Il 2020 è l’anno migliore per visitare Dubai

Dubai è una città in continua evoluzione, soprattutto in vista di Expo 2020

Da ottobre Dubai ospiterà Expo 2020. Non saranno solo i padiglioni dei Paesi che aderiscono all’esposizione universale la novità dell’anno nell’Emirato più visitato che mai. Chi decide di andarci ora farà un affare.

Chi parte con la compagnia di bandiera di Dubai, la Emirates, ha offerto My Emirates Pass. In pratica, con il biglietto aereo si ha a disposizione una sorta di card che consente ai passeggeri di accedere a sconti speciali fino al 50% in oltre 500 tra i punti vendita e le destinazioni leisure negli Emirati Arabi Uniti (fino al 31 marzo).

I mall più famosi e i brand internazionali saranno scontati del 30%. I ristoranti locali costeranno la metà, così come le esperienze fuori città e le spa.

Dubai è una città in continua evoluzione, che non si ferma mai. Anche – e soprattutto – in vista di Expo 2020 sono tante le novità turistiche offerte dalla città dei record. Ai suoi primati, infatti, si aggiungerà Ain Dubai, su Bluewaters Island. Con i suoi 210 metri di altezza, è la ruota panoramica la più alta al mondo, con una vista mozzafiato sulla costa della città, sull’impressionante skyline e sulle icone dell’Emirato come il Burj Al Arab, l’hotel più lussuoso del mondo, Palm Jumeirah, l’isola a forma di palma, e il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo.

Ain-Dubai-ruota-panoramica

La ruota panoramica Ain Dubai

Alla base della nuova attrazione ci saranno diversi intrattenimenti e un grande schermo a LED montato sulla struttura di metallo. Oltre a ospitare Ain Dubai, Bluewaters Island, collegata a Jumeirah Beach da un ponte pedonale, avrà anche hotel, negozi, ristoranti e residenze.

Non solo divertimento, ma anche cultura. Ci sarà, infatti, anche un nuovo museo, il Museum of the Future, che ospiterà le più grandi innovazioni, i prototipi e le invenzioni mondiali, consentendo ai visitatori di interagire con i display all’interno dell’esposizione. Ospiterà anche corsi, seminari e conferenze sulla tecnologia all’avanguardia e soluzioni scientifiche per esplorare innovazioni futuristiche.

Museum-of-The-Future-dubai-2020

Il fantascientifico Museum of The Future

Un nuovo centro culturale, la Libreria di Mohammed bin Rashid, ospiterà oltre 4,5 milioni di libri, un milione di audiolibri e due milioni di e-book e includerà anche un teatro da 500 posti.
L’edificio, situato ad Al Jaddaf, con una bellissima vista sul Dubai Creek, si svilupperà su oltre 92mila metri quadrati. Ci saranno anche diverse aree per eventi, attività e festival educativi e culturali.

Mohammed-Bin-Rashid-Library-dubai-2020

La Mohammed Bin Rashid Library

Aprirà a febbraio il nuovo ME Dubai, un hotel innovativo famoso per essere l’unico al mondo a essere stato completamente progettato dalla scomparsa Zaha Hadid. L’hotel sarà situato all’interno di The Opus, un edificio dall’architettura futuristica, che si compone di due torri che si uniscono per assumere la forma di un cubo.

ME-Dubai-The-Opus-Zaha-Hadid

L’ME Dubai e The Opus

Sorgeranno anche le due torri dell’Address Sky View a Dubai Downtown, un edificio progettato dagli stessi architetti che hanno lavorato al Burj Khalifa. All’interno ci sarà un hotel le cui torri saranno collegate tramite uno sky bridge, l’Osservatorio, un tubo trasparente che avvolgerà l’esterno della torre e collegherà i piani 52 e 53 per un’esperienza adrenalinica unica. Quassù ci sarà anche una suggestiva infinity pool e diversi bar con una vista a 360 gradi. Gli ospiti potranno fare un giro sull’ascensore di vetro panoramico che arriverà a più 215 metri d’altezza e camminare sul pavimento di vetro lungo 25 metri.

Address-Sky-Views-dubai

L’Address Sky Views

Novità anche per le famiglie. All’interno di Dubai Parks and Resorts nel 2020 aprirà anche Legoland Hotel con un’area giochi dalle sembianze di un castello e modelli di Lego in ogni camera. Gli ospiti saranno accolti dal drago Ollie.

Dal punto di vista delle infrastrutture, invece, la grande novità sarà la Route 2020, un’estensione di 15 km della metropolitana di Dubai, che servirà milioni di visitatori che veranno per l’Expo 2020. I nuovi collegamenti serviranno diverse aree della città, tra cui The Gardens, Discovery Gardens, Al Furjan, Jumeirah Golf Estates e Dubai Investment Park, il sito di Expo e i dintorni, estendendosi all’Expo Village e all’Expo Mall a Ovest e all’Expo Yard verso Est. Il servizio passeggeri inizierà a essere operativo a maggio 2020, cinque mesi prima dell’apertura dell’Expo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il 2020 è l’anno migliore per visitare Dubai