Populonia e il Golfo di Baratti, meraviglie toscane da scoprire

Tra resti etruschi e un mare cristallino, andare alla scoperta di Populonia e del Golfo di Baratti sarà un'esperienza unica per chi ama la natura e la storia

Antichissima città etrusca, Populonia si erge sulla punta nord del promontorio di Piombino, con una bellissima vista sul mare.

Circondata dalla natura, questa località era una dei dodici centri della Dodecapoli, città-stato che facevano parte dell’Etruria, l’unica a sorgere sulla linea di costa. Ancora oggi racchiude moltissimi tesori, anche di diverse epoche.

A iniziare dalla rocca, situata in cima alla collina. Sorta sull’acropoli dell’antica Pupluna e poi edificata nella prima metà del secolo XV, la fortezza s’impone tra le viuzze strette e lastricate del centro storico, in cui si alternano antiche botteghe, bar e piccoli negozietti. Qui il tempo sembra essersi fermato in un’epoca passata e, ancora oggi, si possono ammirare i resti della città antica, tra mura etrusche, antichi edifici d’epoca romana e medievale, tra cui la torretta che regala, una volta raggiunta, una splendida vista a 360°.

Castello di Populonia

Castello di Populonia. Fonte: iStock

Il panorama da qui è davvero meraviglioso e riporta anche al Golfo di Baratti, che si apre all’estremità sud-orientale del Mar Ligure. Qui c’è una spiaggia libera, preceduta dalle pinete, ma anche moltissime testimonianze etrusche che si estendono tra il Parco Archeologico di Baratti e Populonia, in cui possono ritrovare i resti dell’antica città. Diviso tra parte alta e bassa, il parco mostra due necropoli di fase etrusca, le cave e gli antichi quartieri industriali dove si lavorava per produrre ferro; oltre a templi, edifici, capanne e mosaici ricavati lungo le mura e risalenti alla fase romana.

Non solo storia e archeologia. In questa zona si possono seguire i sentieri o fare trekking, magari seguendo le antiche mura, all’interno del parco, oppure salendo lungo il sentiero boscoso di via delle Cave fino al Belvedere, per ammirare dall’alto la baia di Baratti. Per gli amanti dell’aria aperta e dello sport non ci sarà proprio da annoiarsi: diversi infatti sono gli itinerari proposti per scoprire questi bellissimi luoghi, seguendo le strade rivestite di roccia, attraversando i boschi o, ancora, percorrendo la macchia mediterranea.

Dalla città antica alle insenature, ci si può spingere anche verso i ruderi del monastero benedettino di San Quirico, complesso ecclesiastico situato alle pendici del Poggio Tondo. Per poi tornare giù, verso il mare e le spiagge rossastre, colorate così per via dei residui minerali legati all’estrazione del ferro in epoca etrusca. Godersi il panorama, seduti qui in riva al mare, con alle spalle la natura, sarà davvero fantastico, così come immergersi nei fondali cristallini del Golfo, certamente ancora ricchi di tesori.

golfo baratti vista populonia

Il Golfo di Baratti visto da Populonia. Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Populonia e il Golfo di Baratti, meraviglie toscane da scoprire