Escursioni e attività indimenticabili nel deserto del Sahara

Il Sahara è uno dei deserti caldi più grandi del mondo, un luogo magico e fuori dal tempo dove vivere diverse esperienze: ecco quali

In Africa settentrionale, diviso dai confini meramente immaginari di dieci differenti nazioni e attraversato dal Tropico del Cancro, si estende per l’impressionante superficie di nove milioni di chilometri quadrati il deserto caldo più grande del pianeta: il Sahara. Il suo nome, antonomasia del concetto stesso di deserto, evoca immediatamente immagini di dune di sabbia infuocata modellate dal vento, cieli immensi nei quali osservare stelle che altrove non sono neppure immaginabili, e lunghe carovane di cammelli condotti da misteriosi uomini bardati nelle loro vesti blu.

L’immensa vastità e unicità di questo territorio, al suo interno comprende zone anche molto differenti tra loro, alcune ricoperte da steppa e boscaglia, altre caratterizzate da distese di nuda roccia nuda o ciottoli, ma le dune del Sahara centrale sono la concretizzazione precisa dell’affascinante immaginario comune che da sempre ammanta il deserto. Nonostante la sua meravigliosa attrattiva del deserto è però bene avere ben chiare alcune accortezze prima di avventurarsi alla sua scoperta.

Il deserto del Sahara: prima di partire

Il Sahara è una regione sconfinata e priva di punti di riferimento, né di strade propriamente dette. Risulta dunque quasi impossibile inoltrarsi da soli al suo interno senza perdersi inesorabilmente, e talvolta con conseguenze davvero poco piacevoli. Va ricordato anche che si tratta di una delle zone più estreme del mondo per quanto riguarda il clima, con un sole infuocato che può raggiungere, di giorno, temperature vicine ai 50°C e subire poi una notevole escursione termica durante le ore notturne, quasi sempre molto fredde. Non mancano poi altre insidie, compresa la presenza di animali letali come scorpioni e serpenti.

Per tutti questi motivi, è assolutamente necessario affidarsi a delle guide locali esperte, accostandosi con rispetto ad un mondo insidioso quanto meraviglioso, oppure organizzare direttamente da casa ogni dettaglio del viaggio, programmando per tempo escursioni, tempi e mezzi. Le escursioni possibili sono molteplici, anche in considerazione dello Stato nel quale ci si trova, ma gli itinerari più apprezzati sono generalmente quelli che partono dal Marocco e dalla Tunisia. Una volta stabilita la destinazione principale, la scelta della guida dipende anche dalle attività che vengono offerte. Vediamo ora nel dettaglio quelle disponibili e le più richieste.

Cosa fare nel Sahara: escursioni a dorso di cammello

Il modo più classico per fare esperienza del deserto è sicuramente partecipare a una escursione a dorso di cammello. Questi grandi e docili animali hanno una particolare andatura, perfettamente adattata all’ambiente, che fa comprendere sin da subito al loro passeggero perché sono anche detti le “navi del deserto”. Non è infatti infrequente una sensazione di mal di mare, mentre si attraversa quella sconfinata distesa di granelli di sabbia grande proprio quanto il mare. La sensazione è particolare e indimenticabile, consentendovi un approccio immersivo e ricco di suggestioni lontane.

Cosa fare nel Sahara: escursioni in 4×4

Il ritmo lento e costante del cammello può essere sostituito con un’esperienza diversa, scegliendo di partecipare a una escursione in 4×4. La maggiore rapidità del mezzo consente di avere una visione più ampia del paesaggio di dune che si attraversa e di raggiungere oasi, formazioni rocciose o campi beduini in un tempo relativamente breve. La parte migliore resta comunque il tragitto, dove si viene completamente immersi nelle sfumature gialle e rosse della sabbia, calati profondamente nel dominio della natura a inseguire l’orizzonte tremolante.

Cosa fare nel Sahara: escursioni in Dune Buggy

Il deserto non è solo contemplazione mistica e viaggio di lenta scoperta. Per una esperienza più adrenalinica è possibile prenotare un’escursione in dune buggy. Questo piccolo mezzo trasforma infatti le dune del Sahara da paesaggio lunare a naturalistico luna park, all’interno del quale sperimentare intense ed entusiasmanti sensazioni di velocità e libertà.

Cosa fare nel Sahara: un tè nel deserto

Questa bevanda è tanto profondamente radicata nella cultura berbera e beduina da avere un posto speciale anche nell’immaginario collettivo. Prendere un tè nel deserto significa immergersi letteralmente dentro un topos letterario e cinematografico. Partecipare al rito del tè con una guida locale è un’esperienza da non perdere, soprattutto al tramonto, quando il sole piano scompare dietro le dune, tingendole di un rosso acceso.

Cosa fare nel Sahara: dormire in una tenda beduina

Per quanto il paesaggio sahariano possa essere entusiasmante e meraviglioso di giorno, nulla può eguagliare la visione di stelle infinite e di un’abbagliante via Lattea che accende la volta del cielo notturno restituendogli così una inedita tridimensionalità. Una notte nel deserto del Sahara è pura e struggente magia. Dormire in una tenda tradizionale beduina e spartire la cena con le guide locali è il modo migliore per comprendere appieno la cultura e la straordinarietà del luogo.

Cosa fare nel Sahara: il bagno di sabbia

Nel deserto del Sahara, infine, non manca di certo la possibilità di fare anche esperienze più particolari, come ad esempio il bagno di sabbia, una pratica che avrebbe effetti benefici per tutto il corpo. Esso consiste nel farvi seppellire per intero nella sabbia del deserto lasciando fuori soltanto la testa, per qualche minuto. Una volta estratti dalle sabbia si viene avvolti in una morbida coperta di lana mentre si sorseggia un tè all’ombra di una tenda beduina, per tornare gradualmente a temperatura ambiente.

Deserto del Sahara

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Escursioni e attività indimenticabili nel deserto del Sahara