Trondheim: cosa ammirare nella città norvegese

Terza città della Norvegia per grandezza, Trondheim offre molto ai turisti e agli studenti che la popolano: ecco cosa devi assolutamente vedere

Oltre a essere la terza città della Norvegia per grandezza, Trondheim è anche la più a nord delle grandi città norvegesi e quella situata sul fiordo più lungo di tutto lo Stato, Trondheimsfjord, lungo ben 130 chilometri. Grazie alla famosa Università Norvegese di Scienza e Tecnologia, ai 187mila abitanti vanno aggiunti anche i 30mila studenti che arrivano ogni anno da tutto il Paese per studiare. La città scandinava ha un’offerta culturale molto ampia e merita sicuramente una visita. Scopriamo cosa fare e cosa vedere durante il vostro viaggio a Trondheim, in Norvegia.

Cosa vedere a Trondheim

Fondata nel 997 dal re Olaf I di Norvegia come Kaupangen, divenne capitale del Paese fino al 1217, col nome di Nidaros. Ricostruita più volte nel corso dei secoli, in seguito a numerosi incendi che la rasero al suolo, ha preso definitivamente il nome Trondheim negli anni ‘30. Il simbolo della città è la Cattedrale di Nidaros, costruita nel 1070 sulla tomba di Sant’Olav e meta di continui pellegrinaggi già durante il Medioevo. Nel corso dei secoli, ha subito numerose ricostruzioni, fino al 1869, quando la Cattedrale ha assunto l’attuale aspetto gotico-romanico.

Durante il Medioevo e poi dal 1814 è la sede delle incoronazioni dei re di Norvegia. Da non perdere il Museo di Arte di Trondheim, con oltre 4000 opere di arte norvegese successiva al 1850. Il Museo ospita anche mostre temporanee e mostre di opere degli artisti norvegesi Håkon Bleken e Inger Sitter nell’edificio Gråmølna, tutto dedicato all’arte contemporanea. Il Museo delle arti applicate del Nordenfjeld, invece, espone arredi, argenti, vetri, tessuti e ceramiche dal 1400 fino a oggi. Inoltre, è l’unico museo in Norvegia con una mostra permanente di artigianato e tessuti giapponesi.

Altro museo da visitare è il Rockheim, il museo nazionale norvegese di musica popolare. Merita una visita anche l’Erkebispegården, il Palazzo Arcivescovile, dove sono esposti i gioielli della corona norvegese. Da vedere anche lo Stiftsgården, la residenza reale, il più grande palazzo di legno del Nord Europa. Costruito tra il 1774 e il 1778, all’interno è riccamente decorata con pitture murarie in stile italiano e arredata con mobili Rococò. Il centro di Trondheim è molto affascinante, con tanti negozi dove poter fare anche shopping sfrenato: ideali per questo sono la Nordre Gate e la Olav Tryggvasons gate.

Nel quartiere storico Bakklandet ci sono diverse botteghe artigiane che realizzano abiti e accessori fatti a mano, una vera chicca per i turisti. E poi tanti ristoranti e caffè per trascorrere qualche momento di relax. Nella piazza principale della città, Torvet, si trova la statua di Olav Tryggvason, il fondatore di Trondheim. Allontanandosi dal centro, magari prendendo il Gråkallbanen, il tram più settentrionale al mondo, si arriva nella riserva di Bymarka. Qui si può passeggiare, fare jogging e, attraverso un itinerario specifico, ammirare un bel panorama.

Non molto distante, situata su un colle a est, c’è la fortezza di Kristiansen, costruita tra il 1681 e il 1684, dal 1816 è stata tolta dall’uso della famiglia reale e oggi è possibile visitarla. A seconda del periodo dell’anno, è possibile anche partecipare a una delle numerose manifestazioni che si tengono in città. Tra la fine di luglio e i primi di agosto a Trondheim si celebra il Festival di Sant’Olav, il santo protettore della Norvegia, mentre altri eventi famosi sono il Festival del Jazz, il Festival del Cinema di Kosmorama, il Festival della Musica da Camera, il Pstereo e il Festival del Blues.

Trondheim e l’aurora boreale

Il nord della Norvegia è anche uno dei pochi posti al mondo dove è possibile ammirare l’aurora boreale. Tra fine settembre e fine marzo in questa zona del Paese fa buio dal primo pomeriggio fino a tarda mattina e quindi è molto facile veder comparire in cielo questo straordinario fenomeno. Una tavolozza di colori verdi, blu, rosa e viola che incantano chiunque la osservi. Seppur non è matematico che possa capitare di vederla, è bene sapere che quando il clima è freddo e secco è più frequente che l’aurora boreale si possa verificare.

Cosa mangiare a Trondheim

A Trondheim è possibile assaggiare tutte le specialità norvegesi, ma anche cibi ricchi di contaminazioni e idee innovative. Selvaggina, cacciagione, agnello, pesce, frutti di mare e bacche sono alla base dei piatti della regione. Naturalmente, ogni ristorante, pub o bar offre anche un’ampia scelta di eccellenti birre artigianali locali, per accompagnare i cibi.

Come arrivare a Trondheim

Trondheim ha il suo aeroporto internazionale, Trondheim Værnes, situato a circa 45 chilometri dalla città. Sono quattro le compagnie aeree che offrono collegamenti internazionali e nazionali. Dall’aeroporto si può raggiungere Trondheim in pullman o in treno. Inoltre, ci sono sia pullmann che treni che quotidianamente collegano Trondheim con le principali città norvegesi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Trondheim: cosa ammirare nella città norvegese