Cosa vedere a Icaria, un tesoro nel Mar Egeo

Un viaggio a Icaria, l'Isola di Icaro nel mar Egeo, cosa vedere nel paradiso naturale dalla storia millenaria

Icaria, o Ikaria, è un’isola greca del Mar Egeo, posta a pochi chilometri dall’Isola di Samos. Secondo la tradizione il nome dell’isola deriva dal mito di Icaro, il figlio dell’inventore Dedalo, precipitato nel mare che ancora oggi porta il suo nome. Il mito di Dedalo e Icaro, legato alla leggenda del Minotauro e del labirinto, è parte integrante della cultura di questa regione e sicuramente nel corso della vostra vacanza avrete modo di scoprirlo e approfondirlo.

Il sole che sciolse le ali di cera di Icaro attende i turisti per coccolarli sulle spiagge dorate della costa. Il panorama unico e il paesaggio naturale incontaminato sono gli obiettivi di numerosi viaggiatori, le calette e i piccoli golfi di Icaria nascondono degli angoli di autentica bellezza che rendono Icaria una delle Isole più belle della Grecia Orientale.

L’isola di Icaria occupa una superficie di circa 250 chilometri quadrati ed è fortemente caratterizzata da un territorio montuoso. Il Monte Etheras si sviluppa lungo l’intera striscia di terra con diverse vette superiori ai 900 metri di altezza, il punto più alto si trova nelle vicinanze del capoluogo, nella regione nord orientale e supera i 1.000 metri di altitudine.

La storia di Icaria è molto antica, l’isola è stata abitata fin dal Neolitico e gli scavi archeologici hanno confermato insediamenti costanti nel corso dei millenni. Numerosi sono i siti e i musei archeologici dedicati all’immenso patrimonio della regione, nei musei sono conservati i reperti più preziosi, ma i siti archeologici all’aperto permettono di cogliere pienamente la grandezza dei popoli che abitarono l’Isola.

Presso Agios Kirikos, lungo la costa nord orientale, si trova il Museo Archeologico di Icaria. L’edificio di recente costruzione ospita il centro museale dal 2014 ed è dotato di un allestimento moderno con pannelli multimediali e video. All’interno i reperti raccontano ai visitatori la storia culturale, commerciale e sociale dell’Isola.

Nella stessa città il Folk & History Museum si pone l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale e folkloristico dell’isola promuovendo le tradizioni locali. Le mostre sono organizzate per temi ed espongono documenti, foto e oggetti storici come abiti e utensili tradizionali.

Poco distante da Agios Kirikos si trova il paese di Therma, dove si concentra il turismo termale dell’isola di Icaria. Queste due città sono anche il punto di partenza per escursioni nelle vicine isole dell’arcipelago di Furni.

Proseguendo verso la regione sud occidentale dell’Isola si giunge al porto di Evdilos, una delle porte di ingresso nell’isola. Lungo la costa che da qui conduce a Armenistis, un piccolo villaggio, si trovano le principali località balneari di Icaria: Gialiskari, Messaktì e Livadi.

Poco distante da Evdilos si trova Kampos, l’antica capitale di Icaria. Il Museo Archeologico di Kampos custodisce numerosi reperti neolitici, statuette in argilla, vasi e monete. All’interno del sito si trova anche un’antichissima chiesa, risalente al XII secolo e che secondo alcune fonti è la più antica chiesa dell’isola.

Proseguendo lungo la costa occidentale si giunge a Vrakades, dove si trova il Museo del Folklore dedicato alla storia dell’isola e alla memoria della fase dello Stato Libero di Ikaria. Il paese di Vrakades fu fondato nel XVII secolo e mantiene ancora oggi le caratteristiche originarie come le vecchie case in pietra.

All’estremità meridionale di Icaria si trova Faros Papa, un faro diventato meta turistica per l’eccezionale panorama che offre ai turisti. L’eccezionale location regala una vista mozzafiato sul mare e affascina numerosi turisti per il caratteristico paesaggio naturale in cui è collocato.

Proseguendo verso est lungo la costa si incontra il piccolo paese di Karkinagri. Nella parte orientale del villaggio una piccola chiesetta bianca costruita sulla scogliera costituisce una piacevole sorpresa. La strada panoramica offre degli scorci incredibili e unici della costa.

Risalendo la costa di giunge a Magganitis, caratteristico paese sulle pendici montuose di Icaria. Poco distante si trova una delle spiagge più famose dell’isola, Seychelles Beach; il nome ricorda un’altra nota meta turistica, ma questo angolo di paradiso non ha davvero nulla da invidiare alle isole dell’Oceano Indiano. Per raggiungerla è necessario percorrere un tratto di sentiero, ma ne vale davvero la pena. La spiaggia di ciottoli levigati dall’azione del mare si affaccia su un mare limpido e cristallino dove tuffarsi è un vero piacere. Qui gli appassionati di snorkeling potranno divertirsi ammirando i fondali e la fauna marina.

Infine, nel centro dell’isola di Icaria, si trova il Castello di Koskina, una fortificazione costruita nel X secolo dai Bizantini. Oggi dell’imponente struttura del castello caduto in mano nemica nel XV secolo rimane sono una parte e la vicina chiesa di San Giorgio.

Nel corso del vostro itinerario non dimenticate di dedicare un po’ di tempo alla scoperta delle specialità enogastronomiche locali. Molto apprezzato è il vino, prodotto a Icaria fin dall’antichità è oggi un vero e proprio prodotto di eccellenza.

Cosa vedere a Icaria, un tesoro nel Mar Egeo