Nicosia: clima e temperatura della capitale cipriota

Scopri quali sono i mesi migliori per visitare Nicosia, l’antica capitale divisa dell'isola di Cipro, caratterizza da estati calde e secche e inverni miti

Foto di Marialuisa Urbano

Marialuisa Urbano

Giornalista specializzata in Travel

Giornalista, autrice, conduttrice radiofonica, Blogger e SMM. Ama i viaggi zaino in spalla, la vita all’aria aperta, gli animali e lo sport.

Nicosia, nota anche come Lefkosia, è la capitale divisa dell’isola di Cipro, la terza per estensione del Mar Mediterraneo dopo Sicilia e  Sardegna. Cipro si trova a sud della penisola anatolica, gode di un clima tipicamente mediterraneo sulla costa, con inverni piovosi ed estati soleggiate, mentre nella pianura interna, dove si trova Nicosia, si presentano estati molto calde e inverni freddi nelle zone montuose. Gode di lunghi periodi di sole, con precipitazioni scarse, e per questa ragione si definisce come la capitale più luminosa d’Europa, rivaleggiando su tale primato con Lisbona.

L’isola è una meta molto conosciuta e apprezzata per il turismo marittimo, forte delle sue favolose spiagge e di un mare caldo, in cui potersi immergere senza brividi fino ad ottobre inoltrato. Se stai pensando ad un viaggio nella capitale cipriota, devi considerare però che il suo clima è diverso da quello di cui godono le coste dell’isola, e pianificare con cura il periodo migliore in cui partire alla scoperta di questa antica e affascinante città.

Nicosia Buyuk Hann
Fonte: iStock
Lo splendido Buyuk Hann di Nicosia

Il clima di Nicosia: quando visitare la capitale divisa

Nicosia, capitale di Cipro, vanta un clima mediterraneo caratterizzato da estati lunghe, torride e secche, e inverni brevi e miti. Si tratta sicuramente di una destinazione ideale per chi ama l’abbronzatura tutto l’anno – la media annuale delle temperature ferma il termometro a 19°C – ma generalmente, le stagioni dal clima più gradevole per poter godere a pieno della propria visita, anche dal punto di vista enogastronomico, sono la primavera e l’autunno. Le precipitazioni medie annue si aggirano intorno ai 350 mm, concentrate principalmente nei mesi invernali, pur non essendo mai abbondanti. Da maggio a settembre invece, il periodo più secco, le precipitazioni sono scarsissime o quasi inesistenti. Questo è sicuramente il periodo migliore per godere del bel mare di Cipro, ma fai attenzione, non è quello ideale per visitare la capitale, visto che le temperature di Nicosia, a luglio e agosto, arrivano facilmente a sfiorare i 40°C.

L’inverno a Nicosia

Le temperature medie oscillano tra i 10°C e i 15°C, decisamente gradevoli per il periodo. Pur essendo inverno, le giornate sono per lo più soleggiate, con limitate piogge occasionali. Le precipitazioni nevose sono rare, ma possono verificarsi nelle zone montuose dell’isola. A febbraio si festeggia il Carnevale, un’ottima scusa per viaggiare in questo periodo. Lungo le coste di Cipro, in inverno si registrano temperature medie intorno a 11-12°C, e le precipitazioni sono più frequenti che durante tutto il resto dell’anno, con settimane di maltempo che si alternano a giornate in cui splende il sole.

Gennaio e febbraio a Cipro sono comunque mesi abbastanza miti, con una temperature minime di 6°C e massime di circa 15°C, per una media giornaliera di 10,9 gradi. Nella pianura della Mesaoria, dove di trova Nicosia, si gode di un clima invernale tutto sommato piacevole ma le temperature di notte possono avvicinarsi allo zero. Se pensi quindi di visitare Cipro in inverno, e in particolare di concentrarti su Nicosia e sui suoi dintorni, dovrai portare con te anche dei capi di abbigliamento invernale più pesante e, in ogni caso, un buon paio di scarpe da trekking per le tue passeggiate.

La primavera a Nicosia

La primavera, da fine marzo a giugno, è decisamente la stagione migliore per visitare Nicosia: le temperature medie raggiungono i 20°C; le giornate sono lunghe e soleggiate, quasi del tutto assenti le precipitazioni. Un buon motivo per decidere di partire per  la capitale dell’isola in questo periodo è anche per regalarsi la possibilità di osservare una splendida vegetazione in piena fioritura. L’escursione termica della sera, soprattutto all’inizio della stagione, potrebbe costringerti ad indossare ancora qualche capo di abbigliamento più pesante ma di giorno potrai scoprirti e perchè no, fare anche un salto al mare.

Non dimenticare l’ombrello: è vero che le precipitazioni si concentrano di più nei mesi precendenti ma, soprattutto a marzo e aprile, non sono del tutto assenti. Meglio quindi essere preparati in caso di temporali improvvisi. Girare per il centro storico di Nicosia, visitarne le attrazioni, i musei e camminare tra i suoi antichi vicoli sarà particolarmente piacevole in questa stagione e in particolare nelle ultime settimane di aprile e per tutto il mese di maggio, quando in città, tra l’altro, si tiene l’annuale Festival Internazionale di Teatro.

Nicosia vicoli
Fonte: iStock
Fermarsi per un caffè nei vicoli della città vecchia di Nicosia

L’estate torrida di Nicosia

D’estate, da metà giugno a metà settembre, le temperature possono essere decisamente torride, soprattutto per visitare la pianura di Nicosia. Permane, anche se minore, una sensibile escursione termica notturna, per la quale ti servirà almeno una felpa. Con gli anticicloni e le ondate di caldo in arrivo dal continente africano, nella capitale dell’isola di Cipro si superano facilmente i 40°C.. Le due catene montuose che circondando la città, quella di Kyrena e quella dei Monti Troodos, impediscono alla brezza marina di arrivare e di dare un po’ di sollievo ad abitanti e turisti. D’estate non piove quasi mai, è il periodo più caldo e secco dell’anno, in cui si va anche incontro al rischio siccità. Le temperature medie superano i 30°C in luglio e agosto, con giornate lunghe e soleggiate.

In questi mesi è assolutamente necessario proteggersi dal sole con creme, cappelli e occhiali scuri, evitando di andare incontro a fastidiose scottature o di incorrere in pericolosi colpi di calore. Immagina per un attimo di camminare lungo le Mura Veneziane della città o di esplorare la città vecchia sotto il sole cocente, e con temperature sopra i 40°C nelle ore centrali della giornata. Probabilmente ti pentiresti di aver scelto proprio questa stagione per visitare Nicosia invece che stare sulle belle spiagge dell’isola, come quelle della penisola di Karpaz o di Girne.

L’autunno nella capitale cipriota

Questa stagione è ottima per pianificare il proprio viaggio a Nicosia e magari dedicare alcune giornate ad esplorarne anche i dintorni. A settembre si tiene il tradizionale Festival di Musica e questo rimane uno dei migliori momenti dell’anno, insieme alla primavera, per visitare la capitale cipriota. Le temperature medie iniziano a calare, riassestandosi intorno ai 20°C nel mese di novembre. Le settimane migliori sono quelle che vanno da fine settembre a fine ottobre, quando il mare tra l’altro risulta essere ancora caldo e permette di regalarsi dei ultimi bagni molto piacevoli. Più avanti, da novembre in poi, aumenta la possibilità di andare incontro a giornate nuvolose e le prime piogge autunnali rinfrescano l’aria, abbeverando la terra resa arida dall’estate.