Il viaggio come rinascita: le esperienze da vivere

Immersioni nella natura, attività rilassanti e momenti di pausa per riconnettersi con se stessi

Gli ultimi due anni sono stati storicamente drammatici. A livello psicologico e fisiologico l’intera popolazione mondiale ha conosciuto picchi di stress mai visti. Il desiderio di evadere, staccare la spina e ricaricare le batterie, respirando positività e serenità è cresciuto. Per questo motivo i viaggi stanno assumendo sempre di più il connotato di esperienze di rigeneranti e rinnovatrici.

I weekend fuori porta stanno diventando dei piccoli ritiri spirituali, dei momenti in cui prendersi cura di sé, del benessere psicofisico. Ritrovare la calma, diminuire i livelli di ansia e prepararsi ad affrontare il rientro con una ritrovata energia e nuova consapevolezza.

Proprio a questo scopo aumentano esponenzialmente attività come lo yoga, la meditazione e la terapia. Ma non solo, percorsi benessere, spa, terme, escursioni nella natura, tutto ciò che può aiutare a riconnettersi con sé stessi a livello profondo è ricercatissimo. Ciò che davvero desidera la gente è mettere a tacere il cervello per qualche ora, staccarsi dal brusio di sottofondo che logora ogni giorno la serenità e ritrovare la luce. Ma come fare queste esperienze in concreto?

Ci vuole un po’ di forest-bathing

In Giappone questa pratica si chiama shinrin-yoku ma da noi è conosciuta come forest-bathing, che letteralmente significa “bagno nella foresta” e consente di attingere al potere terapeutico e taumaturgico degli alberi per migliorare il benessere psico-fisico. Il forest-bathing consiste nello spegnere il cellulare e camminare per almeno tre o quattro ore nel bosco, lasciandosi trasportare dai colori del paesaggio nelle diverse stagioni, ascoltando il silenzio della foresta per vivere un’esperienza immersiva e rigenerante nella natura per un viaggio-rinascita.

forest bathine viaggi rinascita

Una lunga camminata nel bosco per rigenerarsi

Sono numerosi i benefici che ne derivano, infatti, l’immersione nel bosco agisce sul sistema nervoso e immunitario, rafforzando le difese e riducendo il livello di stress grazie al naturale abbassamento del cortisolo. Di conseguenza, diminuirà la frequenza cardiaca, la pressione arteriosa e i livelli di zucchero nel sangue, alleviando così le sensazioni negative come stanchezza e nervosismo. In Italia tra i luoghi migliori per praticare forest-bathing ci sono:

  • Sentiero dei Giganti e Sentiero del Respiro degli Alberi, Trentino
  • Parco della Maremma, Toscana
  • Wood Walks, Parco Nazionale d’Abruzzo
  • Parco Nazionale del Circeo, Lazio
  • Riserva Naturale Orientata del Bosco di Malabotta, Sicilia
  • Riserva Naturale I Giganti della Sila, Calabria
  • Riserva Mab, Molise

Godetevi le terme naturali

Le terme hanno un grande potere rilassante, oltre ad offrire diverse benefici a livello di salute, grazie alle proprietà della loro acqua. Non stiamo parlando però di spa e centri benessere, ma di veri e propri tesori della natura. Le terme naturali, anche chiamate terme gratuite, sono vasche di acqua termale che sgorga naturalmente dalla terra. Delle vere e proprie spa accessibili a tutti che consentono di godersi il benessere immersi nel panorama, per stare meglio con sé stessi. Ecco le più famose d’Italia:

  • Vasca Leonardo da Vinci, Lombardia
  • Bagni di San Filippo, Toscana
  • Terme del Bullicame, Lazio
  • Terme di Sorgeto, Campania
  • Grotta delle Ninfe, Calabria
  • Terme di Vulcano, Sicilia
terme naturali

Un bagno nelle bellissime terme di Saturnia

I viaggi rigeneranti sono ormai un trend in salita, fare forest-bathing ed accedere alle terme naturali sono attività con dei costi ridotti per altro. Se siete appassionati di yoga dovete segnarvi anche il Festival dello Yoga a Milano tra le tappe salienti dei vostri momenti di rinascita.