Tra Spagna e Francia, Isla de los Faisanes è un luogo unico al mondo

Piccolissimo fazzoletto di terra boscoso, l'Isla de los Faisanes è il "condominio" più longevo al mondo

Ci sono posti al mondo che sono letteralmente condivisi tra più Stati – è il caso dell’Antartide, che ha ben 53 “coinquilini” diversi. Ma ce n’è uno che presenta caratteristiche davvero uniche: l’Isla de los Faisanes.

Il piccolo isolotto sorge tra Francia e Spagna, nel bel mezzo del fiume Bidasoa, a pochi chilometri dal punto in cui le sue acque si gettano nell’oceano Atlantico. È un luogo particolare, dicevamo, perché il fiume segna il confine tra le due Nazioni, e come sempre accade quando si verifica una situazione di questo tipo la linea di demarcazione viene posta esattamente a metà del corso d’acqua. In questo caso, il confine taglia letteralmente in due l’Isla de los Faisanes – a proposito, in francese si chiama île des Faisans, mentre in italiano è l’Isola dei Fagiani.

Dunque quello che è poco più di uno scoglio boscoso arenato nel centro di un fiume è in realtà un territorio condiviso tra Francia e Spagna, un vero “condominio” come l’Antartide. Ma c’è un dettaglio che lo rende unico al mondo: qui i due Stati non regnano contemporaneamente, bensì in maniera alternata. Per sei mesi all’anno, l’isolotto diventa di proprietà francese, mentre nei sei successivi passa sotto l’autorità spagnola. Una soluzione decisamente bizzarra, che ha origini storiche piuttosto importanti.

isola dei fagiani

Memoriale del Trattato dei Pirenei, Isola dei Fagiani – Ph. Tangopaso (Wikimedia)

Nel 1659, infatti, qui vi venne sancito il patto che portò alla conclusione della lunga e sanguinosa Guerra dei trent’anni, il famoso Trattato dei Pirenei. Da quel momento l’isola venne considerata territorio neutrale, e fu sede di numerosi altri eventi diplomatici e non solo. Ad esempio, vi vennero celebrate le nozze reali tra Carlo II di Spagna e Maria Luisa d’Orleans, nel 1679. E molti fidanzamenti reali trovarono proprio qui la loro ufficializzazione. Ma la data sicuramente più importante è quella del 2 dicembre 1856, che segnò l’inizio della sovranità congiunta tra Francia e Spagna sul piccolo fazzoletto di terra chiamato Isola dei Fagiani.

Con il Trattato di Bayonne, venne infatti decretato che il territorio dell’isola fosse soggetto all’autorità dei due Stati per un periodo alternato di sei mesi ciascuno. E così, il 31 gennaio di ogni anno ha luogo la cerimonia di passaggio dei poteri, che consegna l’Isola dei Fagiani all’amministrazione comunale della cittadina spagnola di Irun, mentre il 31 luglio avviene il contrario, con il passaggio alle autorità della cittadina francese di Hendaye. Una cerimonia che, per molti anni, è stata proibita al pubblico, ma che dal 2012 possiamo finalmente ammirare. D’altronde, non ci sono molte altre ragioni per visitare l’Isola dei Fagiani: è un lembo di terra di circa 3mila metri quadri, raggiungibile solo tramite imbarcazione. Ma vi si respira un’atmosfera decisamente particolare.

isola dei fagiani

L’Isola dei Fagiani – Ph. Zarateman (Wikimedia)

Tra Spagna e Francia, Isla de los Faisanes è un luogo unico al m...