Bari inedita: i posti segreti della città che vuole diventare Capitale della Cultura 2021

Bari, candidata a Capitale della Cultura 2021, nasconde luoghi di inestimabile valore che solo pochi conoscono. Scopriamo i segreti del capoluogo pugliese.

Bari è un’affascinante città del Mezzogiorno, con il suo lungomare tra i più belli d’Italia, il celebre Castello Svevo Normanno, tra gli edifici in stile normanno più importanti d’Italia, la Basilica di San Nicola, il pittoresco cuore di Bari Vecchia e altre numerose attrattive per tutti i gusti.

Eppure, il capoluogo pugliese non è soltanto questo. Tra le sue vie e i suoi dintorni custodisce, infatti, luoghi segreti e inediti che soltanto i residenti sanno individuare e che sono veri capolavori di inestimabile valore.

bari

Uno di questi è la Chiesa Russa, edificio di culto ortodosso intitolata a San Nicola, nel quartiere Carassi, in Corso Benedetto Croce, non in pieno centro e, per questo, solitamente “esclusa” dai canonici itinerari turistici ma meta, da anni, di pellegrini ortodossi provenienti dalla Russia.

La chiesa, realizzata dall’architetto Aleksej Viktorovic Ščusev, svetta con la sua cupola verde che ricorda quelle del Cremlino ed è circondata da un tranquillo giardino di alberi di limoni che ospita anche l’albergo per i pellegrini e la piccola Chiesa di San Spiridon di rito ortodosso greco.

Nel cuore di Bari Vecchia, invece, merita una sosta la piazza del Buonconsiglio, uno degli angoli più pittoreschi raggiungibile dopo aver passeggiato tra i caratteristici vicoli. Qui si ergono ancora oggi le rovine dell’antica chiesa bizantina intitolata a Santa Maria del Buonconsiglio, edificata nel IX secolo e demolita negli anni Trenta.

piazza del Buonconsiglio bari

Della chiesa a tre navate con una sola abside rimangono visibili otto colonne, due pilastri rettangolari e due semicolonne con base modanata, rinvenuti durante gli scavi del 1983 che hanno riportato alla luce i mosaici della pavimentazione a tasselli calcarei policromi.

Nella zona del lungomare, a pochi passi dal molo, merita una visita il cinquecentesco Fortino di Sant’Antonio Abate, realizzato per difendere Bari dalle scorrerie dei pirati saraceni. Di grande importanza storica, ospita al suo interno una cappella, visitabile soltanto il 17 gennaio, dove è conservata una statua lignea del Santo.

Nei dintorni di Bari, nella campagna di Valenzano, si trova una caratteristica chiesa con tre cupole piramidali, la Chiesa di Ognissanti di Cuti che, circondata da ulivi, rappresenta un bellissimo esempio di architettura romanica pugliese.

Infine, per conoscere da vicino la Bari inedita e sconosciuta, non perdete un suggestivo tour dei sotterranei dove numerose testimonianze romane e bizantine vi condurranno in un vero e proprio viaggio nel tempo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bari inedita: i posti segreti della città che vuole diventare Capital...