Cosa serve per ciaspolare in montagna

Prima di partire per una camminata in mezzo alle neve fresca, assicuratevi di essere equipaggiati nel modo più corretto.

Paolo De Luca

Paolo De Luca Maestro di escursionismo e di sci

Prima di partire per una camminata in mezzo alle neve fresca, assicuratevi di essere equipaggiati nel modo più corretto. Ecco cosa serve per ciaspolare in montagna.

Abbigliamento
Vanno utilizzati gli usuali capi di vestiario per lo sci-escursionismo, cercando di vestirsi a più strati e provvedendo sempre a portare nello zaino una maglietta di ricambio.

Calzature
Ai piedi si possono calzare scarponi o pedule di tipo estivo, più o meno pesanti a seconda dell’impegno che l’escursione richiede. Per brevi percorsi, possono andar bene anche scarponcini più leggeri purché sufficientemente impermeabili.

Zaino
Non si deve partire per un’escursione, anche se facile, senza aver controllato che nello zaino ci sia tutto il necessario per affrontare una giornata invernale in montagna. Il sacco deve preferibilmente essere dotato delle apposite allacciature che consentono di fissarlo in vita e al petto, ed essere sufficientemente grande da contenere: kit di pronto soccorso; la giacca a vento (nei momenti in cui questa non viene usata); maglietta di ricambio; una borraccia termica per bevande calde; fil di ferro, cordini, nastro adesivo e coltellino multiuso per riparare eventuali rotture delle ciaspole; cartina topografica della zona dell’escursione.

Ghette
Utilissimo accessorio che impedisce alla neve di entrare nelle scarpe.

Bastoncini
Possono essere utilizzati i normali bastoncini da sci, di misura leggermente più lunga, ma sono preferibili quelli telescopici, con una rotella grande perché affonda meno nella neve, la cui lunghezza può essere regolata in base alla quantità della neve (quando la neve è molto polverosa, il bastoncino sprofonda di più).

Ramponi
In alcune escursioni può essere necessario l’uso dei ramponi. Consiglio quelli in lega leggera, con attacco classico a cinghiette perché adattabile a vari tipi di scarpa.

Paolo De Luca Maestro di escursionismo e di sci Nato e cresciuto in montagna, per lui è sempre stato naturale viverla sia d’inverno sia d’estate. La sua passione ha fatto sì che diventasse Maestro di escursionismo e Maestro di sci alpino, collaborando con la Scuola di Sci Claviere (TO) e con la stazione internazionale di Le Deux Alpes (Francia). Amico di Gustav Thoeni, con il campione olimpico condivide la convinzione che in montagna non esistano titoli e che non si finisca mai di imparare, perché il segreto sta nell’umiltà e nel rispetto delle regole dettate dalla sicurezza

Cosa serve per ciaspolare in montagna