Cosa vedere in Moldavia: la verde capitale Chisinau

Viaggio in Moldavia, nella capitale Chisinau, una delle città più verdi d’Europa, tra parchi e i monumenti civili e religiosi.

Stretta tra la Romania, ad ovest, e la grande Ucraina, che ne tocca i confini settentrionali, orientali e meridionali, la Moldavia è una piccola Repubblica dell’Europa dell’est il cui territorio corrisponde quasi interamente alla Bessarabia. Chisinau, proprio al centro del territorio della Moldavia, è la sua capitale. La “città bianca”, com’è soprannominata, è anche un centro urbano molto verde, con parchi e giardini.

Appartenente allo storico principato di Moldavia, Chisinau nacque in origine come centro monastico nel 1436. Nella storia subì invasioni, fu inglobata nell’impero ottomano e annessa alla Russia zarista dai primi dell’Ottocento. Solo in seguito al crollo dell’Unione Sovietica la Moldavia si costituì come repubblica indipendente (1991) e la città ne divenne la capitale.

Tante le cose da vedere in città, capaci di lasciare senza fiato i turisti che da tempo ormai, sempre più numerosi, raggiungono la Moldavia e la sua capitale. Il Paese è raggiungibile dalle altre grandi città d’Europa; l’aeroporto internazionale di Chisinau si trova a soli 15 chilometri dal centro.

Parchi, chiese e grandi palazzi, abbelliscono la città: si tratta di opere di grande rilievo architettonico e artistico, progettate da artisti, anche italiani, che furono chiamati ad operare in Moldavia, specie nel periodo zarista. Per entrare a fondo da subito nell’atmosfera della capitale vi suggeriamo di iniziare il vostro itinerario di visita di Chisinau dal parco di Stefan cel Mare, intitolato all’eroe nazionale protagonista della lotta di liberazione che vide i moldavi combattere gli ottomani.

Stefan cel Mare è ricordato con un’enorme statua collocata proprio all’ingresso del parco, al posto di quella che ritraeva Lenin. Lo spazio verde, pieno di fontane e di sculture che raffigurati artisti e intellettuali non solo originari della Moldavia (c’è una bella statua dedicata ad Alexandr Puşkin), è ben curato e conservato dalle autorità della capitale.

Il viale delle sculture del parco Stefan cel Mare è attiguo ad un altro grande parco-area verde, quello della cattedrale (Parcul Catedralei). Per raggiungerlo, dopo aver girato in lungo e in largo il parco Stefan cel Mare, tornate verso la statua dell’eroe, e attraversate il boulevard Stefan cel Mare e la piazza delle Grandi Adunate Nazionali, dove un tempo si svolgevano i comizi dei politici della Moldavia e le parate militari della capitale.

Prima di godere del fresco e del verde del Parcul Catedralei, fermatevi nella grande piazza a contemplare il palazzo del governo della Moldavia, il Teatro dell’Opera e del Balletto, e l’Arco di trionfo, vero gioiello della capitale, progettato dal celebre architetto Zauschevic nella prima metà dell’Ottocento. Entrate poi nel parco e raggiungete la bellissima cattedrale ortodossa della Nascita di Nostro Signore, grande edificio religioso progettato dall’architetto Abraam Melnicov in stile russo e costruito nel 1836.

Il tempio subì crolli e devastazioni a causa delle guerre che insanguinarono la Moldavia, fu ricostruito nella capitale solo grazie all’intervento dell’ex presidente moldavo Mircea Snegur nel 1996. Il Parcul Catedralei in occasione delle festività religiose e degli appuntamenti pubblici si trasforma in mercatino dell’artigianato tradizionale, dove potrete farvi venire qualche idea per i souvenir.

Tornate poi sul boulevard Stefan cel Mare, dove si trovano il palazzo del Municipio (Consiliul Municipal Chişinău), edificato nel 1902 su progetto dagli architetti Elladi e Bernardazzi, in stile gotico veneziano abbellito da torre con orologio nella cuspide e davanti il palazzo delle Poste centrali, costruito su pianta circolare.

Poco oltre, ammirate un altro edificio di interesse turistico, la Sala dell’Organo miracolosamente scampata alle bombe della seconda guerra mondiale, e poi raggiungete il Teatro Nazionale Mihai Eminescu. Noterete nei dintorni altre sale da concerto e teatri, a testimonianza dell’importanza data in Moldavia e nella sua capitale a tante espressioni dell’arte e della cultura.

Lungo il boulevard Stefan cel Mare troverete anche tanti negozietti per lo shopping e il Vernisaj, un mercatino di arte e artigianato, graziosissimo, il più bello della città. Quasi al termine del boulevar, vi troverete di fronte al Centrul Expozitional Constantin Brâncuşi, notevole centro d’arte, e l’Accademia delle scienze della Moldavia, istituzione pubblica con sede nella capitale che coordina i programmi di scientifica del Paese.

Cosa vedere in Moldavia: la verde capitale Chisinau