Guida di Berna, viaggio alla scoperta della capitale della Svizzera

Tutte le informazioni utili e le curiosità meno note per organizzare il tuo indimenticabile viaggio a Berna

Capitale della Svizzera, situata al centro del paese, nel cantone franco-tedesco, Berna è attraversata dal fiume Aare, ed una città antica, affascinante e tranquilla.

È sede del Governo svizzero ed ospita il Palazzo Federale e gli uffici istituzionali del Paese. Le sue antiche origini sono ben visibili in città, nella Altstadt, la città vecchia, caratteristica per le costruzioni medievali, le torri, le piazzette con le fontane e gli stretti vicoli.

Numerosi i luoghi da visitare come la Cattedrale, la Fossa degli orsi, i giardini, e diversi importanti musei come il Centro Paul Klee con numerose opere dell’artista, o la casa di Einstein ed il museo, e ancora, il Museo dell’Arte ed il Museo Alpino.

Una città sorprendente per l’atmosfera, la natura vicinissima e la cultura.

Quando andare a Berna: clima e periodo migliore

La città si trova sull’altopiano svizzero del Mittelland, a 540 metri di altezza. Gli inverni sono freddi e spesso nevosi mentre in estate si alternano giornate molto calde ad altre mitigate dalle montagne circostanti. Se la visitate in inverno e amate gli sport invernali non sarà difficile trovare stazioni sciistiche poco lontano, mentre in estate, oltre alla visita della città potrete dedicarvi a passeggiate nella natura o giri in bicicletta.

Cosa vedere a Berna

Fossa degli orsi: è uno dei parchi più importanti dedicato agli orsi che qui vivono in un ambiente accogliente e adatto alle loro necessità. Situato sulla sponda del fiume Aare, è stato ampliato nel 2009 con un tunnel che collega la parte nuova a quella precedente. I visitatori possono accedere al parco, passando in percorsi dai quali possono ammirare gli orsi in sicurezza.

Palazzo federale: oltre ad essere la sede del Governo svizzero, il palazzo federale, costruito nel 1902, è un edificio di grande bellezza, che si affaccia su una grande piazza, meta di incontro di molti bernesi e turisti. Il Palazzo è visitabile con la guida e offre al suo interno le due camere, molto lussuose, e la terrazza dalla quale la vista sulla città è davvero suggestiva. Al di fuori del palazzo sono presenti giochi d’acqua in estate e la pista di pattinaggio con giochi di luce in inverno.

Zytglogge (torre dell’orologio): situata in Bim Zytglogge 1, la torre dell’orologio offre ogni giorno e ad ogni ora un piccolo spettacolo. Al cambio dell’ora le lancette si muovono insieme alle loro statue di personaggi fiabeschi dando vita a scenari e storie diverse. Sono presenti orsi danzanti, buffoni, e galli. Con una visita guidata alla torre è possibile scoprire cosa si cela dietro a queste raffigurazioni, i meccanismi dell’orologio e la sua lunga storia. È possibile anche salire sulla torre ed ammirare il panorama.

Come arrivare a Berna

Arrivare a Berna dall’Italia è possibile in auto o in treno con collegamenti diretti dalle stazioni di Milano e Torino. Berna ha anche un aeroporto non particolarmente trafficato a causa delle sue piccole dimensioni. Esistono voli dai principali aeroporti italiani, operati da compagnie aeree low cost ma non sono frequenti e dunque è importante verificare il piano voli in base alla data del proprio viaggio.

Come spostarsi a Berna

Berna dispone di linee di tram e bus che si snodano sia in città che verso le aree periferiche. Dall’aeroporto è previsto servizio di bus navetta. Ottimi i collegamenti in treno per le altre città della Svizzera.

Dove dormire a Berna

Potrete scegliere tra hotel di alto livello, B&B, affittacamere e appartamenti. La città è piuttosto contenuta dunque anche se non alloggerete nel centro città non sarà difficile raggiungere i maggiori punti di interesse.

Cosa mangiare a Berna

A Berna la cucina è un mix delle tradizioni anche degli altri cantoni e dei paesi a loro confinanti. I piatti più diffusi sono:

  • Rösti: patate tritate e saltate in padella, spesso con cipolle, formaggio e spezie
  • La Raclette: formaggio fuso in cui intingolare patate e sottaceti
  • Schnitzel: cotoletta
  • Kalbfi let: filetto di vitello
  • Meringa con cioccolato svizzero

Documenti per viaggiare a Berna

La Svizzera non è parte dell’Unione Europea ma è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio. È invece membro dell’accordo Schengen.

Berna informazioni turistiche

  • Valuta: CHF – Franco svizzero
  • Lingua: tedesco, francese
  • Fuso orario: stessa ora dell’Italia
  • Corrente elettrica: 220V/50Hz
  • Numeri utili: Ambasciata italiana a Berna, Willadingweg 23 – Tel: 0041 (0)31 390 10 10

 

Cosa vedere nei dintorni di Berna

 

 

I luoghi insoliti da vedere a Berna

 

 

Scarica il taccuino di Berna

Porta sempre con te il taccuino di Berna dove potrai appuntare le tue visite, i luoghi preferiti e il programma di viaggio.

Per stampare correttamente il taccuino spunta l’opzione “Rifletti sul lato corto” nel menu “Stampa fronte-retro”.

Scarica GRATIS il taccuino di viaggio

 

Scopri tutte le guide di viaggio delle capitali europee

FAQ

In che cantone della Svizzera si trova Berna?

Berna dà il nome all’omonimo cantone, il Canton Berna. Il cantone è bilingue, francese e tedesco. 

Quando avviene la processione delle luci a Berna?

Ogni anno il 1° agosto, giorno di festa nazionale, viene organizzata la processione delle luci nelle vie centrali della città, con la processione di tantissime lanterne luminose. Durante il giorno vengono organizzati per i bambini i laboratori per creare le lanterne. 

Cosa vedere a Berna in un giorno?

I maggiori monumenti ed attrazioni si trovano nella città vecchia, la Altstadt, come il palazzo del Parlamento, la Torre dell’Orologio, la Torre Käfigturm e la casa di Einstein. Nella seconda parte del pomeriggio è possibile visitare la fosse degli orsi e fare una passeggiata nella parte bassa della città dove si trovano negozi eleganti e alla moda. 

Perché Berna viene chiamata la città delle fontane?

A Berna le fontane sono numerose e quasi tutte artistiche. Simbolo di riunione e convivialità ancora oggi sono punto di ritrovo di molti abitanti. La loro presenza abbellisce le vie e le piazze e in alcune di esse sono previste in alcuni periodi dell’anno, spettacoli di giochi d’acqua.