Mooney Falls, le cascate della Luna che trasformano l’acqua in luce

È uno degli angoli più incantevoli d’America e si trova non lontano dal celebre Grand Canyon

 

È uno degli angoli più incantevoli d’America e si trova non lontano dal celebre Grand Canyon. Mooney Falls, le cascate della luna, sono alte 60 metri e non solo sono scenografiche per il loro getto d’acqua, ma perché ai loro piedi si forma una piscina naturale dove l’acqua ha un colore abbagliante.

Le acque della piscina sono talmente azzurre da far sembrare che sia il cielo a specchiarvisi. Invece è proprio il suo colore naturale.

Gli appassionati di trekking lo conoscono come uno dei luoghi più belli dove andare a passeggiare. Raggiungere le Mooney Falls è una piccola impresa, che alla fine ripagherà di tutta la fatica.

Il sentiero che conduce alle cascate è avventuroso. Si devono attraversare passaggi stretti, tagliati dai minatori che lavoravano in questa zona fino al secolo scorso, lungo la parete del canyon.

Una volta arrivati in cima alla cascata, per raggiungere la piscina è necessario percorrere una discesa piuttosto ripida e piena di insidie.

Pare che il nome delle cascate in realtà non derivi dalla parola ‘Moon’ (‘luna’) bensì dal nome di Mooney, un ricercatore che morì proprio scendendo da questa cascata prima che venisse creato un sentiero (che resta comunque pericoloso).

La zona è ricca di luoghi incantevoli. Poco più in là si trova anche la cascata di Beaver Falls altrettanto scenografica perché crea diverse piscine dove ci si può immergere come fossero delle vasche da bagno naturali.

Se si parte la mattina presto si ha il tempo di vederle entrambe e, magari, di raggiungere persino il fiume Colorado, il più famoso degli Stati Uniti.

Mooney Falls, le cascate della Luna che trasformano l’acqua in&n...