Due giorni alla scoperta della capitale della Macedonia

In 2 giorni a Skopje, nella capitale della Macedonia percorrendo le vie lungo il Vardar e camminando tra i resti di antiche civiltà

Nella vostra vacanza in Macedonia non può sicuramente mancare una visita alla sua capitale Skopje. È la città più grande dello Stato e anche quella più popolata, dato che insieme ai comuni limitrofi ospita più di un quarto degli abitanti della Macedonia.

Skopje è una capitale della cultura dell’est Europa anche grazie all’intensa dominazione di forti imperi che per più di 2.000 anni hanno troneggiato in queste terre. Illiri, romani, bizantini e turchi ottomani: la capitale della Macedonia è stata da sempre un crocevia di popoli anche grazie alla sua posizione strategica che l’ha resa un ponte naturale tra la Grecia, i turchi e le popolazioni del continente europeo. Si consideri la notevole importanza del fiume che bagna Skopje, il Vardar, utile punto geografico per gli scambi commerciali. La storia di questa città è stata però segnata da alcune calamità naturali, una delle quali è stata sicuramente il devastante terremoto del 1963 che ha sfigurato alcune sue parti, in particolar modo le costruzioni antiche.

In questa guida vi proponiamo di visitare alcuni dei siti più importanti della capitale per vivere al meglio i vostri due giorni in terra macedone. Iniziate con un simbolo storico di antica natura: la fortezza di Kale. Essa vi affascinerà con la maestosità delle mura e delle torri merlate che svettano con imponenza e, a seconda del periodo in cui la visitate, potrete magari assistere ad alcuni concerti e spettacoli e godervi il fascino di questo luogo al tramonto.

Vicino alle mura della cittadella della capitale trovate il Museo di arte contemporanea. Questo luogo prezioso venne costruito dopo il terremoto del 1963 per mezzo di alcuni fondi internazionali donati alla Macedonia per riportare alla luce parte dei propri monumenti storici andati perduti. Nel museo sono contenute moltissime opere di autori di fama mondiale, tra cui spicca il nome di Pablo Picasso e sempre qui si può scoprire, inoltre, l’evoluzione dell’arte contemporanea nel territorio macedone.

Dedicate il pomeriggio del primo giorno allo shopping… perché non regalarvi qualche souvenir di Skopje? L’antico bazaar Stara Čaršija è un luogo simbolo della capitale e ben rappresenta l’anima multiculturale dello stato con negozi e banchetti macedoni fianco a fianco a locali turchi e albanesi. Alla stregua dei migliori bazaar orientali, vi sentirete pervasi da un’atmosfera familiare e amichevole che vi accompagnerà lungo la vostra passeggiata e anche durante i vostri acquisti.

Inoltre, in questa zona avrete l’occasione di assaggiare i piatti tipici della Macedonia. Potete provare il classico kebab e una gustosa birra locale in accompagnamento, la Skopsko. Se volete qualcosa di più caratteristico, il gravche tavche fa per voi: si tratta di un piatto a base di fagioli e peperoni, amalgamate da salsa di pomodoro e da un ingrediente onnipresente nelle tavole di questi luoghi, il peperoncino… una vera squisitezza, se avete un palato robusto!

Il secondo giorno visitate un altro sito della capitale per approfondire maggiormente la storia della Macedonia: il Museo archeologico di Skopje. A pochi passi dal Ponte di pietra, sulle rive del fiume Vardar, spicca per la bellezza della sua facciata di un colore bianco candido e sulla quale svetta la bandiera macedone, raffigurante un sole splendente su sfondo rosso. Le esposizioni interne mostrano oggetti di epoca medievale e altri che si perdono negli albori della storia della capitale tanto che alcune stele e ceramiche appartengono addirittura alla preistoria.

Proseguite, poi, per la strada Samoilova e in pochi minuti di cammino raggiungerete le coste del Vardar, pronti a solcarlo in una delle più caratteristiche costruzioni della Macedonia. Si tratta del Ponte di pietra o “ponte vecchio” di Skopje che venne costruito sotto la dominazione ottomana di Maometto II, nella seconda metà del 1400. Il ponte si estende per più di 200 metri di lunghezza e nelle forti mura che lo costituiscono si alternano 12 archi sotto i quali scorrono le acque del fiume.

Nel vostro weekend a Skopje rimane ancora qualche ora per esplorare la capitale e divertirsi: non perdetevi lo zoo della città, piccola perla della magica capitale della Macedonia e meta fissa se siete in città con i bambini. Attraversate il ponte storico e proseguite per boulevard Linden e dopo circa 30 minuti arriverete allo zoo dove troverete ad attendervi 500 specie di animali, dai grandi ippopotami alle feroci tigri, dalle giraffe dal lungo collo ai combattivi orsi bruni

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Due giorni alla scoperta della capitale della Macedonia