I centri termali del Lazio dove rilassarsi

Il Lazio è ricco di terme libere, anche molto antiche, e di centri termali dotati di ogni comfort: ecco le terme più belle da provare

Se si pensa al Lazio, la mente vola subito a Roma e al suo immenso patrimonio storico, artistico e culturale. Il Lazio però non è solo la città eterna, ma è anche natura, borghi, spiagge e ovviamente i centri termali. Le terme nel Lazio sono numerose e derivano direttamente dall’antica tradizione romana: per questo scegliere di trascorrere le proprie vacanze nei centri termali del Lazio significa fare un viaggio nel tempo.

Un tempo infatti era tradizione per gli antichi romani immergersi nelle sorgenti e nelle piscine naturali formatesi in alcune zone strategiche dove sgorgano tutt’oggi le acque termali. Questa tradizione si è tramandata nei secoli arrivando ad oggi, ovviamente con tutti i comfort richiesti anche dai viaggiatori più esigenti. Se stai pianificando di trascorrere un weekend, una giornata o una vacanza nelle terme del Lazio, ecco i centri più belli da scegliere!

Terme libere nel Lazio

Come prima cosa è importante sapere che esistono alcune terme libere, in cui l’accesso è gratuito e ci si può recare tutto l’anno per immergersi nelle acque termali. Le terme del Bullicame in provincia di Viterbo sono un perfetto esempio. Si tratta di 2 vasche naturali immerse nella campagna in cui potersi godere i benefici delle sorgenti locali. Un altro esempio sono le terme del Bagnaccio, sempre in provincia di Viterbo, immerse nel verde, sono un vero e proprio parco termale composto da più piscine in cui l’acqua sgorga a 63°C. Questo parco termale è situato lungo la via Francigena ed è quindi il punto di sosta perfetto anche per i pellegrini diretti verso Roma. Ci sono inoltre le terme storiche delle Masse di San Sisto nel cuore della Tuscia, le terme di Ficoncella a Civitavecchia e infine le terme gratuite alle Piscine Carletti, sempre a Viterbo.

Terme in provincia di Viterbo

Chi desidera trascorrere una vacanza all’insegna del benessere e del relax in un centro termale del Lazio, sicuramente la zona di Viterbo è perfetta. Nel cuore della Tuscia infatti da sempre sono presenti numerose sorgenti di acque termali, che venivano sfruttate fin dall’antichità per i loro poteri benefici per l’organismo. Oggi sono numerose le terme naturali e libere che sono diventate meta per turisti, pellegrini e per tutti quelli che desiderano concedersi dei momenti di relax. Le terme alle Piscine Carletti, le terme del Bullicame, le terme libere del Bagnaccio e quelle di Cotilia seguono le orme della celebre Saturnia, anche se ovviamente con dimensioni più ridotte.

Terme del Lazio

La sorgente termale di Bullicame, nel cuore del bacino idrotermale di Viterbo

Parco Termale del Bagnaccio

Il Parco Termale del Bagnaccio si trova lungo la via Francigena, al centro di una grande orto botanico. Sorge nell’area che nell’era etrusco-romana era conosciuta con il nome “Aquae Passeris” e già alora era apprezzata per le acque di tipo solfato, bicarbonato, alcalino terrose, debolmente solfuree, ipertermali che sgorgano alla temperatura di circa 63°C. Nel parco termale ci sono 6 vasche di acqua termale a diverse temperature, adatte per più esigenze diverse.

Puoi prenotare su Booking un hotel vicino al Parco Termale del Bagnaccio e alle meraviglie dell’area termale di Viterbo.

Terme Carletti

La soluzione per chi cerca delle terme low cost nel Lazio è rappresentata senza dubbio dalle Terme Carletti (“Le Pozze” come vengono chiamate dagli abitanti del luogo), un vero e proprio paradiso naturale completamente gratuito. Le acque termali vengono canalizzate in una dozzina di vasche naturali che ricreano il percorso frigidarium-tepidarium-calidarium degli antichi romani. Possono essere raggiunte
da Viterbo dirigendosi verso ovest, in direzione Tuscania, svoltando a destra in corrispondenza dell’Aeronautica Militare e proseguendo per circa 1 km.

Terme dei Papi

Le Terme dei Papi sono tra le più popolari della provincia di VIterbo grazie alla piscina monumanteale che si estende per un’area di più di 2000 mq e attinge direttamente dalla sorgente di Bullicame, ma anche da altre piccole sorgenti circostanti che rendono le acque adatte per diversi tipi di trattamento terapeutico. Segnaliamo anche la grotta che forma un bagno turco naturale con cascatelle di acqua a 58° che creano vapori benefici in un ambiente molto suggestivo.

