Scoperta la grotta sottomarina più grande del mondo

Un gruppo di sommozzatori ha trovato la grotta sommersa più grande del mondo.

Un gruppo di sommozzatori ha trovato un passaggio che collega due enormi caverne sottomarine nel Messico orientale, svelando quella che si pensa sia la grotta sommersa più grande del mondo.

Un labirinto sommerso lungo 347 chilometri che collega due tra le più grandi grotte del pianeta, Sac Actun e Dos Ojos, nei pressi di Tulum, uno dei luoghi più famosi del Sud del Messico.

La scoperta potrebbe aiutare a fare luce sull’antica civiltà Maya che viveva in questa zona. La caverna è considerata un sito archeologico in quanto i Maya erano soliti utilizzare le cavità della terra, chiamate cenote, per i loro rituali religiosi. Secondo i popoli Maya le caverne erano un mezzo per comunicare con gli dei.

La scoperta arriva dopo 20 anni di esplorazioni nell’ambio del progetto GAM (Great Maya Aquifer Project) che ha lo scopo di esplorare i misteri che si nascondo nelle acque della penisola dello Yucatan. Secondo gli esperti potrebbero nascondersi altri tre tunnel che partono dalla grotta di Sac Actun. “Questa immensa caverna rappresenta il sito archeologico sommerso più importante del mondo in quanto conserva oltre cento reperti”, ha spiegato Guillermo de Anda, direttore del GAM e ricercatore del National Institute of Anthropology and History, alla Cnn. “All’interno del Sistema di caverne abbiamo potuto documentare ritrovamenti risalenti ai primi coloni americani, esempi di fauna ormai estinti e naturalmente delle cultura Maya”, ha raccontato.

Nel 2008 all’interno del cenote di Sac Actun erano stati trovati i resti di un mammuth e un teschio umano appartenuto a una giovane donna chiamata Naia risalente a 13mila anni fa.

Entrambi i cenote Sac Actun e Dos Ojos sono oggi luoghi turistici ed è possibile immergersi. Con la nuova scoperta il team di esperti archeologi spera che questi in futuro diventino luoghi inaccessibili al pubblico.

Scoperta la grotta sottomarina più grande del mondo