – situata nel Somerset – fino al 2013 (anno della sua chiusura) era la più antica di tutto il Regno Unito, coi suoi 189 prigionieri.

Costruita agli inizi del 1600, la Somerset’s Shepton Mallet Prison apre oggi ai turisti anche durante la notte (i tour diurni sono disponibili da diversi mesi). O, per lo meno, ai più coraggiosi. Che vogliono dimenticare per un attimo il glamour di Londra, e vivere un’esperienza unica. Andando magari a caccia dei fantasmi che, qui, si dice abbiano casa. L’occasione è imperdibile. Per il momento, la data in cui è possibile soggiornare all’interno della prigione è una sola: venerdì 13 ottobre 2017. Quel giorno sarà possibile calarsi nei panni di un carcerato, a cominciare dai pasti, con la colazione e la cena e base di insipido porridge (la zuppa d’avena ottenuta facendo bollire nell’acqua o nel latte chicchi schiacciati, ottenendo una sorta di “pappina”). La notte, ovviamente, la si trascorrerà in cella.

Ma non è finita qui: il “soggiorno” all’interno della Somerset’s Shepton Mallet Prison prevede anche una battuta di caccia notturna ai fantasmi, con i visitatori che proveranno a mettersi in contatto con gli spiriti dei criminali che qui sono morti, per mezzo di agguati da parte di altri prigionieri o di esecuzioni autorizzate. «È un’esperienza da una volta nella vita, riservata a tutte quelle persone che si chiedono come sia trascorrere una notte in una prigione che è rimasta pressoché identica da quando i suoi prigionieri sono stati trasferiti», ha dichiarato Paul Tool dell’agenzia Jailhouse Tours. Per poi pronunciarsi sui fantasmi: «Prima di venire qui, ero scettico: ma ho visto, e posso testimoniarlo, cose spaventose mentre portavo le persone a visitare la prigione durante il giorno. Non oso immaginare quanto possa fare paura stare qui durante la notte!».

La storia della Somerset’s Shepton Mallet Prison, del resto, è davvero oscura. L’ultima impiccagione, qui, è avvenuta nel 1945. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu utilizzata come prigione militare dalle forze armate inglesi e americane, con 18 soldati statunitensi che vi hanno perso la vita. Non c’è da stupirsi, quindi, che si parli di spaventosi spiriti…

Inghilterra: la prigione più spaventosa del Paese apre ai turist...