Alla scoperta della Val di Cogne, meraviglia allo stato puro

Probabilmente una delle zone più belle di tutta Italia: la Val di Cogne, un piccolo itinerario per scoprire tutti i segreti di questo affascinante gioiello nostrano

Serena Proietti Colonna Travel blogger PhD in Psicologia Cognitiva, Travel Blogger, Coordinatrice di Viaggio e Redattrice Web di turismo, una vita fatta di viaggi, scrittura e persone

Non c’è dubbio, una delle zone più belle della Valle d’Aosta – ma anche dell’Italia intera – è quella del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Un angolo estremamente ipnotico del nostro Paese in cui si sviluppa un territorio che è meraviglia allo stato puro: la Val di Cogne.

Tour della Val di Cogne

L’affascinante Val di Cogne, che presenta una conformazione a forma di U ed è caratterizzata da alte pareti rocciose erose nel corso delle passate glaciazioni, si insinua all’interno del massiccio del Gran Paradiso con i suoi 4.061 metri di altitudine, ma anche in altre favolose cime come il Roc, il Grivola, il Piccolo Paradiso, la Cresta Gastaldi, la Becca di Montandayné, l’Herbetet, la Punta di Ceresole e molte altre vette.

Regala un paesaggio di rara bellezza come quello tipico dell’alta montagna, costellato di boschi di pini, abeti e larici, ma anche da steppe erbose, poi pietraie e roccia nuda e infine ghiacciai. Una zona, insomma, da visitare almeno una volta nella vita poiché un tour nella Val di Cogne non lascia di certo indifferenti, anzi, fa vivere emozioni pure, come l’aria che vi si respira.

val di cogne itinerario

Un angolo della Val di Cogne

Epinel, per un affascinante benvenuto

A dare il benvenuto in questa valle incantata è Epinel, una deliziosa frazione di Cogne che ammalia il visitatore con il suo maestoso Campanile, eretto in onore dei Santi Patroni Fabien e Sébastien. Ma non solo, qui c’è anche la leggendaria Casaforte di Tarambel, un rudere medievale costruito nel 1198, probabilmente per volere dei nobili Chésallet.

Una frazione che è in grado di donare sin da subito un abbraccio al sapore di natura, grazie allo Stagno di Les Fontaines, un sentiero che si sviluppa per circa 3,7 km lungo la pista forestale che fiancheggia il torrente Grand Eyvia attraverso un percorso attrezzato, didattico e di scoperta, facilmente accessibile e fruibile in diverse stagioni dell’anno.

Valnontey, la porta del Parco

Totalmente immersa nella lussureggiante natura del Parco Nazionale valdostano è la frazione di Valnontey, un luogo da cui si godono i migliori panorami in assoluto del Gran Paradiso, con i suoi quattromila metri di altezza, e del Ghiacciaio della Tribolazione.

Meta ideale per gli amanti della natura, ammalia chiunque voglia percorrere i meravigliosi itinerari che si snodano nel cuore del Parco più antico d’Italia. Ma non solo, questo è anche il regno dei camosci, degli stambecchi, delle marmotte e delle aquile reali.

Gimillan, una terrazza panoramica

La frazione di Gimillan è un’altra di quelle tappe imperdibili di un itinerario in Val di Cogne. Una vera e propria terrazza panoramica che si trova a 1800 metri di altezza, offrendo viste emozionanti sull’intera vallata di Cogne.

Un luogo che invita a godere di paesaggi mozzafiato sui massicci del Gran Paradiso e del Monte Bianco, ma anche a riscoprire la storia di questa fiabesca zona e del suo passato, che si è sviluppato intorno alle antiche miniere di magnetite di cui sono ancora oggi visibili i resti degli edifici principali.

Cretaz, dove il tempo si è fermato

Cretaz è un’altra di quelle tappe da inserire nel vostro tour in Val di Cogne. Una minuscola realtà in cui il tempo sembra essersi fermato e, soprattutto, dove è possibile far diventare proprie le calorose tradizioni locali di una volta.

Anche da qui partono diversi interessanti itinerari. Uno dei più spettacolari è certamente quello che, costeggiando il torrente Grand Eyvia, raggiunge i Prati di Sant’Orso dove d’estate è possibile fare lunghe camminate in piano, mentre in inverno, ricoperti di neve, si trasformano in una pista da sci di fondo adatta a tutte le età.

Lillaz, spettacolare in ogni stagione

Arriviamo poi alla frazione di Lillaz, punto di partenza ideale per numerose escursioni e una più bella dell’altra. Il tragitto assolutamente imperdibile è quello che conduce a uno spettacolo più unico che raro – e durante tutte le stagioni -: le Cascate di Lillaz.

In estate, tra i profumi del bosco e i vivaci colori regalati dal sole, ecco che ci si ritrova davanti a meravigliosi e fragorosi flussi d’acqua che fanno ben 3 salti per 150 metri complessivi di altezza. D’inverno, invece, il fascino diventa quasi surreale: le cascate si ghiacciano completamente, catapultando il visitatore in una sorta di universo parallelo.

Lillaz cascate

Le Cascate di Lillaz

Cogne, la Perla delle Alpi

Non può di certo mancare una visita al centro abitato più importante della valle: Cogne, così intrigante da essere chiamata anche la Perla delle Alpi. La città è ricca e di elementi storici, artistici e culturali di grande rilevanza. Degli esempi sono la chiesa parrocchiale di Sant’Orso e la Casa dell’Orologio o Casa Grappein.

Ma non solo, Cogne nella sua valle possiede più di 80 chilometri di piste per lo sci di fondo, con snowpark, tapis-roulant gonfiabili, ciambella e pista sciabile, sia per bambini, sia per principianti. Non mancano i luoghi di interesse per gli appassionati della cultura come la Maison di Pitz, con la mostra permanente de Les Dentelles, i tipici merletti di Cogne lavorati al tombolo, l’Atelier d’Arts et Metiers, il Museo Minerario Regionale al Villaggio Minatori, il Museo Etnografico Maison Gerard Daynè a Sonveulla e il Centro visitatori del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Cogne è anche un luogo perfetto per chi ama fare shopping. Il centro della città è ricco di boutique dove poter acquistare prodotti che possono soddisfare tutte le necessità. Diversi, durante l’anno, sono gli eventi e le manifestazioni con mercatini tipici in cui lasciarsi conquistare da prodotti legati all’artigianato locale come pizzi e specialità enogastronomiche altamente genuine e di qualità.

Nel centro, ma anche sulle piste, ci sono numerosi rifugi dove degustare ottimo cibo, ma anche per poter conoscere più a fondo le accoglienti tradizioni del luogo.

Insomma, la Val di Cogne è un vero e proprio paradiso per gli amanti della natura e degli sport invernali, grazie ai paesaggi silenziosi ricoperti di neve, boschi, torrenti, ponticelli e scorci dai panorami mozzafiato. E la bella Cogne, considerata la regina dello sci nordico tra le località italiane, con 80 chilometri di piste e 12 anelli, è la destinazione perfetta per praticare questo sport che fa bene all’anima, al corpo e al cuore, sia da principianti, sia da esperti.

Non resta che organizzare un tour della Val di Cogne che si distingue per essere anche una destinazione sostenibile, offrendo una vacanza in totale relax nel pieno della lussureggiante natura alpina.

cogne cosa vedere

Cogne, la Perla delle Alpi

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alla scoperta della Val di Cogne, meraviglia allo stato puro