Isole Andamane, un paradiso indiano nascosto

Situato nel Golfo del Bengala, l'arcipelago di 576 isole regala spiagge bianche, fondali spettacolari e foreste lussureggianti

Un paradiso nascosto sulla Terra. Quello delle isole Andamane è un vero e proprio eden fatto di un mare azzurrissimo e spiagge soffici e bianche come borotalco.

Questo arcipelago, che appartiene all’India nonostante sia molto più vicino alle coste della Birmania (GUARDA LA MAPPA), è prevalentemente montuoso e completamente ricoperto da una fitta e lussureggiante vegetazione tropicale e dalla foresta pluviale.

Le sue isole, con i loro litorali considerati tra i più inaccessibili, suggestivi e belli al mondo, hanno tutti i presupposti per una vacanza da sogno. Oltre alle spettacolari spiagge di sabbia bianca e alle acque cristalline, le Andamane sono circondate da barriere coralline mozzafiato con dei fondali incantevoli. Un sogno per gli appassionati di immersioni e snorkeling che possono ammirare le varietà di pesci e di coralli che popolano questa zona.

Per chi, invece, preferisce rilassarsi in spiaggia, qui ci si può perdere tra litorali infiniti e solitari, attorniati da una giungla impenetrabile. Già note all’epoca di Alessandro Magno, le Andamane sono formate da 576 tra isole e isolotti, la maggior parte dei quali disabitati. Tra le maggiori: South Andaman, Middle Andaman, North Andaman, Little Adaman e Havelock. Port Blair è la capitale, nonché un vivace centro commerciale.

Vicino a Port Blair, c’è l’isola di Rutland, famosa per le sue incredibili spiagge, e Cinque Islands, uno dei luoghi più spettacolari dell’Oceano Indiano. La popolazione è composta anche da alcune tribù aborigene che rifiutano la civilizzazione e sono protette dal governo indiano in aree tribali non accessibili ai turisti.  

Isole Andamane, un paradiso indiano nascosto