Fès, viaggio nella città più affascinante del Marocco

Alla scoperta della città di Fès, dalla Medina alle concerie al tramonto nel deserto. Leggi il nostro articolo e scopri tutta la magia di questo luogo

La città di Fès, in Marocco, è tra le più affascinanti di questa terra fatta di suoni, profumi, sapori, dune e tramonti. Fatta di magia. Detta anche Fez, è una città santa che si trova ai piedi di una fertilissima vallata a circa 350 m s.l.m. Ed è il capoluogo della regione di Fas-Meknas. Verso il 1940 il governatore francese Lyautey dichiarò Fès città monumentale spostando tutte le funzioni politiche ed amministrative a Rabat. Da questo momento Fès ebbe, nel mondo marocchino, un ruolo di città d’arte e dell’artigianato conservando il suo antico ruolo di città religiosa.

Fès è oggi considerata una tra le maggiori città d’arte del Marocco ed è la più antica delle quattro Città Imperiali, sede anche della più prestigiosa ed antica Università sulla cultura e sull’arte del Nordafrica Musulmano. La città vecchia di Fès, il cuore di questa città magica, è considerata uno dei centri più attraenti di tutto il mondo islamico grazie ai suoi monumenti, ai suoi mercati, le sue moschee e la famosa Medina.

La Medina di Fès

Fès è famosissima per la sua Medina. Medina significa semplicemente parte vecchia di una città araba e nella sua Medina Fès manifesta in toto la complessità di un’antica città musulmana con le sue strette e tortuose stradine percorribili solo a piedi, piene di piccole attività commerciali di artigianato. Queste strade sono così strette che l’unico modo per trasportare merce è quello di usare l’asino che, carico all’inverosimile, obbliga i passanti a schiacciarsi contro il muro per poter transitare. Questo dedalo di stradine e il loro intrecciarsi porta facilmente a perdersi quindi i tour operators consigliano sempre di munirsi di guide ufficiali per poter visitare con tranquillità la Medina di Fès. Talvolta le stradine della Medina sfociano in piccole piazze o slarghi sui quali si riversano un’infinità di negozietti e mercati di ogni tipo. Prevalentemente queste attività offrono prodotti artigianali e manufatti del luogo eseguiti con maestria e ricchi di colori.

In genere si tratta di prodotti dell’artigianato del cuoio, delle pelli tinte nelle concerie di Fès , oggetti in metallo, oro e argento di bassa caratura, prodotti tessili quali sciarpe, scialli, vestiti e scarpe. La Medina, oltre ad essere il centro nevralgico del commercio di Fès è anche il cuore dal quale si sprigionano i profumi delle spezie, i canti religiosi ed il suono delle preghiere proveniente dalle vicine moschee. All’interno della Medina è situato il Mellah un quartiere ebraico recintato da alte mura paragonabile al ghetto europeo. Al Mellah si accedeva da una porta fortificata ed all’interno di esso viveva la popolazione ebraica che vi rimase confinata dal XV secolo al XIX .

Palazzo Reale di Fès

Il Palazzo Reale di Fès copre un’area di circa 80 ettari. Si trova nel quartiere di Fès el-Jadid ma ad esso è impedito l’accesso al pubblico quindi, di questo bellissimo complesso, è possibile ammirare solo le sue porte dorate, costruite tra il 1969 ed il 1972, in particolar modo la porta d’entrata principale che è decorata con piastrelle zellinge e legno di cedro interamente e con grande maestria intagliato a mano.

Il Palazzo Reale è un insieme di edifici, cortili e giardini arricchiti da un serraglio, una madrasa merinide del 1320 , da una meravigliosa moschea e da una kubba un singolare piccolo edificio a forma di cubo sormontato da una cupola nella quale è custodito il sepolcro di un personaggio venerato dalla comunità del luogo dove i pellegrini si recano per ottenere la baraka ovvero la benedizione, la fortuna e la speranza di una vita serena. Il Palazzo è situato di fronte alla spianata dalla quale parte la strada Bou Kheississat caratterizzata dalle sue case in legno e ferro battuto. Una meraviglia da non perdersi durante il soggiorno a Fès.

