Lascia il lavoro e gira il mondo in barca con il gatto

Dal 2013 Liz Clarkdi vive le proprie avventure accompagnata da un micio che era stato abbandonato e che è diventato il suo quartiermastro

Si definisce una ‘pirata’, Liz Clarkdi, una donna americana di 34 anni, che ha lasciato il proprio lavoro nel 2006 per girare il mondo a bordo di una barca a vela.

Dal 2013, però, alla ciurma si è aggiunto un nuovo membro: un gatto. Liz da allora vive le proprie avventure accompagnata dal micio che era stato abbandonato e che ha preso sotto la sua protezione. Il gatto è in realtà una ‘lei’ e si chiama Amelia. La aiuta a pescare – quando non fa mambassa di pesciolini – e la accompagna nelle lunghe passeggiate lungo la spiaggia.

Quando Liz getta l’ancora, la gattina si apposta a prua e scruta il panorama, facendo attenzione che non si avvicini nessuno all’imbarcazione, fungendo un po’ da ‘gatto da guardia’. Se non fa troppo caldo, si sdraia lunga distesa accanto alla sua padroncina a prendere un po’ di sole. Il più delle volte, però, cerca l’ombra e fa dei lunghissimi pisolini, specie di giorno, proprio come piace ai felini. Ogni angolino è buono per nascondersi senza che nessuno la possa disturbare.

In navigazione, invece, Amelia si aggrappa alle cime per non essere trascinata via dal vento che soffia sulle vele e osserva incuriosita (e leccandosi i baffi) eventuali delfini o branchi di pesci che le due avventuriere incrociano.

Talvolta capita anche Liz debba scendere a terra a fare rifornimento di viveri e quant’altro e, naturalmente, non può lasciare solo a bordo il suo quartiermastro. Insomma, Amelia la segue ovunque.

Da Messico al Centro America, insieme hanno solcato mari e oceani. Liz si è anche imbarcata per un lungo viaggio verso il Pacifico del Sud, documentando tutte le tappe dell’avventura, in compagnia dell’inseparabile Amelia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lascia il lavoro e gira il mondo in barca con il gatto