Cose fare ad Akumal, in Messico, nella baia delle tartarughe

Vacanze ad Akumal, in Messico. Qualche consiglio su dove fare snorkeling tra tartarughe e squali e quali escursioni affrontare verso le rovine della città Maya.

Sul mar dei Caraibi, in Messico, c’è la cittadina di Akumal che in lingua Maya significa “luogo delle tartarughe”. Oggi è una nota località turistica tra Playa del Carmen e Tulum, nella penisola dello Yucatan. Fu fondata da Pablo Bush Romero, affarista messicano con la passione per le immersioni. Per arrivarci ci vuole un’ora di auto dall’aeroporto di Cancun; per raggiungerla potete optare per un passaggio in taxi oppure viaggiare in autobus.

Akumal ha una bellissima baia che accoglie una grandiosa spiaggia di sabbia bianca lambita da un caldissimo mare verde-blu, dove ogni anno i turisti che provengono dal Messico (e non solo) si godono ore di snorkeling. L’attrazione principale della spiaggia è costituita dalle tartarughe, con le quali qui è possibile nuotare a pochi metri dalla riva.

La spiaggia di Akumal è l’habitat naturale delle tartarughe: i tour operator locali vi proporranno l’esperienza indimenticabile di assistere alla schiusa delle uova all’alba, nel momento in cui le tartarughe si lanciano verso il mare per la prima volta. Accade, naturalmente, solo nella stagione della riproduzione; in tutti i casi, usate prudenza quando vi aggirate su questi lidi ed evitate di calpestare le zone della spiaggia precluse al pubblico.

Nei dintorni di Akumal ci sono davvero tante opportunità di divertimento. Nei pressi della cittadina c’è Sian Ka’an, riserva naturale e luogo ideale per il birdwatching, grazie alla presenza di animali rari e ai cicli migratori degli uccelli dei Caraibi. Le specie che possono essere avvistate qui sono oltre 350, molte delle quali uniche al mondo. Ci sono ad esempio il colibrì, il viero dello Yucatan, il pigliamosche di Tody e il boody marrone. Tante anche le piante medicinali da osservare in natura.

Se vi trovate in vacanza ad Akumal d’estate potreste programmare un tour tra gli squali balena che a migliaia migrano in questa parte del Messico per pochi mesi. Tra gli animali più grandi del mondo, raggiungono i 18 metri di lunghezza e pesano fino a 15 tonnellate. Sono animali pacifici e gentili vegetariani, che si nutrono di plancton. Trascorrono gran parte del loro tempo accanto alla superficie e vivono per 100-150 anni; spesso sono accompagnati da tartarughe marine, delfini e mante giganti.

Ecco il programma per una giornata tipo tra le balene. Si parte da Akumal al mattino presto e dopo un’ora e mezza si arriva a Punta Sam. Il punto dove solitamente gli squali balena si alimentano è a 50 minuti di barca. Raggiunti gli animali per tre ore si potrà fare snorkeling tra gli squali balena. Il rientro a Punta Sam e Akumal avviene nel pomeriggio, non prima di aver consumato un veloce spuntino in barca. Nella zona di Akumal c’è anche Playa del Carmen, nota località balneare messicana.

A tre ore da Akumal c’è il sito archeologico più famoso dello Yucatàn: Chichén Itza, patrimonio mondiale. Le rovine maya sono davvero impressionanti. Chichén Itza significa “alla foce del pozzo di Itza”; potrete ammirare la piramide di Kukulkan, una delle sette meraviglie del mondo moderno. Si tratta di un piramide a gradoni a base quadrata costruita per scopi astronomici tra l’XI e il XIII secolo. Agli equinozi di primavera e d’autunno al calare e al sorgere del sole, gli angoli della piramide proiettano un’ombra a forma di serpente piumato: Kukulkan.

Il patrimonio artistico e culturale del Messico è meraviglioso. A 20 minuti di auto da Akumal c’è Tulum, la bellissima città maya in riva al mare dove le antiche rovine baciano l’acqua blu del mar dei Caraibi. Nell’area archeologico non perdetevi El Castillo, l’edificio più impressionante di Tulum a causa della sua mole e della sua posizione; al suo interno vi sono anche resti di affreschi, oggi inaccessibili. Dopo aver visitato il Templo del Dios Descendente e il Templo de los Frescos scendete la ripida scaletta per raggiungere la spiaggia del sito archeologico.

A Tulum si celebra un piccolo carnevale festeggiato alcuni giorni prima della Quaresima. Ma l’evento più famoso è il Festival della Tartaruga Marina che si celebra dal 2003, al quale partecipano tutte le comunità della Riviera Maya e di Cancun e comprende attività come gare di aquiloni e castelli di sabbia, corsi sulla pulizia della spiaggia, sull’ecologia e sulla liberazione dei piccoli di tartaruga.

Cose fare ad Akumal, in Messico, nella baia delle tartarughe