Cosa non perdere in un weekend ad Atene

Da soli o con amici un fine settimana tra divertimento e cultura

Francesca Di Pietro Travel Psychologist & Blogger Travel Pyschologist & Coach, 80 paesi visitati, ama i viaggi lenti, la natura, i cani ed insegna yoga. Crede che i viaggi ci trasformino in persone migliori.

Atene è una meta perfetta per un weekend di svago o poco più, è una città molto ben collegata con l’Italia e con un clima mite quasi tutto l’anno. Per viverla al meglio potete pensare di visitarla prima o dopo un giro nelle sue bellissime isole o come un gateaway durante l’anno! Io ho fatto entrambi!

Atene è davvero una città mediterranea molto simile alla nostra Italia, o forse farei meglio a dire al nostro sud, essendo io partenopea mi sono sempre trovata a casa, le persone sono simpaticissime, gentili sempre interessati a parlare con gli stranieri e, cosa che amo, la maggior parte della vita cittadina si svolge all’aria aperta. Come noi del sud gli ateniesi amano il cibo, la convivialità, i luoghi affollati e i brindisi!

La città è davvero molto molto grande, soprattutto molto estesa, lo si capisce solo se la si osserva dall’alto, è sufficiente il punto più alto per antonomasia, l’Acropoli! Pensate che su circa 10 milioni di abitanti della Grecia, 3 abitano ad Atene, si esatto, questo significa che c’è molto traffico, ma noi abbiamo una strategia per evitarlo… usare la metropolitana.

Come muoversi ad Atene:

Anche se il trasporto pubblico su gomma può sembrare comodo ed economico, io vi consiglio di prediligere sempre quello via rotaia perché è capillare e veloce, potete utilizzare la metro anche per raggiungere l’aeroporto e il Pireo.

In che zona è meglio dormire ad Atene?

Quando si visita una capitale per pochi giorni secondo me si è sempre combattuti sulla scelta della zona dove dormire, se sia meglio restare in una zona centrale anche se magari un po’ turistica o in una zona più local dove immergersi davvero nella vita della gente del posto. In questo caso il mio consiglio è di restare in centro perché un weekend è un tempo esiguo e se è la prima volta che vi recate ad Atene avrete sicuramente più voglia di vedere finalmente da vivo quello che sognate da tempo. Le zone che consiglio sono quelle intorno a Monastiraki, o i quartieri più alternativi di Psyri e Plaka.

Cosa vedere assolutamente in un weekend a Atene:

  • Acropoli: eh già siamo venuti tutti qui per vedere la famosissima Acropoli, una visita completa in autonomia con tanto di foto dura circa 2ore, se non conoscete molto la storia dell’antica Grecia o non avete voglia di leggere libri mentre camminate, vi suggerisco di fare una visita guidata perché è sempre un momento illuminante che vi permetterà di capire meglio e su diversi punti di vista quello che state vedendo. Il biglietto dell’Acropoli costa 20€ e gli orari dipendono dalla stagione e quindi dalla luce solare, prima di andarci sappiate che il Partenone non è accessibile, ci sono ancora dei lavori che stanno ricostruendo la cella interna e che i resti dei marmi originali si trovano sia al museo dell’Acropoli che Londra al British Museum.
  • Museo dell’Acropoli: questo è davvero da non perdere, il museo più bello di Atene, non solo per i reperti storici pazzeschi, ma anche per la struttura modernissima, non perdetevi una bibita al bar al roof top, c’è una vista meravigliosa
  • Agorà & Company: quando vi troverete a comprare il biglietto per l’Acropoli vedrete che c’è un’altra opzione, che costa 30€ e include altri siti d’interesse quali: La biblioteca di Adriano; L’antica Agorà; L’Agorà romana; il Liceo di Aristotele, anche se è più un luogo da immaginare; I musei nell’antica Agorà; Il cimitero di Kerameikos. Sono sincera alcuni di questi siti si possono vedere anche passeggiando esternamente, altri invece meritano una visita approfondita come sicuramente l’Agorà Greca con la bellissima ricostruzione della Stoà, entrarvi è stato come essere immerso in un film, anche se è solo una ricostruzione ne vale assolutamente la pena. A me piace anche la zona del Kerameikos, è molto grande piena di spunti interessanti.
  • Il Mercato Centrale di Atene: io sono un’amante dei mercati quindi ve li consiglio sempre in ogni luogo che visito. Ricordiamoci che la Grecia fino ai primi del novecento faceva parte dell’Impero Ottomano, in molti casi visitando solo le isole questo tratto non si coglie molto, mentre girando per Atene è davvero molto visibile, specialmente se si entra nel mercato. Il Mercato ricorda molto quelli turchi, pieni di spezie, frutta secca, olive, un ottimo posto anche per comprare qualche leccornia da portare a casa. Se poi restate a fare un giro nelle vicinanze vi accorgerete che è immerso nel quartiere mussulmano della città, e che ci sono tante macellerie halal, tanti negozzietti che vendono abiti e oggetti tipici della tradizione araba.
  • Una passeggiata notturna per Psyri: è un quartiere che amo molto, molto vibrante direi, murales, taverne, bar aperti fino a tardi, è un posto davvero ideale se si vuole fare amicizie con i locali o anche con altri viaggiatori, perché è un posto anche gettonato da chi semplicemente visita Atene.
  • Anafiotica: è una frazione di Plaka, la sua parte più vecchia che ricorda nell’architettura le isolette greche, molto carino e fotogenico.
  • Una visita a Technopolis: quartiere industriale della capitale, da ex gazometro ora è un polo culturale che ospita mostre, esposizioni, concerti, serate con dj set di tutto il mondo. Pullula di vita di idee e di gioventù, perfetto per una serata dal tramonto all’alba.
  • Una visita al lato ottomano della città: vi consiglio di farla con dei tour guidati che vi spiegheranno tantissime curiosità. La maggior parte degli edifici ottomani fu abbattuta per verificare se nelle sue fondamenta ci fosse un edificio classico. La maggior parte di quelli che restano in piedi sono di legno, spesso abbandonati, ma alcuni di loro sono conservati e curati ed è possibile vedere anche gli hammam che un tempo riempivano questa città.
  • Mangiare un gyros unto: mentre nelle isole siamo abituati a vedere le taverne con le varie meze, e tanta feta qui ad Atene quello che tutti amano è il gyros e il kebab, enormi spiedi con carne di ogni sorta servita con pane pita e contorni a piacere. Le loro porzioni sono davvero enormi, vi consiglio di dividere il piatto con qualcuno, ma il sapore è ineguagliabile.

Spero che quest’articolo ti abbia ispirato che tu stia già programmando il prossimo gateaway nella capitale greca, ci sono tanti angoli da scoprire poco

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa non perdere in un weekend ad Atene