Le Madrasa di Fès

Tra i più notevoli monumenti incontriamo la Medersa Madrasa Bou Inania. In arabo Madrasa significa scuola o meglio antica scuola coranica dove l’insegnamento era concentrato sulla lettura del corano e dell’Islam. In ogni Madrasa è presente un alloggio per studenti e spesso è annessa una moschea. Tra le Madrasa più famose in Marocco vi sono appunto quelle di Fès che vanta la più antica e famosa nel mondo ovvero la Madrasa Bou Inanaia, splendido edificio eretto nel 1350-1357, fronteggiata da un arco che va da lato a lato della strada e da uno spettacolare orologio ad acqua, il tutto arricchito da stucchi ed impreziosito da un cortile centrale con pavimento in marmo e onice, a sua volta circondato da un chiostro.

Il portale maggiore, manufatto di grande arte eseguito con legno di cedro placcato in bronzo battuto a mano, ha sulla sua sinistra una più modesta porta detta Degli Scalzi, porta che era riservata ai visitatori e pellegrini che dovevano pulirsi i piedi, grazie anche ad un canaletto di acqua che scorreva vicino, prima di accedere al luogo. Altra Madrasa meravigliosa, molto più elegante e situata nel cuore della Medina è Madrasa al-Attarine. Situata a pochissimi passi dal mercato delle spezie e da quello dei profumi, dal quale peraltro prende il nome, è un edificio straordinario le cui tante stanze erano usate un tempo per pregare, interamente decorate con i tipici mosaici del luogo caratterizzati da colori sgargianti e ricchissima di vegetazione. I suoi soffitti sono caratterizzati da cupole di cedro lavorate magistralmente ed al piano superiore si trovano le stanzette dove un tempo alloggiavano gli studenti.

La Moschea Kairaouine di Fès

Visitabile purtroppo solo dall’esterno è la Moschea Kairaouine, costruzione religiosa grandissima che può ospitare fino a 20000 fedeli e assolutamente vietata ai non musulmani benché da una delle 4 porte a volte lasciate aperte si riesce a vedere, percepire ed immaginare l’atmosfera che la pervade e la sua maestosità.

Moschea e Università al-Qarawiyyin a Fès

A Fès esistono molte altre moschee non di minore importanza. Tutte con i loro minareti e i loro lavori di pregiatissimo intarsio. Degna di nota è la Moschea al-Qarawiyyin sede anche della più antica Università islamica e conosciuta per la sua ricchissima biblioteca di testi antichi coranici. Questa Università, unitamente alla sua Moschea, è la seconda per prestigio insieme alla Zaytuna di Tunisi, università del mondo islamico.

Le Concerie di Fès

Le concerie di Fès sono tra le più famose al mondo usate più volte anche come scenario di alcuni film famosi. Le concerie si possono ammirare dall’alto di una terrazza e altro non sono che enormi vasche piene di pigmenti naturali che vengono utilizzate per la colorazione ed il trattamento delle pelli. Le Tanneries, come vengono chiamate in francese, sono una vera e propria porta del tempo, un salto nel passato, nella tradizione e nel fascino di questa terra.

Queste enormi vasche sono raccolte in un grande cortile nel quale si possono osservare i lavoratori che spazzolano le pelli e le accatastano pronte per iniziare il trattamento vero e proprio. Altri lavoratori, per ottenere un prodotto di alta qualità, spalmano sulle pelli una pastura fatta di olii ed escrementi di piccione, ingrediente fondamentale per ottenere l’eccellenza del prodotto. Ma prima ancora di accedere visivamente alla conceria ciò che ci colpisce è l’odore nauseabondo, acre, penetrante, misto all’odore di sangue e pelli ancora sporche.

All’entrata della conceria ai turisti vengono offerti rametti di menta da tenere sotto il naso ma in alcuni punti l’odore è talmente forte da prevaricare il forte profumo di menta. I lavoratori immergono le pelli nelle vasche che contengono un liquido misto alla pastura e calati fino alle cosce senza alcuna protezione agitano le pelli con i piedi per ore e ore. Le passano da una vasca all’altra finché le pelli acquistano uno dei colori sgargianti che poi vediamo trasformate in borse, accessori, scarpe e quant’altro nei negozi della Medina.

