Come arrivare a Villa Borghese a Roma e cosa vedere

Villa Borghese è un’oasi nel centro della città eterna, amata da romani e turisti. Scopriamo cosa vedere e come raggiungerla

Roma è una città ricca di arte e storia ma è anche un luogo dove rilassarsi e passeggiare nella natura. Il posto dove i romani e i turisti amano passare ore di svago e relax è Villa Borghese, il quarto parco cittadino per estensione. Per chi non l’ha ancora visitato, ecco come arrivare a Villa Borghese e cosa vedere.

Zoo di Villa Borghese

Villa Borghese è soprattutto natura: al suo interno, troviamo il Bioparco, il giardino zoologico di Roma, che ospita più di 1000 animali di oltre 200 specie diverse, tra mammiferi, rettili, anfibi e uccelli. Il contesto in cui è situato lo zoo è molto suggestivo, tra alberi secolari e varietà rare. All’interno del Bioparco, sono presenti aree pic-nic, 3 bar, un ristorante e una libreria. Di fronte all’ingresso vi è un parcheggio gratuito per chi arriva in auto.

Musei di Villa Borghese

Tra i numerosi edifici presenti nel parco, molti sono musei. Il più importante è la Galleria Borghese, costruita dall’architetto Flaminio Ponzio agli inizi del XVII secolo, oggi espone opere del Bernini, di Canova, Caravaggio, Raffaello, Tiziano e tanti altri.

Il Museo Canonica è la casa museo dello scultore Pietro Canonica. Oltre all’appartamento privato dell’artista, sono esposte le sue opere e una ricca biblioteca.

Nell’antica Aranciera è situato il Museo Carlo Bilotti, che ospita dipinti, sculture e disegni che Carlo Bilotti, imprenditore e collezionista italo-americano, ha donato al comune di Roma. Tra questi, una vasta produzione di quadri e sculture di Giorgio de Chirico.

A nord, presso l’ingresso da viale delle Belle Arti, troviamo la Galleria nazionale d’Arte moderna, che ospita una raccolta di dipinti del XIX e XX secolo.

Come arrivare a Villa Borghese a Roma e cosa vedere

Piazza di Siena e galoppatoio a Villa Borghese

Piazza di Siena prende il nome dalla città toscana, luogo di origine della famiglia Borghese. La piazza nacque per volere del principe Marcantonio IV, che voleva uno spazio che ricordasse Piazza del Campo all’interno della Villa. Agli inizi del Novecento, Piazza di Siena ospitò i campionati di atletica leggera e dal 1922 si tiene un concorso ippico internazionale.

 

Giardini e laghetto di Villa Borghese

Al centro del parco vi è il giardino del Lago, costituito da un laghetto artificiale con al centro un’isoletta dominata dal Tempio di Esculapio. Tra barchette e anatroccoli, è uno dei punti più amati dalle famiglie con bambini.

Nella zona del Pincio, vi è un altro laghetto artificiale, circondato da piante esotiche e un particolare orologio ad acqua. Da qui è possibile accedere anche al posto panoramico più bello di tutta Roma: la terrazza del Pincio, che si affaccia direttamente su Piazza del Popolo, offrendo uno spettacolo suggestivo.

Disseminate lungo tutto il parco vi sono fontane e statue rappresentanti scrittori e poeti famosi.

Come arrivare a Villa Borghese a Roma e cosa vedere

Dove si trova Villa Borghese e dove parcheggiare

Per accedere all’enorme parco di Villa Borghese ci sono ben nove entrate: i principali e più frequentati sono quello di porta Pinciana, alla fine di via Veneto, e quello di Trinità dei Monti ma il più suggestivo è certamente l’ingresso monumentale da Piazzale Flaminio, progettato da Luigi Canina nel 1825.

È possibile arrivare a Villa Borghese con la linea A della Metropolitana, scendendo alla fermata Flaminio o Spagna. Oppure prendendo l’autobus, sono tante le linee che passano dal parco e qualcuna lo attraversa da una parte all’altra. Chi sceglie di arrivare in taxi, può scendere a via Pinciana o a via Vittorio Veneto. Per coloro che arrivano in macchina, è possibile parcheggiare in uno dei tanti parcheggi autorizzati.

Come arrivare a Villa Borghese a Roma e cosa vedere

Come arrivare a Villa Borghese a Roma e cosa vedere