Plan de Corones d’estate: a tutto relax

È una terrazza naturale affacciata sulle Dolomiti, un luogo leggendario della Val Pusteria perfetto per vacanze estive dedicate al wellness e all'outdoor

È una terrazza naturale affacciata sulle Dolomiti, Patrimonio mondiale dell’Unesco, Plan de Corones, un luogo leggendario della Val Pusteria dove, ancora oggi, si dice vivano degli antichi spiriti, i “Curunes”, che, secondo le leggende ladine, popolano queste montagne. Il Plan de Corones è famoso per gli impianti sciistici più innovativi dell’Alto Adige e per le piste da sci per ogni livello di preparazione. Questo d’inverno. Tuttavia, chi preferisce la quiete e il relax, allora dovrebbe andarci d’estate, quando c’è meno folla, ma sempre tantissime attività da fare.

L’area vacanze di Plan de Corones è molto ampia e comprende diversi Comuni, tra i più caratteristici della regione, ricchi di storia e di tradizioni. Tra questi ci sono Marebbe, Casies, Valdaora, Falzes, Perca, Rasun Anterselva, San Lorenzo, San Martino in Badia, Terento, Monguelfo Tesido che fanno tutti capo alla cittadina di Brunico, che dista solo tre chilometri.

Inutile dire che il cuore è la montagna del Plan de Corones, un “panettone” di 2.275 metri di altitudine raggiungibile con diverse funivie, ma anche a piedi, seguendo i sentieri indicati che partono dalla valle, o con la e-mountain bike con cui si fa davvero poca fatica.
Una volta giunti in cima, il Plan de Corones è un piccolo paradiso del silenzio e del relax. Ci sono prima di tutto diversi rifugi dove mangiare i piatti tipici altoatesini ma anche aree attrezzate dove fare un pic-nic e trascorrere una giornata stesi su un prato a prendere il sole.

plan-de-corones-trekking

Attività all’aperto a Plan de Corones

C’è la famosa Campana della Concordia, una grossa campana prodotta da una fonderia di Salisburgo che riporta l’iscrizione “Donet deus populis pacem” (“Dio doni la pace ai popoli”). Posta in occasione del 25° anniversario dell’area sciistica Plan de Corones nel 2003, la campana suona tutti i giorni a mezzogiorno, ma anche ogni volta che in un Paese del mondo viene abolita la pena di morte, graziato un condannato a morte oppure quando finisce una guerra.

Per chi non ama troppo l’attività sportiva, sulla cima della montagna si trovano persino due musei: il primo a sorgere in cima al Plan de Corones è stato uno dei sei musei voluti da Reinhold Messner, l’MMM (Messner Mountain Museum) Corones dedicato al Trad Adventure Alpinism, che lui stesso ha definito “il mio quindicesimo Ottomila” e la cui struttura è stata progettata dalla scomparsa archistar Zaha Hadid, mentre il secondo è il Museo Lumen, dedicato alla fotografia di montagna e ricavato all’interno della vecchia stazione d’arrivo della cabinovia.

plan-de-corones-museo-LUMEN

Il Museo Lumen sulla cima del Plan de Corones

Ai piedi del Plan de Corones le attività da fare sono tantissime. All’inizio del sentiero che sale sulla montagna c’è, per esempio, un percorso Kneipp gratuito ottimo per la salute e per rigenerarsi. La filosofia di Sebastian Kneipp che, nel XIX secolo, ha ideato questo tipo di percorso si fonda su cinque pilastri: idroterapia, movimento, alimentazione, fitoterapia (erbe officinali) e stile di vita equilibrato, che sono alla base di uno stile di vita sano grazie a un metodo terapeutico naturale.

Kneipp credeva nel potere benefico dell’acqua creando un percorso ideale, descritto nel libro “La mia cura idroterapica”, che comprende la camminata nell’acqua, i bagni integrali, quelli parziali e i getti d’acqua. Il percorso Kneipp si trova nelle spa di molti hotel, ma d’estate è possibile farlo all’aperto ed è decisamente la cosa migliore.

falkensteiner-kronplatz_climbing

Arrampicate sulle cime delle Dolomiti

Un po’ più adatto ai bambini è il “Wasserwaldile”, il bosco con i giochi d’acqua che si trova a Rasun in Valle Anterselva. a una decina di chilometri da Brunico. Si tratta di un percorso acquatico con diversi elementi ludici che è stato ideato in modo da promuovere la creatività dei più piccoli.

Plan de Corones d’estate è il luogo perfetto per chi cerca il relax. Per il corpo, aria fresca, acqua pura, cibi sani e genuini sono gli ingredienti fondamentali di una pausa disintossicante a effetto immediato. E in questo sfondo alpino si trova un vero tempio del wellness, il Falkensteiner Hotel Kronplatz, un hotel adults only davvero particolare. Ciascuna delle quattro palazzine che formano l’hotel ha delle proprie aree relax, saune, bagni turchi e piscine o jacuzzi così he gli ospiti non sono tutti concentrati in un unico spazio bensì in un’area wellness diffusa.

falkensteiner-kronplatz-rooftop-pool

La rooftop pool del Falkensteiner Kronplatz

Chi è solito praticare sport qui trova grandi soddisfazioni: oltre alla palestra interna e alla parete d’arrampicata, in ogni camera vengono messi a disposizione attrezzi ginnici e una spalliera per fare esercizi in autonomia. L’Experience Concierge, che conosce tutti segreti della montagna, è poi a disposizione per suggerire idee ed esperienze, anche le più adrenaliniche, dal volo in elicottero sorvolando le Dolomiti ai torrenti migliori dove fare rafting, dalla gita in mongolfiera sopra il Plan de Corones alle arrampicate, dai percorsi con le funi alle zip-line.

Alla montagna è ispirata anche la cucina dell’hotel, ma non solo quella altoatesina, bensì alle vette più alte del mondo, quelle tibetane, del Perù, dell’Argentina, del Giappone, dell’Alaska e della Tanzania.

Chi è appassionato della montagna d’estate trova a Plan de Corones tanti spunti per una vacanza slow all’insegna del relax. Chi è solito preferire il mare, dovrebbe invece prenderla seriamente in considerazione perché, qui, la vacanza è quella con la “V” maiuscola.

falkensteiner-kronplatz-e-bike

E-mountain bike sui sentieri did Plan de Corones

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Plan de Corones d’estate: a tutto relax