Le Terme di Viterbo da visitare

Le Terme dei Papi e gli stabilmenti termali di Viterbo

Terme di Vulci

In piena Maremma tosco-laziale sorgono le Terme di Vulci a pochi passi dal parco archeologico e a mezz’ora dalla spiaggia di Cabalbio. Elegante e molto grande, il complesso comprende due piscine termali ed una per il nuoto sportivo. Al centro di una di queste sorgono tre antichi ulivi che offrono benessere anche alla vista oltre che al corpo. Le acque ferruginose delle Terme di Vulci sono indicate per il trattamento delle malattie artroreumatiche e vengono impiegate nelle balneo-terapie per la cura di malattie dermatologiche e delle flebopatie.

Terme in provincia di Roma

Dal Colosseo alle terme alle porte di Roma. Questo può essere un’itinerario per chi vuole rivivere l’atmosfera degli antichi romani tra storia e benessere, concedendosi dei momenti di assoluto relax e magari completando la vacanza con le visite ai Castelli Romani. Troviamo infatti centri termali sparsi in tutta la provincia di Roma, a partire da Civitavecchia fino all’incantevole Tivoli.

Terme di Stigliano

Se invece preferisci concederti un weekend con tutti i comfort del caso e farti coccolare da un vero e proprio centro con Spa annessa, hotel e ristorante, sono numerosi i centri termali nel Lazio che sono pronti per regalarti un soggiorno indimenticabile. Tra questi, uno dei più famosi è sicuramente Stigliano. Con un hotel 4 stelle di raffinata eleganza e una spa che propone percorsi di benessere e trattamenti estetici, le terme di Stigliano sono il paradiso per gli amanti del wellness. La spa è anche giornaliera, quindi ci si può accedere anche se non si è ospiti dell’hotel e propone un percorso romano davvero suggestivo. Ispirato all’antica tradizione romana, il percorso prevede un tepidarium, un calidarium e infine, una sauna finlandese. Se il benessere passa anche dalla tavola, a Stigliano potrai davvero recuperare una forma fisica perfetta grazie anche al ristorante interno. Le terme sono idonee anche per chi necessita cure termali stagionali e grazie alla qualità delle acque e dei fanghi sono diversi i percorsi di salute proposti dal centro.

Tivoli Terme

Le antiche terme di Tivoli sono conosciute anche come terme di Roma e sono il più importante centro benessere della capitale. Situate a Tivoli, le loro origini sono antichissime e risalgono ovviamente al periodo romano quando venivano chiamate da Plinio il Vecchio “acque santissime” proprio per le loro proprietà curative. Sono le sorgenti del lago Regina e del lago Colonnelle ad alimentare grazie alle acque sulfuree, queste meravigliose terme. Un tempo conosciute come Terme di Agrippa, oggi le Terme di Roma sono il luogo perfetto per chi visita la capitale e desidera concedersi momenti di relax e benessere.

Ci sono 5 grandi piscine alimentate con le acque sulfuree ad una temperatura costante di 23°C, ma oltre a questo i visitatori possono effettuare trattamenti come la fangoterapia, la balneoterapia, le irrigazioni, le cure idropiniche, le inalazioni e le insufflazioni. All’interno della spa invece si possono effettuare percorsi benessere con massaggi, alternanza di acqua calda e fredda, docce aromatiche, sauna, bagno turco, percorsi vascolari, il tutto completato dal servizio di tisaneria. Le terme di Roma inoltre sono particolarmente indicate per la cura della psoriasi.

Prenota ora una vacanza di assoluto relax: scopri su Booking le disponibilità alle Terme di Tivoli.

Terme di Cretone

Sono situate a Palombara Sabina, in provincia di Roma e sono un centro termale che unisce alla perfezione benessere e intrattenimento. Le terme di Cretone sono nel cuore della Sabina e sono dotate di 3 grandi piscine termali, di cui una per bambini, alimentate dalle acque provenienti da sorgenti termominerali sulfuree. Dai trattamenti per la cura delle patologie della pelle, alle terapie per l’apparato respiratorio, le terme sabine di Cretone sono un vero e proprio centro benessere e sportivo. Oltre alle piscine infatti nel centro sono presenti 2 campi da calcetto, un’area fitness, 4 campi da tennis e un ristorante. Durante il periodo estivo offrono anche la possibilità di utilizzare le piscine durante le ore notturne. Qualunque sia la tua scelta, se un centro termale o le terme naturali libere, nel Lazio troverai sicuramente un’ampia offerta di trattamenti di salute e benessere, per vivere la tua vacanza all’insegna del relax, senza però rinunciare alla bellezza dei paesaggi e alla cultura.

