Vacanze in bici in Italia: in arrivo le ciclovie turistiche

I percorsi sono 4: Ciclovia del Ven-To, del Sole, dell'Acquedotto Pugliese e del Grab - Grande Raccordo Anulare delle Biciclette

Da Torino a Venezia, da Verona a Firenze, da Caposele nell’Avellinese a Santa Maria di Leuca a Lecce, tutto in bicicletta. Sono in arrivo le ciclovie turistiche, una rete di “autostrade” per biciclette di 1.500 km che percorrerà l’Italia da Nord a Sud, per la quale sono stati stanziati 91 milioni di euro (17 nel 206, 37 nel 2017, 37 nel 2018), e la cui realizzazione è prevista per il 2018.

Sono quattro i percorsi lungo i quali i ciclisti potranno viaggiare per l’Italia senza il pericolo di essere investiti dalle automobili.
La Ciclovia Ven-To, lunga 680 chilometri, corre lungo il fiume Po, in parte sugli argini, in parte lungo ciclabili esistenti e in parte su tracciati ancora da attrezzare, e collegherà Venezia a Torino attraversando altri 121 comuni ricchi di beni artistici e architettonici e salirà fino a Milano lungo i Navigli. Una volta realizzata si tratterebbe della più lunga infrastruttura per il cicloturismo in Italia e nel sud Europa, inserendosi nella direttrice Eurovelo 8 in connessione con Eurovelo 5 e Eurovelo 7. 4 le regioni attraversate, oltre a 12 province, oltre 120 comuni e 242 località e paesaggi culturali, per non parlare delle varietà di bellezze artistiche, monumentali, ambientali e naturali che si incontreranno sul cammino.

La Ciclovia del Sole, lunga 300 chilometri , fa parte del più ampio progetto della Ciclopista del Sole, ideato dalla Fiab per coprire 3 mila chilometri. Una prima tratta, dal Brennero a Verona e Lago di Garda, è stata già completata. La prossima tappa, che attraversa 4 regioni, correrà da Verona a Firenze, con l’obiettivo successivo di raggiungere Roma. Il tracciato è già costellato di numerose ciclabili.

Il progetto di Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese renderà accessibile al pubblico e percorribile in bicicletta la strada di servizio, finora chiusa e transitabile soltanto da parte del personale autorizzato, che corre lungo il Canale Principale dell’Acquedotto pugliese. Si tratta di circa 500 chilometri attraverso 3 regioni.

Infine, il “Grande Raccordo Anulare delle Biciclette” correrà intorno a Roma e permetterà alle biciclette di circumnavigare la Capitale.

“E’ un giorno per noi molto importante, vogliamo riportare la bicicletta come mezzo di turismo e non solo di trasporto” ha dichiarato soddisfatto il ministro Delrio. “Non stiamo facendo annunci ma realizzando cose molto concrete per il turismo italiano che è in crescita”. “Dopo i fari, le case cantoniere e le ferrovie storiche ora puntiamo alle ciclovie, modello eccellente di turismo sostenibile”, gli ha fatto eco Franceschini.

Guarda le altre piste ciclabili del Veneto o delle altre regioni d’Italia

Vacanze in bici in Italia: in arrivo le ciclovie turistiche