Le spiagge da non perdere in vacanza a Santorini

Isola di origine vulcanica, Santorini è famosa per la bellezza dei suoi panorami e dei tramonti

L’isola di Santorini ha un’origine vulcanica: è questa origine che le regala la curiosa forma che la contraddistingue, ossia a ferro di cavallo, con la caldera che sorge proprio al centro. Sebbene questa si formò in seguito a una tragedia, un’imponente eruzione vulcanica, ora questa curiosa forma ne fa una delle zone più belle e particolari della Grecia, anche grazie alle viste mozzafiato che si possono godere dai bordi della caldera.

Tra le cose più belle di Santorini ci sono le splendide spiagge, tutte uniche e diverse tra di loro. Ce ne sono di rosse, nere e di colore bianco-grigio per via dei sassi. Scopri dove trovare le spiagge più belle dell’isola delle Cicladi.

Come raggiungere Santorini

L’isola di Santorini è facilmente raggiungibile dall’Italia in aereo o in nave. L‘Aeroporto Nazionale di Santorini è direttamente collegato con l’Italia e i voli sono operati da molte compagnie, anche low cost come Easyjet e Volotea. L’isola delle Cicladi è comodamente raggiungibile anche in nave: è necessario imbarcarsi in uno dei porti adriatici fino a Patrasso e da qui spostarsi fino al porto del Pireo. Da qui partono numerosi traghetti per le isole greche. Potete scegliere anche una nave da crociera con tappa a Santorini per un tour delle isole greche.

Le spiagge più belle di Santorini

La particolarità di Santorini è che presenta un lato interno particolarmente scosceso, con rocce di oltre 400 metri d’altezza che si affacciano a picco sul mare, e un lato esterno molto più dolce, dove la collina degrada dolcemente verso il mare, formando spiagge splendide e tutte diverse l’una dall’altra, proprio grazie alla natura vulcanica dell’isola. Ma vediamo quali sono le più belle spiagge dell’isola greca di Santorini.

Red Beach

Red Beach, la spiaggia rossa di Santorini

Red Beach

La famosissima Red Beach, o spiaggia rossa, è una delle baie più gettonate di Santorini. La sua particolarità è il colore rosso intenso, risultato di una miscela di sabbia e di ciottoli, che mette ancora più in risalto l’acqua cristallina. Sono rosse anche le imponenti scogliere laviche che sorgono alle sue spalle. Questa spiaggia si può raggiungere in barca oppure percorrendo a piedi un sentiero piuttosto scosceso per circa 10 minuti. Sulla spiaggia si possono noleggiare sdraio e ombrelloni, ma non vi sono punti di ristoro.

White Beach

Dal rosso intenso al bianco puro. Vicino alla Red Beach si trova la White Beach, una graziosa spiaggetta cinta da scogliere bianche. Per raggiungere la spiaggia potete salire su una delle barche che fanno la spola dalla spiaggia rossa, oppure camminare lungo l’impervio sentiero sulla montagna. La spiaggia, proprio per la difficoltà nel raggiungerla, non è adatta ai bambini.

Kamari Beach

Kamari beach, Santorini (123rf)

Non manca una spiaggia nera: è Kamari Beach, la più grande di Santorini, lunga oltre 5 chilometri. Il colore nero dei sassolini lavici che la formano la rende unica nel suo genere. Si tratta di una spiaggia attrezzata con lettini e ombrelloni e nei dintorni troverete numerosi ristoranti, taverne, punti di ristoro e hotel. Questa spiaggia è molto frequentata anche dai giovani, che la sera si spostano nei vicini locali notturni.

Perissa Beach

Una delle spiagge più popolari dell’isola è Perissa Beach: anche qui la sabbia, di origine lavica, è nera e si affaccia su un mare blu scuro. Il fondale è profondo già a pochi metri dalla riva e per questo non è adatta alle famiglie con bambini. Qui si possono praticare molti sport acquatici e immersioni. La zona offre un’atmosfera rilassata e il centro dell’omonimo paese che vi si affaccia è ricco di locali, ristoranti e hotel.

Agios Georgios

Da non perdere la spiaggia di Agios Georgios, famosa ma poco frequentata. La spiaggia, premiata con la Bandiera Blu, è lontana dalla maggior parte degli alberghi e quindi sono pochi i turisti che si spingono fino a qui. La zona è ricca di ottimi ristoranti, dove consumare un pranzo veloce o una cena con pesce fresco. È nota anche per la possibilità di praticare sport acquatici, come windsurf e immersioni.

Vlychada

La spiaggia di Vlychada a Santorini

La spiaggia di Vlychada

La spiaggia di Vlychada, situata sulla punta meridionale dell’isola, si presenta con rocce bianche dalle strane forme e con una distesa di sabbia scura di colore grigio, dovuto alla presenza della pietra pomice. Qui il mare diventa profondo dopo pochi metri ed è quindi una zona adatta a chi sa nuotare mentre è sconsigliata alle famiglie con bambini. Molto suggestivi anche i locali che vi sorgono attorno.

Baia di Ammoudi

Ammoudi Bay, Oia (foto 123rf)

La baia di Ammoudi è una spiaggia rocciosa, l’unica lungo la costa occidentale di Santorini, che per il resto è tutta occupata dalla caldera con rocce a picco sul mare e priva di spiagge. Ammoudi è quindi l’unica eccezione ed è raggiungibile dal porticciolo della vicina città di Oia, scendendo una ripida scalinata.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le spiagge da non perdere in vacanza a Santorini