5 templi spirituali che sembrano ultraterreni

Tra dettagli minuziosi e materiali preziosi, questi templi nel mondo sono davvero unici. E sono bellissimi

Indipendentemente dal credo di appartenenza, i siti religiosi sparsi per il mondo, costituiscono una vera e propria attrazione per i viaggiatori alla ricerca di destinazioni spirituali. Ci sono, infatti, templi antichi e moderni dedicati a divinità e centri spirituali caratterizzati da un’atmosfera così incredibile, da sembrare ultraterrena.

Nella maggior parte dei casi, la complessità e la bellezza architettonica di questi siti, diventa essa stessa una visione surreale assolutamente da osservare, meglio ancora se da vicino. Per questo abbiamo selezionato per voi 5 destinazioni da raggiungere per vivere un’esperienza al confine tra terreno e spirituale. Pronti a partire?

Wat Rong Khun

Il primo tempio che incontriamo nel nostro itinerario è quello di Wat Rong Khun, in Thailandia. Conosciuto anche come Tempio Bianco, questo edificio è realizzato interamente con il gesso ed è impreziosito con pezzi di vetro e specchi che, riflettendo i raggi del sole, creando un gioco di luci davvero incredibile.

Wat Rong Khun

Wat Rong Khun

L’intera struttura architettonica unisce elementi terreni e spirituali restituendo sensazioni davvero uniche a ogni passo. Iconico è il ponte da attraversare per raggiungere l’edificio principale. Circondato da mani che emergono dal terreno, questo passaggio è il simbolo della purificazione.

Tempio di Akshardham

Ci spostiamo ora a Nuova Delhi, in India, per ammirare uno dei più maestosi esempi di architettura indiana. L’intero complesso è stato costruito in soli 5 anni, grazie al lavoro continuo e senza sosta di oltre 10000 artigiani. Il tempio, che è di una bellezza straordinaria, ha ricevuto anche il Guinness World Record come edificio induista più completo e grande del mondo.

Tempio di Wat Samphran

Torniamo in Thailandia per scoprire un altro tempio, sicuramente unico e diverso da qualsiasi altro centro spirituale mai esistito al mondo. Il Tempio di Wat Samphran, infatti, è letteralmente accerchiato da un gigantesco drago che si attorciglia lungo una torre rosa di 17 piani.

Attraverso le scalinate che si trovano all’interno del maestoso drago, è possibile salire in cima alla torre dove abitano i monaci buddisti cinesi.

Tempio di Wat Samphran

Tempio di Wat Samphran

Batu Caves

A pochi chilometri da Kuala Lumpur, esiste uno dei siti induisti più importanti al mondo: le Batu Caves. Si tratta di grotte calcaree incastonate all’interno di una montagna, che ospitano dei templi induisti dedicati a Hanuman.

L’esperienza all’interno di questo centro spirituale è incredibile e surreale, soprattutto per quella scalinata dai colori arcobaleno che conduce verso i templi. Con un’altezza di 42,7 metri è considerata la più imponente del mondo.

Pagoda Shwedagon

A Yangon, in Birmania, svetta imponente sulla città un edificio scintillate alto 98 metri: è la Pagoda Shwedagon, che cattura lo sguardo anche da lontano. Sulla cima della struttura, interamente laminata in oro, sono incastonate pietre preziose che brillano al sole.

La storia della nascita della Pagoda è suggestiva tanto quanto la visione del complesso. Secondo la tradizione, infatti, Gautama Buddha consegnò delle ciocche dei suoi capelli a due fratelli, ordinandogli di depositarli sulla collina. Proprio lì, dove ora sorge il tempio.

Pagoda Shwedagon

Pagoda Shwedagon

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

5 templi spirituali che sembrano ultraterreni