Consigli per preparare lo zaino per un trekking sulle Dolomiti

L'equipaggiamento e l'abbigliamento sono due fattori fondamentali quando si prepara lo zaino per un trekking sulle Dolomiti

Per i veterani della montagna, ma anche per i neofiti, un trekking estivo sulle Dolomiti può essere un’esperienza davvero unica, che rigenera e ci prepara ad affrontare un nuovo anno: il silenzio, la natura incontaminata, la fresca brezza montana, i panorami che tolgono il fiato, sono davvero qualcosa di indescrivibile. Per rendere questo tipo di vacanza unico, è fondamentale capire che tipo di equipaggiamento dovremo avere con noi nel trekking sulle Dolomiti, a partire dalle scarpe per arrivare alla preparazione dello zaino. Ecco qua diversi consigli utili per vivere al meglio la montagna.

Cosa mettere nello zaino per i trekking

Prima regola: mai avventurarsi in un trekking con lo zaino troppo pesante, è bene scegliere con cura cosa portare. Seconda regola: le cose fondamentali vanno portate, per quelle non bisogna avere paura del peso, perché ritrovarsi in un trekking sulle Dolomiti senza il necessario potrebbe essere non solo spiacevole, ma addirittura pericoloso. Vediamo cosa mettere assolutamente nello zaino per il trekking.

  • Kit di pronto soccorso. La prudenza non è mai troppa! Può capitare di essere punti da qualche insetto o procurarsi delle piccole ferite che vanno disinfettate.
  • Borraccia per l’acqua, per un trekking estivo sulle Dolomiti non può assolutamente mancare. Starà a noi valutare la quantità a seconda della lunghezza del percorso e di quanto beviamo di solito, sicuramente nello zaino da trekking dovrà essercene almeno un litro.
  • Coltellino multifunzione, sempre utile per diverse cose.
  • Una cartina del luogo e una bussola, nel caso in cui dovessimo perderci o il sentiero fosse poco segnato, in questo modo potremo sempre ritrovare la strada.
  • Occhiali da sole. In montagna i raggi solari sono più forti! È bene salvaguardare gli occhi. Se siamo chiari di carnagione può essere vitale nell’equipaggiamento per il trekking anche la crema solare.
  • Maglietta e calzini di ricambio. Un bel trekking estivo sulle Dolomiti fa sudare e quando si arriva in vetta tira sempre vento: per questo è molto utile nella preparazione dello zaino un cambio celere di vestiti.
  • Sacchetti di nylon, sia per i rifiuti – non vorremo certo abbandonarli in un ambiente così meraviglioso – sia per la biancheria smessa o per riparare gli indumenti puliti in caso di pioggia.

Abbigliamento per un trekking estivo

L’estate in montagna non è come l’estate in città: sicuramente fa caldo, ma non così tanto! Una cosa a cui fare fondamentale attenzione nell’equipaggiamento per un trekking sulle Dolomiti è proprio l’abbigliamento. Portiamo sempre dei pantaloni lunghi – meglio se tecnici – in modo da evitare graffi delle piante e morsi di vipere, se invece vogliamo tenere i pantaloni corti, indossiamo sempre dei calzini lunghi da tenere tirati su.

Il tempo potrebbe cambiare da un momento all’altro, è bene tenere nel proprio zaino un indumento caldo – maglione, pile o felpa pesante – per i momenti di sosta o nel caso si copra il sole. Bisogna essere attrezzati anche in caso di pioggia, per questo nella preparazione dello zaino da trekking dobbiamo sempre prevedere una giacca antipioggia impermeabile.

Le scarpe da trekking

Un ruolo fondamentale nei trekking sulle Dolomiti lo hanno le scarpe. Innanzitutto devono essere comode, dobbiamo camminarci bene e non ci devono procurare vesciche, qualsiasi difficoltà di percorso affrontiamo. La prima cosa da vedere, poi, è la suola: non deve essere liscia ed è meglio se vulcanizzata – in questo caso è contrassegnata con dei bollini colorati – perché deve fare attrito con il terreno e impedirci di scivolare.

Per quanto riguarda l’altezza sulla caviglia, se il sentiero è particolarmente sconnesso e roccioso è meglio uno scarpone da trekking alto, in modo da tenere ferma la caviglia, mentre per sentieri più semplici va bene anche una scarpa da trekking bassa.

Ferrata sulle Dolomiti: cosa portare

Premessa: evitiamo le ferrate se è la prima volta che andiamo a fare un trekking estivo sulle Dolomiti. Se invece frequentiamo la montagna già da un po’ e intendiamo affrontare questo percorso, cosa dobbiamo mettere nello zaino da trekking? Oltre all’equipaggiamento indicato prima, dobbiamo aggiungere delle corde, imbragatura e moschettoni, per potersi legare alla via ferrata. In questo caso bisogna fare estrema attenzione alla qualità dei materiali, perché ne va davvero della vita!

Arrampicata in falesia sulle Dolomiti: cosa mettere nello zaino

Si presuppone che un climber sia piuttosto esperto dell’attrezzatura da portare, anche perché non ci si può improvvisare arrampicatori, è necessaria una preparazione fisica e tecnica notevole! Quindi, ci limiteremo a dare un breve consiglio su cosa mettere nello zaino da trekking: se non conosci bene la via da salire, è preferibile avere due corde gemelle, in caso di imprevisti sarà più rapido scendere in corda doppia.

Consigli per preparare lo zaino per un trekking sulle Dolomiti