Perché è pericoloso fare il bagno nei fiumi

Fare il bagno nei fiumi può essere pericoloso. E la causa non è da ricercarsi soltanto nella presenza di batteri nocivi. Scopriamone di più insieme

Il bagno nei fiumi d’estate è un vero sogno proibito per molti. Le sorgenti d’acqua tolgono lo stress, riparano dal caldo, e la corrente svolge un’azione meccanica sul corpo umano. Tutto questo ha degli effetti positivi anche sulla psiche umana, che dopo una giornata passata in mezzo al verde, oppure addirittura in un’acqua non troppo fredda, si rafforza e diventa più salutare.

Tuttavia, non sempre fare il bagno nei fiumi può essere una buona idea. Con lo sviluppo del mondo dinamico in cui viviamo oggigiorno, sempre più rifiuti finiscono nelle acque e queste diventano maggiormente inquinate. Non si tratta solo di elementi chimici, ma anche di vari microorganismi che potrebbero danneggiare gravemente l’apparato digestivo (qualora li si ingerisca), oppure quello urinario. Ma non solo. Nell’acqua di un fiume possono avvenire molti incidenti, talvolta anche di natura mortale. Il tutto per via dell’inesperienza dei nuotatori.

Difatti, nuotare in un acqua park non significa saper farlo anche nelle condizioni naturali, quando il corso d’acqua può essere abbastanza forte da causare problemi al nuotatore. Come conseguenza la corrente del fiume può trasportare il malcapitato in un altro luogo. In passato sono stati registrati casi di persone che non sono riuscite a resistere, finendo per sbattere violentemente la testa contro una roccia o uno scoglio. Spesso, inoltre, anche le operazioni di salvataggio che si verificano dopo il bagno nei fiumi possono riscontrare diversi problemi, il principale dei quali è rappresentato dal rapido cambio delle condizioni meteo in montagna, con la velocizzazione della corrente d’acqua.

Prima di nuotare nel fiume è importante conoscere tutti i pericoli e le insidie che questi potrebbe nascondere. I colini, le nicchie, gli incastri, rocce sporgenti, coste troppo pronunciate e persino sassi taglienti, dalla forma conica, potrebbero essere la causa di ferite da taglio o di colpi abbastanza duri da causare vari problemi. Inoltre, recandosi a fare il bagno nei fiumi bisogna prestare la massima attenzione al divieto di tuffi. Non conoscendo l’altezza d’acqua sul fondo, tuffarsi nel fiume può portare a sbattere violentemente una parte del corpo contro una roccia nascosta.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché è pericoloso fare il bagno nei fiumi