Il deserto, un mondo a sé alle porte di Fès

Non esiste un deserto di Fès ma esiste il deserto che circonda tutte le città e paesi del Marocco. Ci sono due modi per scoprire il deserto della terra di Fès ed è veramente difficile consigliare quale in quanto sono estremamente differenti. Troviamo il Deserto delle dune rosa ed il deserto Erg Chegaga. Il deserto delle dune rosa si riassume in pratica in una serie di Hotel dove i turisti arrivano per fare il giro con il cammello. Fantastica la colorazione delle dune che, al calar del sole, si tingono di rosa e ci presentano uno scenario mozzafiato.

Il deserto Er Chegaga, forse il più scenografico, è caratterizzato da zone ricche di oasi e villaggi berberi che raramente sono frequentati dai turisti in quanto il tragitto per raggiungere la postazione dalla quale poi prende il via l’escursione nel deserto Er Chegaga non è molto scorrevole né comodo. Tassativa, se si sceglie questo deserto, è la tappa di una notte a Zàgora. Zagora sembra la città del romanzo Le Mille e una Notte, tipicamente marocchina, ricca di luci, profumi, odori di spezie, incensi e di colori. E’ molto difficile scegliere tra le dune rosa e Erg Chegaga, il consiglio è di visitarle entrambe perché i loro paesaggi fiabeschi rimarranno impressi nella memoria per sempre.

Cosa Fare a Fès, la sua cucina ed il suo shopping

Oltre alle meraviglie architettoniche, alla Medina, alla Conceria ed al deserto Fès offre anche una grande possibilità per fare shopping e per degustare la cucina locale. Per lo shopping è consigliato il Souk, il tipico mercato arabo dove si possono acquistare regali e souvenir per la famiglia e per gli amici. Il più famoso è il Souk dell’Hennè dove possiamo acquistare una vasta e varia gamma di creme di olio di argan, gioielli, ceramiche, spezie e dolci. Per il palato addentriamoci invece nel centro della Medina di Fès dove si trova un ambiente in perfetto stile marocchino per degustare la tajine, il cous-cous vegetale o di carne, il chawarma ed i dolci marocchini famosi in tutto il mondo.

Un pasto completo di antipasto, piatto principale, frutta, dolce e tè a volontà vi costerà non più di € 10,00 a testa. Anche la pausa merenda a Fès è degna di nota. Al Cafè la Noria vi addentrerete in un magnifico giardino di aranci, pareti rosa e sedie dai colori sgargianti e potrete assaporare il classico tè alla menta al costo di €1. Non solo cibo e tè ma anche birra a Fès. Il Mezzanine Lounge è un’eccezione alla loro religione che vieta il consumo di alcolici e qui e solo qui potrete trovare e consumare freschissime birre, spritz, vino, pina colada e tantissimi altri cocktails preparati da espertissimi bartenders.

I tour di lusso a Fès

In questi ultimi anni a Fès ha preso piede un nuovo modo di visitare la città ovvero i tours di lusso nati per soddisfare le aspettative e le richieste dei turisti più esigenti, di coloro che sempre e comunque decidono di non andare all’avventura o con un viaggio organizzato di base, bensì con le comodità che sono abituati a ricevere durante i soggiorni in località fashion. Gli operatori hanno quindi studiato ed organizzato dei viaggi dove i turisti beneficiano del trattamento VIP.

Il tour di lusso offre quindi un tour privato completamente personalizzabile di Luxury Minivan con autista personale perfettamente poliglotta ed una guida turistica personale pronta ad accogliere ed esaudire qualsiasi richiesta del turista. Coloro che chiedono il luxury tour sono generalmente americani, russi, giapponesi o cinesi e non badano a spese. Il luxury tour si adegua ai ritmi del cliente, non è pressante con orari, gite, pranzi e cene bensì si cuce perfettamente addosso all’indole del turista in questione.

Gli hotel sono ovviamente tra i migliori, i ristoranti tra i più famosi, i negozi dove fare shopping tra i più quotati. Le trasferte tra un posto all’altro, in caso di distanze difficili da percorrere a piedi, sono effettuate con lussuosi minivan che possono trasportare fino a 6 turisti e che possono fermarsi in qualsiasi momento e ovunque il turista chieda di scendere per mangiare, acquistare o visitare un luogo culturale. Fès vi aspetta per travolgervi nel suo magico mondo fatto di luci, profumi, spezie, colori suoni e magia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fès, viaggio nella città più affascinante del Marocco