La Ficoncella

Le acque delle terme di Ficoncella sono celebri per le caratteristiche quasi uniche: per trovare qualcosa del genere è necessario prendere l’aereo e volare fino in Giappone. Questa perla rara italiana si trova vicino a Civitavecchia ed è costituita da un complesso di 5 vasche. Ma veniamo alla caratteristica particolare delle terme di Ficoncella. L’acqua viene riscaldata dal sottosuolo a temperature molto elevate e, ricca di sali minerali, emerge in superficie generando varie sorgenti idrotermali. Queste depositano il carbonato disciolto in nuovi strati geologici di tipo gessoso e travertinoso, garantendo un’azione benefica, idratante e stimolante. Persino Giuseppe Garibaldi si recò a Ficoncella per recupare dopo essere stato ferito alla gamba. Oggi queste acque si rivelano benefiche sia per malattie croniche (dermatologiche) che acute (flogistiche, cutanee, mucose e psoriasi).

Terme in provincia di Frosinone

Fiuggi, ma non solo. Viaggiando in provincia di Frosinone, possiamo trovare diversi centri termali nascosti nella magnifica Ciociaria.

Terme di Fiuggi

Conosciute in tutta Europa, le terme di Fiuggi sono una vera oasi di pace e tranquillità. Il centro termale è situato a valle della città e sfrutta il potere benefico di ben due sorgenti: la Fonte Bonifacio VIII e la Fonte Anticolana. Già nota in epoca romana, questa stazione termale vanta delle acque oligominerali povere di sali minerali. Alle cure termali, si alternano i percorsi benessere, i paesaggi e la cultura della Ciociaria: non si deve dimenticare infatti che il comune è situato in provincia di Frosinone, caratterizzata da ampie vallate e spazi verdi. Poco distante si trova inoltre la storica città di Anagni, da non perdere se si decide di trascorrere una vacanza in zona.

Fiuggi ha fatto dell’acqua il suo vero cavallo di battaglia e infatti sono numerose le persone che scelgono di trascorrere un weekend in questo meraviglioso comune della Ciociaria per recuperare il benessere fisico e mentale, attraverso il rapporto con l’acqua. Oltre alle cure termali, a Fiuggi si possono fare anche massaggi, impacchi di benessere, trattamenti per il viso e per il corpo e altri percorsi benessere.

Prenota ora su Booking un hotel a Fiuggi.

Terme di Ferentino

Sono tra le più antiche terme presenti nel Lazio: le terme di Ferentino, oggi chiamate terme di Pompeo sono arroccate all’interno di un antico borgo sul colle del Tolero e si contraddistinguono per l’utilizzo di acque ipotermali. Situate in provincia di Frosinone, nella valle del Sacco, questo centro termale è immerso nella natura ed è il luogo ideale in cui concedersi momenti di relax. Oltre alle cure termali sono presenti anche diversi percorsi benessere e tra questi, uno dei più apprezzati è il percorso Kneipp. La spa offre anche altri percorsi benessere tra cui i trattamenti di prevenzione cronoaging del viso, massaggi, le piscine termali e alcuni trattamenti di medicina estetica. Al loro interno, le terme di Ferentino hanno anche un’area fitness, la possibilità di fare un check-up epigenetico e un hotel che permette agli ospiti di soggiornare in totale relax.

Trova su Booking l’hotel migliore a Ferentino.

Terme in provincia di Rieti

Chiudiamo con il nostro viaggio tra le terme più belle del Lazio con la provincia di Rieti e spostiamoci a pochi km dall’Abruzzo. Qui troviamo le bellissime terme di Cotilia.

Terme di Cotilia

Tra Castel Sant’Angelo e Cittaducale sorgono le terme di Cotilia, nel cuore della provincia di Rieti. Sono immerse in un contesto paesaggistico di grande pregio, tra laghi vulcanici, suggestive gole naturali e sorgenti millenarie. È proprio grazie alla presenza di queste fonti ricche di oligoelementi che le terme di Cotilia sono così apprezzate, sia per i trattamenti di salute, sia invece per i trattamenti di benessere. Le terme di Cotilia, pur trovandosi nel Lazio, distano solo 35 km dall’Aquila e si trovano quindi in una posizione strategica non solo per visitare Roma, ma anche le bellezze del centro Italia. Le acque del centro termale sono ricche di zolfo e per questo, sono qualitativamente pregiate.

Il centro è estremamente moderno e innovativo ed è diventato il punto di riferimento per chiunque debba fare trattamenti termali per salute. Tra le prestazioni che offrono le terme di Cotilia infatti ci sono le inalazioni, le insufflazioni, le cure idropiniche, le irrigazioni, le docce nasali, oltre alla possibilità di effettuare visite e check-up ginecologici, gastroenterologici e percorsi di fisioterapia. Le terme di Cotilia quindi si pongono come un moderno centro di salute, perfetto per chi ha la necessità di dedicarsi a percorsi di check-up e prevenzione. Prenota ora un hotel su Booking.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I centri termali del Lazio dove rilassarsi