La Cina che non conosci: Mohe, la “città gelata”

Mohe è una delle piccole perle più segrete della Cina, andiamo alla sua scoperta

Tra antichissimi templi e metropoli futuristiche, tra migliaia di bellezze naturali e decine di fantastici capolavori dell’uomo, la Cina è una delle regioni più affascinanti del mondo intero. Servirebbero mesi per poter ammirare ogni angolo di questo paradiso, ma la maggior parte dei turisti si limita generalmente alla capitale Pechino e a poche altre attrazioni ormai divenute molto famose.

Eppure, la Cina ha un volto che in tanti non conoscono, un volto che racchiude quella che è la sua vera essenza più profonda e che merita assolutamente di essere riscoperta. Ed è per questo che l’intero Stato convoglia tutti i suoi sforzi nel tentativo di mostrare ai turisti il suo lato meno rinomato, dove è ancora possibile passeggiare lungo le strade e assaporare la cultura e la tradizione cinese senza ritrovarsi sommersi da una calca incredibile.

Sul finire del 2019, la Cina ci ha permesso di riscoprire alcune delle regioni più remote che si estendono sul suo territorio, come ad esempio lo Heilongjiang. Si tratta della provincia più settentrionale dello Stato, situata al confine con la Russia. È un luogo incantevole e – come potrete ben immaginare – decisamente molto freddo, ma vi si respira un’atmosfera quasi magica. Nel punto più a nord della regione possiamo trovare la città di Mohe, un piccolo capolavoro dove la natura e l’opera dell’uomo si mescolano in maniera sorprendente, dando vita a uno spettacolo unico al mondo.

mohe

Mohe, in Cina – Fonte: 123rf

Questo villaggio è senza dubbio caratterizzato da un clima molto rigido: pensate che in inverno le temperature scendono spesso sotto i -40° C, e per ben 10 mesi l’anno sono la neve e il ghiaccio a farla da padroni. Non stupisce dunque scoprire che Mohe viene spesso soprannominata la “città gelata”, e sta pian piano diventando una sempre più rinomata località turistica invernale. Proprio nel 2019, il governo ha portato a termine l’ampliamento di un’importante rete autostradale che include questo piccolo centro abitato, per incentivare i visitatori ad ammirare le sue meraviglie.

Raggiungere Mohe ora è molto più facile, ma altrettanto non si può dire dei lavori di costruzione che hanno riguardato la nuova autostrada: la città deve infatti fare i conti con il ghiaccio per tantissimo tempo, e già a partire dalla progettazione sono emersi i primi problemi. Tuttavia, dal 1° dicembre 2019 la nuova arteria stradale è aperta al traffico, e questo è ciò che più conta. Perché Mohe merita assolutamente una visita, proprio per il suo essere una perla scolpita nel ghiaccio.

Di cose da vedere ce ne sono molte: qui sorge un giardino interamente fatto di sculture gelate, così come un parco divertimenti e un labirinto che vedono anch’essi il ghiaccio come grande protagonista. E poi ci sono le classiche attività come pattinare sul ghiaccio e fare lunghe ciaspolate. C’è anche un hotel di ghiaccio, bello ed elegante quasi come il suo corrispettivo in Svezia. I più fortunati, infine, potranno ammirare da qui il fantastico spettacolo dell’aurora boreale.

mohe

Mohe, in Cina – Fonte: 123rf

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Cina che non conosci: Mohe, la “città gelata”