L’isola del Mar Morto fatta di sale e un particolare albero

Sembra il disegno di un libro, invece questa piccola isola esiste davvero: si trova al centro del Mar Morto e si può raggiungere a nuoto

Tra i posti più incredibili al mondo – e da visitare almeno una volta nella vita – c’è di sicuro una piccola isola tutta in sale, un luogo incantevole circondato da uno dei mari più particolari al mondo.

Questa meraviglia della natura si trova a vicino alle spiagge di Ein Bokek, nel Mar Morto, in Israele, a sole due ore dalla Città Santa. Una zona che vanta hotel di lusso e alcuni tra i lidi (anche liberi) più belli della zona, riconoscibili per il loro colore dorato intenso. Da queste superbe spiagge, rigorosamente via mare e con una nuotata di almeno 20 minuti, si può raggiungere un luogo davvero molto particolare, simile ad una piccola piscina naturale circondata da sale e acque cristalline e turchesi.

Raggiungere questo Eden terrestre, come si sarà capito, non è affatto semplice anche perché si trova al centro di uno dei mari più salati al mondo. Per arrivarci, dunque, bisogna faticare un po’ e nuotare in acque dove c’è il 34% di concentrazione di sale, a circa 415 metri sotto il livello del mare.

Il Mar Morto, del resto, è noto a tutti i viaggiatori per questa sua particolarità e tanto quanto è facile stare a galla e senza fatica tanto diventa difficile muoversi e nuotare in tutta libertà. Una volta arrivati sul piccolo atollo, però, il panorama e lo spettacolo visivo che si presenta agli occhi dei viaggiatori sul mondo circostante saprà ricompensare ogni sforzo.

Un’altra particolarità di quest’isola, che rende questo luogo speciale e fiabesco, è il fatto che, oltre alla sua consistenza salina e dalla colorazione bianca che spicca sulle acque turchesi, al suo interno, proprio al centro, vive da anni un unico albero, dal tronco sottile e con rami che spiccano verso il cielo.

Si tratta di un’attrazione davvero unica e quasi inspiegabile visto che il sale non permette l’esistenza di essere animali e vegetali. Una magia resa possibile da un angelo custode, un uomo del luogo che ogni giorno raggiunge a nuoto l’atollo per curare l’alberello e permettergli di continuare a vivere e resistere in questo fantastico posto. Tutto questo per far sì che questa incantevole località possa affascinare a lungo chiunque approdi in questo paradiso naturale. L’ideale per chi cerca mete insolite e curiose, da vivere e fotografare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’isola del Mar Morto fatta di sale e un particolare albero