Pompei by night: la suggestiva atmosfera degli scavi archeologici

Lo splendido scenario dell'antica città alle falde del Vesuvio

Il fascino dell’antica città fantasma di Pompei aumenta di notte. Da giugno a novembre uno spettacolo all’interno degli scavi archeologici, “Sognopompei”, consentirà ai turisti, ogni venerdì, sabato e domenica, di vivere in un’atmosfera suggestiva lo splendido scenario degli scavi archeologici dell’antica città alle falde del Vesuvio. A  partire dalle 21.15, un’ora circa dopo il tramonto, i visitatori si proietteranno in un sogno nel quale è possibile immaginare la città viva e pulsante, grazie a giochi di luce, all’accompagnamento di una voce guida  e ad alcuni attori che impersonano gli antichi pompeiani.

Il percorso si snoda attraverso gli scavi con ingresso da porta Marina sino alla Basilica, passando per le Botteghe di Via Marina, il Tempio di Apollo, il Foro, il Tempio Vespasiano, il Macellum e gli edifici Pubblici. La voce fuori campo che introduce ed accompagna i visitatori è quella di Luca Ward, uno dei più famosi doppiatori italiani di Keanu Reeves, Antonio Banderas, Pierce Brosnan, Russell Crowe e Hugh Grant e attore in molte fiction.

Ma durante la passeggiata notturna, della durata di circa 70 minuti, i visitatori incontrano anche un pompeiano, che dialoga ed interagisce con il pubblico, introducendo gli ospiti lungo il cammino e spiegandogli la vita della città di Pompei, i suoi segreti e la sua storia d’amore. L’incontro che trasporta gli spettatori, con giochi di colori e suoni, nel 79 d. C. proprio la notte precedente l’eruzione che cancellò la città di Pompei e la sua popolazione, consentirà di poter rivivere le emozioni del tempo pur conoscendone l’atroce destino.

Una maniera originale ed emozionante per visitare gli scavi di Pompei, la città che al tempo dell’antica Roma era una cittadina florida e pulsante del commercio e delle residenze degli imperatori e dei patrizi. Un luogo che tutt’oggi rappresenta la maggiore espressione urbanistica ed architettonica dell’ingegneria dell’epoca, ma anche un ricordo, a causa dell’eruzione, triste e malinconico di un popolo scomparso sotto la lava e le ceneri.

Le visite si alternano ogni 30 minuti, con prenotazione obbligatoria. Il progetto è realizzato dalla Azienda Autonoma di Cura, Soggiorno e Turismo di Pompei, in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei e finanziato dalla Regione Campania (Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali) con fondi europei e il contributo del Comune di Pompei. Il prezzo del biglietto è di 20 euro.

Pompei by night: la suggestiva atmosfera degli scavi archeologici